Differenze a scuola, già nelle elementari

Un’Italia già diversa tra Nord e Sud fin dai banchi della scuola elementare.

Secondo la fotografia che emerge dall’ ultima rilevazione Invalsi (Istituto nazionale per la valutazione del sistema educativo di istruzione e formazione) già alle elementari i bambini degli istituti scolastici meridionali che hanno una media di risposte corrette nei test d’italiano e matematica inferiore rispetto a quella dei coetanei degli istituti delle regioni settentrionali.

La cosa vale si per gli alunni italiani che, ed ancor più, per quelli stranieri.

I dati si riferiscono a circa 46 mila alunni di seconda e quinta elementare, iscritti alle 1069 scuole campione distribuite su tutto il territorio nazionale.

Ce lo dice il Messagero in questo articolo

Chissà se questi dati sono esenti dai “comportamenti opportunistici degli insegnanti” di cui al mio precedente post sull’argomento, che trattava della rilevazione Invalsi per i bambini delle medie.

Fusse ca fusse la volta bona?

Questa voce è stata pubblicata in Scuola e contrassegnata con , , , . Contrassegna il permalink.

2 risposte a Differenze a scuola, già nelle elementari

  1. Vincenzo ha detto:

    Non conoscevo nelle cifre il fenomeno ma non avevo dubbi sulle differenze di preparazione scolastica tra Nord e Sud Italia.
    Per lavoro ho operato sia in Calabria (Crotone) che nel napoletano.
    Tra i figli di vicini di casa (con genitori entrambi laureati!), a cui mia moglie tanto per tenersi occupata dava lezioni e colloqui di lavoro da parte mia, in entrambi i luoghi citati ho memoria di un livello scarsissimo di preparazione sia tra neo diplomati che di laureati.
    Potrei raccontare annedoti anche “divertenti” se uno avesse poi voglia di ridere davanti a certe risposte ma, nella fattispecie, c’era da provare brividi di sconforto.
    Chiedere ad un ragazzino di TERZA MEDIA di nominare qualche poeta classico e…dopo un momento di perplessità, sentirsi rispondere: “Totò” con la poesia (seppur simpatica) ” ‘A livella”!
    Chiedere ad un PERITO CHIMICO, dopo una serie di risposte approssimative o sbagliate, tanto per dargli la possibilità di dire qualcosa, di voler spiegare il processo chimico generato da una batteria elettrica e scoprire …il vuoto assoluto! ..Persino sul più elementare dei fenomeni elettro chimici!
    E’ vero che non si deve generalizzare….ma come si faccia a raggiungere un diploma con simile impreparazione è incredibile….penso di potere affermare che al Nord sarebbe inconcepibile!
    E, per ovvi motivi di brevità, quelli riportati erano solo due esempi tratti da un campionario di ….”fiorellini”.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...