Sì, “che schifo”. Non se ne può più

Mi fa picere vedere su La Stampa di oggi un articolo di Massimo Gramellini dal titolo “Che Schifo”

La goccia che fa traboccare il vaso è un articolo in prima pagina del 13 luglio de Il Riformista, prontamente ripreso ieri da La Repubblica ( ..e te pareva !!!) nel quale si inneggia ad un libro di tale Maria Gabriella Genis dal titolo: “Il pesce rosso non abita più qui”

Perchè si inneggia. Semplice: il libro è un romanzo erotico che racconta delle notti brave di un ministro dell’attuale governo con una cassiera di Bari.

Dice Gramellini:
Fermiamoci perché neanche un disegno politico può essere alimentato a lungo dalla polvere sozza di certe vendette”

Dal mio piccolo lo dico anch’io. Non ho mai amato Berlusconi ma adesso mi trovo a difenderlo a causa di un’opposizione squallida che ricorre a mezzi squallidi per obiettivi altrettanto squallidi.

Si vergogni.

E con essa anche l’ex Presidente della Repubblica Oscar Luigi Scalfaro che partecipa al gioco (Vedi l’intervista su “La Repubblica (di merda)” di oggi.

Questa voce è stata pubblicata in Disinformazone e faziosità, Politica e sesso e contrassegnata con , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...