Li condanna, li macella e li vende.

cina-traffici-di-morte

La notizia (link):

(AGI) – Pechino, 26 ago. – Il 65% degli organi trapiantati in Cina proviene dai criminali giustiziati. E’ quanto rivela il quotidiano cinese China Daily. I detenuti condannati a morte “non sono assolutamente una fonte appropriata per il trapianto di organi”, ha detto il vice ministro della Sanita’ Huang Jiefu citato dal giornale. Per cercare di rimediare alla “lunga dipendenza” del paese all’utilizzo di condannati a morte per i trapianti la Croce Rossa cinese oggi ha lanciato un sistema di donazione degli organi. Quasi 1,5 milioni di pazienti in Cina ha bisogno ogni anno di un trapianto d’organo ma solo 10.000 puo’ ottenerlo secondo il ministero della Sanita’ che per questo ha lanciato un nuovo sistema in 10 provincie per incoraggiare la donazioni di organi.

Aggiunge oggi Il Sole24Ore: “La notizia è che dopo anni di accuse, documentate anche da un’inchiesta della BBC nel 2006, il governo abbia scoperto le carte sulla vendita di organi prelevati dai condannati a morte. Che l’anno scorso in Cina, secondo le stime di Amnesty International, sono stati almeno 1.720.”

V e n d i t a !!! Sì avete letto bene.

Di condannati a morte.

Secondo il quotidiano britannico The Indipendent (link) il traffico organi dai patiboli Cina sarebbe destinato, tra l’altro, a ricchi del Giappone.

Per la serie Pillole d’orrore

Questa voce è stata pubblicata in Medicina, salute, tapianti, maternità e aborti. Contrassegna il permalink.

4 risposte a Li condanna, li macella e li vende.

  1. elisabetta ha detto:

    Riferendomi al tuo articolo sui trapianti…..
    Leggo su “il Giornale” di oggi – L’ultimo dubbio etico dei medici salvare anche chi non lo merita? – E si parla di un ragazzo inglese che morirà se non avrà un fegato nuovo, ma è un alcolizzato e i medici dicono “NO” al trapianto (forse non è sufficientemente ricco per pagarlo).
    Il problema dei trapianti ha sempre fatto molto parlare e discutere.
    E’ un problema umanitario che ha moltissime volte salvato e continua a salvare vite umane.
    Esso è basato su donazioni spontanee: volontà di donazione espresse quando si è ancora in vita oppure generose decisioni prese dai parenti stretti dopo il decesso di un famigliare. Purtroppo e troppo spesso abbiamo sentito parlare dell’orrore del commercio clandestino di organi da organizzazioni poco scrupolose che si rifanno su popolazioni povere e indifese.
    Non molto tempo fa ho letto un libro (non ricordo più purtroppo il titolo), era un romanzo ma poteva benissimo rifarsi a una situazione reale (Dio non lo volesse), nel quale addirittura si allevavano bambini in aree circoscritte tipo collegi, per poi all’occorrenza utilizzare i loro organi (sia in fase infantile che in seguito anche in fase adulta). Ricordo che per un po’ di tempo non riuscivo a togliermi dalla mente quella storia: durante la loro vita quei bambini, poi ragazzi e infine adulti godevano di una vita relativamente felice (per quello che loro ne sapevano) provando sentimenti pari a quelli della gente fuori da quei lager e i loro corpi venivano mutilati anche più volte nel corso della loro vita fino a quando l’ultimo trapianto era quello che procurava loro la morte. Si, quella storia mi aveva sconvolta, ma ora tu con il tuo articolo me l’hai fatta ricordare e il caso che tu hai citato, non è poi così diverso da quello del romanzo… Come sempre la fantasia prende spunto dalla realtà… e speriamo che non sia l’inverso…..
    Orrore…. Questo è quello che posso dire e commentare…
    eli

  2. elisabetta ha detto:

    Caro frz
    Riprendo l’argomento trapianti per porre in evidenza un importante doppio trapianto effettuato oggi proprio nella tua Torino all’Ospedale “Le Molinette”
    Il trapianto, ad opera della troupe del Professor Mauro Rivaldi, è stato eseguito su un uomo di 30 anni al quale sono stati trapiantati i polmoni e il fegato…. Gli organi sono stati prelevati da una giovane di 22 anni deceduta mi pare di aver capito per emorragia cerebrale.
    Ho appreso questa notizia proprio stasera alla TV e pare che si tratti di un intervento più che d’avanguardia. Trapiantare infatti contemporaneamente due organi così importanti è una notizia davvero sorprendente.
    I miei complimenti al Professor Rivaldi, a “Le Molinette” e alla tua Torino…..
    eli

    • frz40 ha detto:

      Sì, un plauso sincero vada a questi medici e anche alle strutture sanitarieche li mettono in condizione di operare con successo.

      Se lo meritano.

  3. Pingback: Frz40's Blog

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...