Lo spettacolo ed i ‘personaggi costruiti ah hoc’

maschera

Leggo su Tvblog questo interessante intervento di una lettrice.

Dice:
Purtroppo o per fortuna, si, ho esperienza nel campo.
Non avrei voluto raccontare queste cose ma….
Anch’io ero idealista e volevo sfondare solamente per le mie doti, non per quanto [ometto la cifra espressa in milioni, che il testo originale riporta] mi chiesero negli anni 90 SOLO per arrivare nella serata finale a [..ometto la località], non per vincere (occhio, me li hanno chiesto nel momento che volevo iscrivermi, SENZA NEMMENO SENTIRMI!), oppure come mi proposero di diventare una popstar (di nuovo, senza nemmeno sentirmi cantare prima) cambiando nome, città, vita privata (dovevo tagliare i ponti con la famiglia per almeno 2 anni, dovevo essere un’altra, libera, misteriosa… ), nonché di sottopormi a certi interventi di chirurgia plastica (mi volevano fare gli occhi come Anggun), cambiare il colore dei capelli, auto (e non pensate che mi davano una rolls royce rosa Barbie, ma un’auto che doveva farmi sembrare “la ragazza della porta accanto” – un’utilitaria di seconda mano).

Devi essere disposto A TUTTO, lasciarti nelle loro mani e diventare il loro Frankestein…. il “talento” è una bella mazza di niente…

Ecco perché io sono rimasta a fare l’artista nel mio piccolo, “a fare le mie seratine del cavolo”, come mi disse schifato colui al quale ho rimesso davanti il contratto e la penna, senza averlo firmato…

Ed ecco perché m’incavolo quando leggo i “bimbiminkia” che osannano qualche “frankestein discografico”che vende dischi, grazie all’immagine che gli danno i suoi creatori, mentre i veri talenti stanno altrove…

E, secondo me e leggendo i vostri commenti… questa Loredana ERRORE non è assolutamente VERA. Strano che proprio lei è beccata co il telefonino, strano che proprio lei è punita con la sfida, strano che proprio lei sbaraglia l’altra (che non ha cantato male per niente, benché ha esagerato con i virtuosismi), strano che è proprio lei che tutti dite che “non sarà mai mandata via” e magari che vincerà questa edizione. Strano che si chiami “Errore” e si comporta come una freak of nature…
Chi vivrà, vedrà ;)”

Che il mondo della canzone, e dello spettacolo in generale, sia alla costante ricerca di personaggi nuovi è normale. Molto meno normale è che il sistema possa ricorrere liberamente ad aberrazioni tipo quelle denunciate da questo intervento. Non mi assumo responsabilità su quanto ivi dichiarato ma credo che ci sia del vero, che succeda anche altro e magari ancora di peggio.

E’ un tema di riflessione per tante mamme che spingono i figli verso il mondo luccicante della ribalta e per tanti ragazzi e ragazze che pensano di far strada solo perchè hanno un bel faccino, un bel sedere o due belle tette, magari rifatte.

Quanto ad ‘Amici’, credo che sia un mondo ancora sufficientemente pulito, anche se non certamente privo di grandi interessi. Mi piace e lo seguo perchè amo i ragazzi che hanno delle qualità e che si impegnano a fondo in un progetto, anche se può essere solo un sogno.

Riferendomi, in particolare. a Loredana non so fino a che punto si possa trattare di un personaggio “già tutto costruito”, ma credo che nell’affermazione di Rapino “la musica si vede” ci sia spesso molto di vero e, aberrazioni del sistema a parte, i “personaggi” possano trovare il loro spazio se hanno qualcosa di nuovo da dire e qualità adeguate.

Questa voce è stata pubblicata in "Amici", il mondo della tv e dello spettacolo e contrassegnata con , . Contrassegna il permalink.

6 risposte a Lo spettacolo ed i ‘personaggi costruiti ah hoc’

  1. elisabetta ha detto:

    “Qualcosa di nuovo da dire e qualità adeguate”…. Ecco, hai detto bene.

    Mi accorgo però molto spesso che si ricorre a quel “qualcosa di nuovo da dire” usando forme di comportamento, di look e a volte purtroppo anche di provocazione che non sono proprio nello scopo del termine…

    Anche l’aggressività e molto spesso la mancanza di rispetto e considerazione per gli altri viene invece che punita, premiata…. Allora, quel “qualcosa di nuovo” c’è, ma è un nuovo che non mi piace.

    Non sempre è così, ma il mondo dello spettacolo, e soprattutto quello televisivo, è un mondo che attrae troppi giovani e questo mi spaventa.

    Esso sta a significare che nella nuova generazione non esistono più quegli ideali di affermazione che non siano legati ad apparire e a rendersi popolari, nonché la voglia di cospicui e facili guadagni, anche a costo di vendere il proprio corpo, la propria anima e le proprie vere qualità e possibilità di migliore e più concreto futuro.

    E’ anche vero che è sempre più difficile per i giovani trovare lavoro, ma se invece che impiegare il tempo a cercare o inventarsi un lavoro più sicuro, lo perdono a rincorrere i vari concorsi di bellezza, le varie selezioni di programmi quale X Factor, Amici, grande fratello ecc. avranno perso, oltre che l’occasione di una vera occupazione, anche, e questo è per la maggior parte di essi, l’illusione che avevano puntato in quel sogno.

    Il mondo della musica e dello spettacolo in genere, non è per tutti e ognuno dovrebbe essere abbastanza critico e sincero con se stesso e riconoscere se è o no veramente tagliato e in quel caso e solo in quel caso, deve anche essere disposto a superare ostacoli e combattere battaglie dure, non mollando mai: cosa che invece quasi tutti non riescono ad accettare.

    Se piace, cantare, ballare o recitare, ma non se ne hanno grandi meriti, si può sempre farlo a livello amatoriale, per hobby, nel tempo libero…. Sarebbe, come per lo sport amatoriale, una sana maniera per non ciondolare in strada o stazionare nei bar attaccati alle micidiali macchinette mangiasoldi.

    Sono troppo dura? Si forse e me ne dispiace: anche a me piacciono i giovani e partecipo ai loro sogni, ma i sogni non bastano per vivere una vita….

    eli

  2. marisamoles ha detto:

    Condivido le riflessioni di Elisabetta e mi permetto di lasciare un link. E’ un articolo “vecchio” ma sempre attuale. Perché nessuno me lo toglie dalla testa che “amici” sia una gran montatura fatta ad arte. Non solo, si esaltano soprattutto i cantanti perché loro, poi, fanno vendere. Eliminati gli attori, scompariranno anche i ballerini … vedrete.

    http://marisamoles.wordpress.com/2008/11/16/%e2%80%9camici%e2%80%9d-di-maria-o-raccomandati-dagli-insegnanti/

  3. maranto ha detto:

    Le cose che dite sono belle a leggere,molti potranno anche condividere le vostre idee perchè in teoria è così,proprio come dite, ma noto che non siete abbastanza documentati, dite delle cose fatte , cose che si sono dette da sempre sul mondo dello spettacolo, e che ormai è luogo comune.Per fortuna, la stragande maggioranza,io compreso non la pensano come voi, altrimenti addio arte. Non c’è nulla da fare, siete distruttivi e per niente creativi. Gente come voi ci ha abituato a pensare che un artista che rompe i vecchi canoni e le abitudini di vedere sempre le stesse cose e guai a qualcuno che ci propone qualcosa di diverso. Celentanto “era pazzo ha fatto parlare di se tutt’Italia negativamente, ha rotto con la monotonia con il classicismo, noi Italiani abituati a sentire le voci filtrate al femminile di Luciano Tajoli, Gino Latilla,Carlo Boni ecct…….. Quel pazzo scatenato chi c’è l’ha portato?’ come si permettono a farlo apparire in tu? e cosi per tanti altri, oggi intoccabili Vasco Rossi, Zucchero e….e…..e…. ,.Inoltre vi epsrimente e date giudizi su persone che ancora non conoscete mettendo in discussione anche il cognome, ma, vi rendete conto di cosa dite?. Cercate di andare oltre, cercate di immaginare per un momenti quanti sacrifici stanno dietro, studi,centinaia di audizioni, concorsi canori ecct. e quando qualcuno, finalmente trova la strada giusta, si trovano persone che, tanto per dire qualcosa,giudicano senza conoscere. riflettete per favore.

    • frz40 ha detto:

      Caro ‘maranto’,

      forse non ha letto con attenzione il post, forse non ha letto gli altri miei articoli sul tema o, forse, non he ha capito lo spirito.

      Lo rilegga per favore.

      Poi mi spieghi in che senso saremmo ‘distruttivi’. Perché mettiamo in guardia tante mamme dal non buttare via soldi e fare sacrifici inutili solo perché la figlia, che ha capacità zero, ha un bel faccino, o un bel sedere, o delle belle tette? Forse perché riporto la testimonianza di una che ci ha provato e si è trovata in un mondo che non si aspettava?

      Dove sta scritto che siamo contro gli artisti che rompono i ‘vecchi canoni? Mi pare di sostenere esattamente il contrario e auguro ogni successo a chi dimostra di aver qualcosa di nuovo da dire e qualità adeguate.

      Con questo io non dico che sia Lei la persona che, tanto per dire qualcosa, giudica senza conoscere e non riflette prima di parlare; forse non ha solo letto bene.

      • marisamoles ha detto:

        Sei stato bravo, frz, a rispondere. Io l’80% del commento non l’ho capito, eppure l’ho letto più volte … ma forse non sono tanto perspicace e mi dispiace di non saper apprezzare l’Arte!!!

        🙂 🙂 🙂

      • frz40 ha detto:

        Per la verità non l’avevo capito nemmeno io 🙂

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...