Solo più un futuro da ‘toy boy’


.
Poveri noi maschietti. Lo deduco da questo articolo di fonte IGN-Adnkronos “Anche le donne condannate a tradire, la moda dei ‘toy boy’ “ (questo il link)

Ce la siamo goduta per tanti anni con la “donna-oggetto”, una sorta di bambolina gonfiabile in carne ed ossa, e adesso siamo diventati “uomo-oggetto”, una sorta di vibratore usa e getta.

Così almeno ci dice Alberto Caputo, psichiatra e psicoterapeuta dell’Aispa (Associazione italiana di sessuologia e psicologia applicata) secondo il quale il tradimento è una ‘condanna biologica’ scritta nel Dna, un ‘must genetico’ che nel tempo si adatta ai nuovi modelli sociali e che non vale più solo per l’uomo, ma ora anche per la donna.

“Cambiando le condizioni sociali – ci dice – cambiano anche i modi con cui manifestiamo i comportamenti adattivi scritti dentro di noi”.

Ecco perché la donna, che “dagli inizi del Duemila ha potuto contare su un cambiamento drastico del proprio ruolo e su una più diffusa indipendenza economica”, se vuole essere infedele al padre dei suoi figli, o abbandonarlo, ora non si deve più nascondere: “Il rapporto con maschi più giovani viene vissuto ormai in un contesto di visibilità sociale. Anzi di apprezzamento, almeno da parte delle donne” che vorrebbero fare lo stesso, ma ancora non hanno trovato il coraggio o l’occasione.

La fuga col ‘toy boy’ (ragazzi ‘giocattolo’)- argomenta Caputo – rappresenta per la donna di oggi “la dimostrazione dell’aspetto opportunistico della poligamia femminile”. Ne è addirittura “il superamento”, perché non sempre con il suo giovane amante la donna mette al mondo altri figli. Semplicemente “lo usa”, visto che “in realtà il desiderio sessuale femminile è influenzato dagli ormoni molto più di quanto suggeriva in passato una visione maschilistica” della biologia, avverte lo specialista.

In conclusione, “la femmina del 2010 coniuga in sé la donna-oggetto degli anni ’70-’80 e la donna-manager degli anni ’80-’90, diventando donna dominante”: quella che ribalta i ruoli in ufficio, ma anche a letto”.

Che dire? Tempi duri : per noi vecchietti non c’ è più trippa per i gatti, per i giovani c’è solo più il ruolo del vibratore….

Prepariamoci allora al più presto per la controrivoluzione sociale: tutti in piazza per l’emancipazione dell’uomo e per le pari opportunità.

Oppure non ci resterà che prendere in mano un bell’uncinetto e mettere su un bel grembiulino per lavare i piatti. Forse potremo ancora goderci anche qualche partita alla TV (se la donna, però, non avrà fretta).

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Sorridiamo anche un po', Stuzzichini e curiosità e contrassegnata con , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...