Polansky. Un eroe !!!

Samantha Geimer

Nella foto. Samantha Geimer a 13 anni.

A volte mi chiedo se sono io a vivere fuori dal mondo o se è il mondo che è impazzito.

Mi riferisco alla vicenda di Roman Polansky e al polverone che ha sollevato il suo fermo a Zurigo da parte delle autorità svizzere, su richiesta di un giudice americano, dove Polansky avrebbe dovuto partecipare al locale Festival del Cinema per ritirare il premio alla carriera.

Contro questo fermo si è sollevata la più bella nomenclatura del cinema italiano ed europeo con nomi tra i quali quelli di Costa-Gavras, Wong Kar-wai, Fanny Ardant, Ettore Scola, Marco Bellocchio, Giuseppe Tornatore, Monica Bellucci,Abderrahmane Sissako, Tony Gatlif, Pierre Jolivet, Jean-Jacques Beineix, Paolo Sorrentino, Michele Placido, Barbet Schroeder, Gilles Jacob, et Bertrand Tavernier. E qui sorvolo sulla coloritura politica dei suddetti, anche se la cosa non mi pare irrilevante.

Si sono mossi a favore del cineasta franco-polacco il console generale della Francia a Zurigo, Jean-Luc Fauré-Tournaire, e l’ambasciatore della Polonia a Berna, Jaroslaw Starzyk, che hanno potuto visitarlo nella sua prigione e ci riferiscono che “è trattato bene” Forse pensavano che le carceri svizzere fossero nel terzo mondo.

Il tabloid Click ha definito l’arresto del regista “una macchia sull’immagine del paese. La Svizzera e’ finita in una brutta trappola. Dovremmo vergognarci”.

Ha dovuto giustificarsi di questo fermo persino il ministro della giustizia Eveline Widmer-Schlumpf che ha detto “Non avevamo altra scelta. La biografia di una persona non deve definire un trattamento di favore davanti alla legge. Non abbiamo subito pressioni da parte americana. Il signor Polanski era sulla lista dei ricercati dell’Interpol e con gli Stati Uniti abbiamo degli accordi legalmente vincolanti’. (fonte: ANSA)

Ma qual è il problema? Robert Polansky deve scontare una condanna per pedofilia negli Stati Uniti dove, nel lontano 1977, aveva stuprato la 13enne Samantha Geimer dopo averle somministrato droga e alcool.

Il regista ammise il fatto e chiese alla procura di Los Angeles di patteggiare la pena, ammettendo il «rapporto sessuale illegale con una minorenne» ma, negando lo stupro poiché la ragazzina “era consenziente ed aveva già avuto rapporti”.

Il tribunale di Santa Monica, non accettò la richiesta di patteggiamento ed emise lo stesso un mandato d’arresto. A fronte del rischio di una pena massima di 50 anni, Polansky non trovò di meglio che fuggire dal Paese e rifugiarsi, per trentuno anni, in Europa dove si affermò e fece la sua brillante carriera.

Con la ragazzina “sistemò” i conti, riconoscendole un adeguato risarcimento in denaro. Lei fece una certa carriera come modella e oggi è felice madre di tre figli.

Questi i fatti.

Ma cosa dice l’appello, firmato da tanta nomenclatura? Dice che “I cineasti e gli autori francesi, europei, americani e del mondo intero intendono affermare la loro costernazione per l’arresto del grande regista 76enne, e ne chiedono immediata liberazione. E’ inammissibile – recita il testo della petizione – che una manifestazione culturale internazionale, che rende omaggio a uno dei più grandi cineasti contemporanei, possa trasformarsi in una trappola da poliziesco”

Come dire: “Ma come ? Dopo trent’anni si vuol ancora condannare un tanto “nobil genio dell’arte cinematografica” ?. In fondo nel mondo del cinema son cose che succedono tutti i giorni.”

Incredibile. I mostri sacri di certa parte dell’ intellighentia cinematografica non si possono toccare !

E poi ci lamentiamo degli stupri di casa nostra.

Lo sapete, invece, di cosa dovremmo lamentarci? Del fatto che per trenta anni sia stata data ad un pedofilo, così si chiamano quelli che vanno con le ragazzine di 13 anni, la possibilità di circolare liberamente, facendolo passare per un genio, riempiendolo di premi ed ingrassandolo di soldi.

O sono fuori dal mondo ?

Questa voce è stata pubblicata in Disinformazone e faziosità, L'affare Polansky e contrassegnata con , , , . Contrassegna il permalink.

3 risposte a Polansky. Un eroe !!!

  1. Marins ha detto:

    Roman Polansky…
    Forse c’è una giustizia divina che dà e toglie e ristabilisce una qualche forma di giustizia

    Polansky perde la moglie giovanissima, incinta per mano di quei pazzi che seguivano Charles Manson, uno degli storici serial killer americani

    Polansky violenta una minorenne

    Sembra un’inversione di delitto e castigo…

    Tornando invece sul punto dell’arresto, dispiace ma è tutto fatto secondo un principio, una legge, quella degli uomini, che colpisce e deve colpire le persone che si macchiano di reati, qualunque persone esse siano.

    Io ammiro il grande regista Stanley Kubrick, per me il più grande di tutti i tempi ma se si fosse saputo che aveva commesso un crimine, quale quello addebitato a Polansky, ci sarei rimasto male ma anch’io lo avrei condannato, come è giusto fare

    Non si violenta la gioventù !

    Saluti a tutti
    Marins

  2. Pingback: Ancora su Polansky « Frz40's Blog

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...