Mike e Fiorello

fiorello e mike

Vedo che Infostrada continua a far trasmettere alle TV gli spot pubblicitari con le ultime clips registrate dai due attori, poco prima della morte di Mike.

Capisco che l’investimento sia stato fatto e che gli spazi pubblicitari siano stati prenotati, ma trovo la cosa veramente di pessimo gusto.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in il mondo della tv e dello spettacolo e contrassegnata con , , , , . Contrassegna il permalink.

7 risposte a Mike e Fiorello

  1. elisabetta ha detto:

    Non è la prima volta che si vedono in TV spot pubblicitari con personaggi scomparsi.

    Ricordo che anch’io in tali occasioni avevo avuto la tua stessa reazione e mi ero posta le stesse domande: “E’ morale usare ancora tali immagini per uno scopo commerciale?”

    Capisco e condivido il ritorno sullo schermo televisivo di questi personaggi come revival e che le loro apparizioni ci ricordino i loro programmi, la loro popolarità rinnovando l’affetto o meglio l’affezione che abbiamo provato durante la loro vita mediatica, ma trovo anch’io di cattivo gusto questo uso che definirei “funesto”, anche perché rivedere (in questo caso il caro Mike) apparire per dare consigli ai telespettatori per l’acquisto di un determinato prodotto o servizio, non credo che piaccia a nessuno e quello spot non attirerà molte simpatie.

    Meglio sarebbe, anche per l’immagine del marchio pubblicitario, perdere qualcosa in Euro che perdere la faccia.

    Certo il mio non è un ragionamento da imprenditrice e so che in molti (specialmente gli addetti ai lavori) non saranno d’accordo con me.
    Ma ho l’abitudine di dire sempre quello che penso (come del resto fai anche tu) anche a costo di stare dalla parte della minoranza di pensiero.

    eli

  2. marisamoles ha detto:

    A questo proposito, ti riporto i dati di un sondaggio fatto da TV Sorrisi e Canzoni:
    il 54,9% degli intervistati approva la messa in onda perché “è un modo per rendere omaggio a Mike” (34,4%) o perché “è il suo ultimo lavoro” (20,5%); i contrari sostengono che si tratti di una “questione economica” (29,9%), che poi è il tuo parere, o che sia “di cattivo gusto” (15,2%), cosa che tu stesso affermi.
    Io personalmente non sono contraria: si sa che la TV oggi è un mezzo per rendere “immortali” le persone che hanno lasciato un’impronta di sé. Non trovo differenze tra la messa in onda dello spot e un programma in sua memoria.

    Scriveva Foscolo nel carme “Dei Sepolcri”:

    “Non vive ei (il defunto, ndr) forse anche sotterra, quando
    gli sarà muta l’armonia del giorno,
    se può destarla con soavi cure
    nella mente de’ suoi? Celeste è questa
    corrispondenza d’amorosi sensi,
    celeste dote è negli umani; e spesso
    per lei si vive con l’amico estinto
    e l’estinto con noi […]

    Mi piace pensare che anche uno spot televisivo possa costituire una sorta di “corrispondenza di amorosi sensi”. Se poi i familiari non si sono opposti, evidentemente sapevano che, al di là delle leggi di mercato, per le persone che hanno voluto bene a Mike sarebbe stato un ulteriore modo per ricordarlo.

    • elisabetta ha detto:

      Si, Marisa, se la “corrispondenza di amorosi sensi” non fosse la “corrispondenza del dio denaro”.

      Ok, m’inchino a quel 54,9%, ma non cambio la mia idea che è fra le ultime posizioni del sondaggio, e te lo dico anch’io usando alcuni versi del grande Dante Alighieri (dal Paradiso – cantoXVII) che mi paiono appropriati:

      “ Ma nondimen, rimossa ogne menzogna,
      tutta tua visïon fa manifesta;
      e lascia pur grattar dov’ è la rogna.
      Ché se la voce tua sarà molesta
      nel primo gusto, vital nodrimento
      lascerà poi, quando sarà digesta.
      Questo tuo grido farà come vento,
      che le più alte cime più percuote;
      e ciò non fa d’onor poco argomento.
      Però ti son mostrate in queste rote,
      nel monte e ne la valle dolorosa
      pur l’anime che son di fama note,
      che l’animo di quel ch’ode, non posa
      né ferma fede per essempro ch’aia
      la sua radice incognita e ascosa,
      né per altro argomento che non paia». “

      Un saluto
      eli

  3. frz40 ha detto:

    Dal punto di vista commerciale il motto è “purché se ne parli” e, sotto questo punto di vista gli spot saranno un successo.

    Personalmente avrei colto l’occasione inserendo magari una piccola chiosa alla fine dello spot, del tipo ” va in onda perchè siamo certi che Mike avrebbe voluto così”

    Ma forse sbaglio.

  4. marisamoles ha detto:

    @ Elisabetta

    La “corrispondenza di amorosi sensi” voleva mettere in relazione l’affettuoso ricordo di Mike che permane nei cuori di tanta gente che gli ha voluto bene. Il “dio denaro” non c’entra, ovvero si riferisce alla decisione di mandare in onda lo spot che ai fans di Bongiorno può piacere o non piacere. Sta di fatto che per quel 54,9% l’idea non è offensiva. Consideriamo che la scomparsa di attori durante le riprese di un film non ne ha mai impedito l’uscita postuma.

    @ frz

    sono d’accordo: avrebbero potuto aggiungere quella frase, anche se poi qualcuno avrebbe detto ugualmente che si tratta di un’operazione commerciale, che Mike fosse d’accordo o meno.

  5. Lou ha detto:

    Anch’io penso sia solo una operazione commerciale e che sia di cattivo gusto riproporre gli spot di persone che ci hanno lasciato. Per ricordare Mike non ci serve Infostrada e comunque non é un ricordo di quello che ha fatto, é solo uno spot pubblicitario.
    No, non mi piacerebbe nemmeno con la frase alla fine… 😦

    Lou

  6. Pingback: FIORELLO E GLI SPOT POSTUMI DI MIKE BONGIORNO « Marisa Moles’s Weblog

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...