Fuori di testa tre (ma non senza parole)

girasoli2

E’ il turno del Ministro Brunetta che manda “a morire ammazzata” una parte della sinistra, quella che lui definisce “per male”

Lo si legge in questo articolo “Brunetta: «Le élite irresponsabili vogliono un vero colpo di Stato» sul Corriere.it (link)

Brunetta è uno che parla senza peli sulla lingua. E fa bene. Il suo discorso a Cortina d’Ampezzo non è privo di verità, ma è SBAGLIATO esasperare gli animi con affermazioni di quel tipo.

Devo dire che la situazione politica mi preoccupa.

In tanti anni non si è mai assisto ad un gioco al massacro e ad un’esaperazione di toni come in questi unltimi mesi.

Più volte ho scritto “Adesso basta!”, ma evidentemente non tutti la pensano come me.

Soprattutto i giornali. Pensano di risolvere la crisi dell’editoria in questo modo? Si sbagliano. La polemica attira per un po’, ma poi stufa le masse. Per contro attizza le teste calde.

LA SMETTANO TUTTI QUANTI !!!

Mi consola un po’ quest’intervista a Marc Lazar; politologo, professore a Sciences-Po, uno dei santuari dell’intellighenzia parigina, riportata da La Stampa.it (link) col titolo: “Marc Lazar: Berlusconi e Sarkozy, la democrazia del leader”.

Dice: «Io non credo che l’Italia sia anestetizzata dalla tv e non penso che la democrazia italiana sia in pericolo”

Di Berkusconi dice: «Sappiamo che l’uomo, quando sembra in difficoltà, sa risalire. La battaglia gli piace, è il suo vero terreno. Ha ancora tre anni di legislatura, non vedo proprio chi possa metterlo in difficoltà.”

E a domanda “Lei crede che la democrazia italiana saprà sopravvivere a questa crisi?

Risponde: «Sì, non siamo sull’orlo del fascismo, non siamo negli anni Venti. Una svolta autoritaria come allora sarebbe insopportabile. Non siete minacciati, la società ha una grande vitalità, avete superato tante crisi, è un momento duro, intenso, ma io sono ottimista, anche perché, come diceva Brecht, il popolo non si può sciogliere».

Speriamo che abbia ragione

Questa voce è stata pubblicata in Politica e contrassegnata con , , , , . Contrassegna il permalink.

4 risposte a Fuori di testa tre (ma non senza parole)

  1. elisabetta ha detto:

    Caro frz

    Ho letto anch’io l’articolo di Brunetta sugli antidemocratici all’attacco.

    Mi chiedo cosa potrebbero escogitare ancora per abbattere Berlusconi.

    Ci hanno provato con le denunce di Veronica, con le veline, la D’Addario, i festini con le escort….
    Usando il gossip non resterebbe che mettere il Presidente al centro di qualche gay-party ….
    Ma conoscendo i gusti del Cavaliere, questo tipo di pettegolezzo non acquisterebbe credibilità…

    Eppure l’allarme lanciato dal Ministro Brunetta non va trascurato.

    C’è troppo odio e acredine nell’opposizione e mi chiedo, se la conferma di un governo e del suo governatore è il risultato di una scelta democratica, una scelta con la maggioranza di voti del popolo, questa scelta dovrebbe a mio modesto avviso, essere rispettata.

    Le minoranze dovrebbero dare credito a chi viene eletto e collaborare, anche con interventi di opposizione: le idee dei pochi possono essere utili e completare le lacune di quelle dei molti.
    E’ un pensiero semplicistico il mio, lo so, ma è anche il più logico e democratico.

    Solo se ci fosse un po’ di buona volontà di collaborazione e non solo odio e vendetta si potrebbe trovare un modo per raddrizzare questa Italia che, come anche nella carta geografica, è molto inclinata.

    Le ideologie e le verità non sono mai solo da una parte, tutto può essere giusto e tutto sbagliato, secondo da quale lato si guarda: prova ne è lo specchio che riflette esattamente quello che ha davanti, ma anche lo specchio non è veritiero perché quello che è destro risulta sinistro e quello che è sinistro è destro.

    • frz40 ha detto:

      Cara Elisabetta,

      Non ho mai amato e non amo il Cavaliere, anche se ne riconosco alcune qualità.

      Mi trovo, tuttavia, e mio malgrado, a prenderne le parti contro una serie di attacchi vergognosi sul piano personale, che nulla hanno a che fare con l’attività politica e di governo.

      E’ solo ed eslusivamente su questo piano che l’uomo politico deve essere giudicato e, se del caso, votato.

      Certo, tutti preferiremmo avere sempre personaggi irreprensibili sul piano morale. Ma di quì a dire che li dobbiamo massacrare e aizzare le folle contro, se non sono quello che vorremmo, ce ne passa!

  2. tania ha detto:

    . ,mi astengo , dalla politica è un beautiful in diretta!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!! e sono stufossossimaaaaaaaaaaa di sentire polemiche e niente di costruttivo x la mia Patria ciao grazie

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...