Lei, lui, l’altro e quel bastardo di un cagnolino.

yorkshire_terrier
.
Mi è capitato, qualche anno fa, di passare da Gela, sulla costa meridionale della nostra bella Sicilia.

La città fu fondata nel 689-687 a.C. da Cretesi e Rodii e divenne una delle più importanti colonie greche in Sicilia. La storia recente, tuttavia ne ha fatto uno degli esempi più deteriori di come l’industrializzazione, nel caso quella del petrolio, possano rovinare un ambiente e rendere deprimente la vita locale.

Conta 76.000 abitanti e non mi sorprende che qualcuno di loro vada in cerca di “distrazioni”.

E’ il caso di questa focosa “lei”, 33 anni, madre di due figli, che, presa da evidente attacco “calore” , non trova di meglio che dire al marito “Vado a far fare due passi al cane”

Detto fatto, esce, e va al bar dell’amante, lega il cagnolino ad una fioriera fuori sul marciapiede, e lui , il barista, 50 anni, abbassa la saracinesca. Tutto è pronto per una sveltina.

Sarebbe andata bene se non fosse che il marito, 40 anni, metalmeccanico, sente voglia di andarsi a comprare un pollo fritto, qualche arancino e due porzioni di patatine. Passa davanti al bar dove la moglie si sta “distraendo” con l’amante, il cane lo riconosce e comincia ad abbaiare. Il tradito che fa? E’ facilmente intuibile, alza la saracinesca, entra, interrompe il coito, e, mentre lei “se ricompone”, massacra di botte il barista che, si capisce, coi calzoni giù, non può difendersi.

Sarà arrestato per aggressione. Ma che importa, cornuto vabbé, ma mazziato, no, per favore !!!!

Chiederà il divorzio. Ma a chi andrà quel simpatico yorkshire, il cagnolino preferito dalle donne?

Della storia, per la verità, esistono versioni contrastanti, questa è quella che ho ricostruito io con un po’ di fantasia, ma la morale è una sola: prenditi cura del cane, se non vuoi rovinare una famiglia.

Quel che mi sorprende, ma non più di tanto è che sia stata una “lei” a sentir voglia impellente di una sveltina in quella nostra Sicilia. Che tempi !!!!!

Fonti: Ciao People, La Voce

Questa voce è stata pubblicata in Stuzzichini e curiosità e contrassegnata con , , . Contrassegna il permalink.

4 risposte a Lei, lui, l’altro e quel bastardo di un cagnolino.

  1. Lou ha detto:

    Ma come si fa a lasciare il cane fuori mentre sei con l’amante in un paesino dove ti conoscono tutti !!! Tanto valeva lasciare un biglietto sulla saracinesca….ma che gente. Si saranno un po’ emancipati in Sicilia, ma sulla gestione lasciano a desiderare… 😉

    • frz40 ha detto:

      Mah……. bisogna poi vedere com’è la vera storia.

      Certo che così è proprio come dici: tanto valeva lasciare un biglietto, magari con su scritto, “scopo un momento e torno subito” 🙂

  2. elisabetta ha detto:

    Questa notizia non era sfuggita neppure a me….
    L’ho trovata oltre che ingenua da parte di quella moglie in cerca di distrazioni, anche divertente….
    Certo che per il marito è stato anche un colpo di fortuna e chissà se sarà grato a quel cagnolino che senza saperlo ha fatto la “spia” alla sua padrona e sarà la probabile causa del loro divorzio.
    Forse lui (il cagnolino) in cuor suo avrà pensato di essere un bravo cane per aver riconosciuto il padrone e si aspetterà di essere ricompensato….Una carezza in più, un biscottino o un osso.
    Niente carezza, niente biscottino e niente osso….. e questo, lui (il cagnolino) non riuscirà mai a capirlo.
    Ma che sfortuna per quella moglie traditrice….. e poi dicono che il cane è il miglior amico dell’uomo (ma forse non della donna in questo caso) e non ti tradirà mai….. Bella “balla”…….
    eli

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...