Scoprire il ventre molle per qualche voto in più

afganistan
.

Mi riferisco all’Afghanistan e ai morti di Kabul.

Come sempre accade da noi, quando ci sono delle vittime, si alzano i polveroni. E’ quel che è accaduto ieri dopo l’attentato che ha visto morire sei dei nostri soldati nelle strade di Kabul.

Non una, ma molte voci si sono sollevate per dire “Basta con l’Afghanistan, torniamocene tutti a casa.”

Lo hanno gridato i partiti di sinistra, Bossi e Di Pietro. Un po’ tutti traballano nella tentazione di quel “tutti a casa” ed è emblematico il titolo a tutta pagina del Corriere di oggi: ”La strage dei parà scuote L’Italia”

Sì, la scuote e ne fa uscire gli aspetti più deteriori, gli aspetti di quel “Facciamoci riconoscere”, che già ci contraddistingue.

In Afganistan non ci siamo andati per fare una gita scolastica, non ci siamo andati senza un motivo e non ci siamo andati da soli. Sono là impegnati settantacinquemila uomini di tutti i Paesi ai quali è già costata la vita di 836 militari USA, 216 Inglesi, 130 Canadesi, 35 Tedeschi, 31 Francesi, 25 Spagnoli, 21 Olandesi, 21 Italiani e 63 di altre nazioni. Totale 1.403 ragazzi morti.

Tutti imbecilli? Non lo penso. E’ stata una scelta dolorosa e può anche essere che la conduzione delle cose laggiù non sia stata delle migliori. Per certi aspetti l’avventura si sta anche rivelando come una specie di cul de sac nel quale nessuno ama di sicuro essersi infilato.

Certo. Tutti vorremmo che la soluzione del problema fosse più vicina. Tutti soffriamo per i nostri morti. TUTTI.

Ma è troppo facile mettersi adesso dalla parte del “Chi se ne frega degli Afghani, Cazzi loro. Salviamo le nostre chiappe.”

Oltre che miope, è facile e pagante. Di sicuro attira qualche voto in più.

Ma è pura demagogia, puro populismo. Si sta uniti, anche nei momenti difficili, e non si sollevano le folle per putridi motivi d’interesse. Non si mostra dove sta il ventre molle. E’ quel che vogliono i talebani e i tutti gli estremisti che a loro si sono uniti.

Ma è, soprattutto, irresponsabilità. parà

Se mostriamo dove sta il ventre molle gli altri lo colpiranno. Colpiranno dove è più redditizio, dove più eclatante sarà la reazione del “fuggiamo e lasciamo tutto nelle loro mani”. Colpiranno i nostri ragazzi.

E ci saranno altri morti. Venduti per qualche voto in più.

.

Questa voce è stata pubblicata in Politica e contrassegnata con , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

2 risposte a Scoprire il ventre molle per qualche voto in più

  1. elisabetta ha detto:

    Si frz, alla notizia, anche per me il primo impulso è stato: “Riportiamoceli a casa, i nostri soldati!!!!”
    Poi, all’emozione segue il ragionamento ed è quello che hai fatto anche tu.
    La missione che ci siamo impegnati a compiere, insieme agli altri alleati NATO, non ci permette di ritirarci da questa situazione che purtroppo ha causato, ad ogni Nazione compromessa, sacrifici umani.

    Il popolo talebano sarebbe felice di queste ritirate e si sentirebbe fiero e vincitore e ancora più incentivato ad proseguire con queste intimazioni….

    No, a costo di altri attentati non dobbiamo cedere a queste provocazioni….
    Ci siamo impegnati a mantenere un certo equilibrio e dare appoggio a queste popolazioni succubi di prepotenze e soprusi e non possiamo (anche per la sicurezza dell’occidente) abbandonare tutto.

    Leggo sul “il Giornale” di oggi la replica di Berlusconi a Bossi che ritiene esaurita la missione in Afghanistan e che dice “Spero che i ragazzi possano rientrare per Natale”, e il Presidente replica : “Stiamo preparando un piano che può essere tanto più veloce quanto più efficace e sarà l’addestramento che saremo riusciti a dare alle forze dell’ordine afghane. Avevamo già previsto una riduzione e quindi procederemo in questa direzione” lasciando intendere che per Natale potrebbero rientrare i 1500 uomini in più, inviati in Afghanistan per superare le elezioni.

    Col cuore che piange e tanta rabbia, prego per Massimiliano, Antonio, Roberto, Davide, Matteo e Giandomenico e mi unisco a tutti gli italiani, con un forte e doloroso abbraccio, alle loro famiglie.
    eli

    Lascia un commento

  2. tania ha detto:

    sono D’ accordo con la ELY !!!!!!!!!!!!!!! speriamo che a natale siano per la maggior parte a casa ciao buona serata

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...