Michelito: il piccolo torero incornato a 12 anni

Da LaStampa.it di oggi (LINK)

Debutto con infortunio per Michel Lagravere: ha 12 anni ed è il più giovane torero ad aver preso parte a una corrida in Messico. “Michelito” è riuscito ad uccidere un toro di oltre 400 chili, ma con il secondo animale ha avuto la peggio ed è stato incornato.”Sono contento e orgoglioso di come ho gareggiato”, ha detto il giovanissimo torero in ambulanza, prima di essere portato in ospedale per curare le ferite riportate.Soddisfatti anche i genitori del dodicenne che respingono le accuse e le polemiche per la giovane età di “Michelito”: “Nostro figlio è nato per fare il torero

E voi per essere delle merde di genitori !!! Aggiungo io e chiedo scusa a chi legge per il termine, ma quando ce vò, ce vò.

Per questa volta non si era fatto nulla di serio.

E, comunque, se la piantassero anche lì con le corride, sarebbe solo ora.

Tanto in Messico quanto in Spagna, sono ormai una barzelletta. Leggo (LINK) che «il toro, prima di essere portato nell’arena, viene tenuto a digiuno per giorni, per farlo diventare debole; poi viene imbottito di anfetaminee tranquillanti vari. In questa maniera, quando entra nell’arena, fa fatica a reggersi in piedi. Certo, poi l’uso degli strumenti di tortura, come le banderillas (quei bastoni che si conficcano nella schiena del toro, e che sono dotati di una punta uncinata, fatta apposta per aprire una ferita che poi non si chiude più), provoca quel dolore che crea la reazione del toro. Ma è un toro che non ha la forza di muoversi. Sicchè uno deve solo fare un serio errore, per essere colpito, come è successo in questo caso»

Povero toro !!!

Questa voce è stata pubblicata in Adolescenti, Fatti e notixie dall'estero e contrassegnata con , , , , . Contrassegna il permalink.

10 risposte a Michelito: il piccolo torero incornato a 12 anni

  1. Vincenzo ha detto:

    Povero toro!!!!!!

  2. elisabetta ha detto:

    Mi dispiace dirlo, il mio non è certo un sentimento da buona Cristiana, ma quel bembino a me non ispira molta simpatia: come te, frz…. dico anch’io “povero bimbo” ma non perchè ne senta davvero un vero sentimento di pena, ma solo perchè lo reputo davvero un “povero bambino” nel senso di meschino perchè pur così piccolo non riesce a sentire lui stesso pena per le sofferenze di animali che vengono così barbaramente torturati e uccisi….

    Certamente questa freddezza e questa disumanità gli è stata trasmessa col DNA dai suoi genitori e anche dalla società che lo circonda e ama queste esibizioni sportive… (che di sportivo hanno solo l’arena dove vengono esercitati ).

    Il rispetto per gli esseri viventi non è solo un sentimento che ci viene trasmesso o insegnato, esso dovrebbe essere insito in ognuno di noi ed è quello che nutre il nostro cuore e la nostra anima e si trasforma e trasmette l’ amore.

    E anch’io, come Vincenzo mi sento di dire “Povero Toro”, ma anche aggiungo “Viva il Toro”…

    eli

    • frz40 ha detto:

      Anche il mio “povero bimbo” guarda alle cose che necessariamente gli sono mancate, per essere stato fatto crescere “torero”

      • marisamoles ha detto:

        Bel commento, frz. Ma lasciamelo dire, quest’altro “E voi per essere delle merde di genitori !!!”, però, è il non plus ultra!
        Non ti scusare, è esattamente quello che pensa la maggior parte della gente con un minimo di testa, che siano o meno genitori.

      • frz40 ha detto:

        Lo so e me ne dispiace, ma non ho trovato “di peggio”

  3. Lou ha detto:

    Io questa non la posso proprio sentire…
    Le corride sono uno spettacolo tremendo, non capisco cosa ci sia di divertente nel vedere ammazzare una bestia che quando entra nell’arena si regge a stento in piedi e nemmeno trovo così artistiche le mosse del torero…si, si c’é la tradizione, ma quando la tradizione é di questo genere potremmo evolverci un po’ dal giurassico?

    Poi qui i genitori di questo ragazzino “orgogliosi” del talento del figlio…. ma che tristezza infinita. Un bambino venduto nell’arena a suon di milioni di euro, che se anche riporta qualche ferita “sono i rischi del mestiere”….. io legherei ad un palo e farei incornare da un toro entrambi i genitori.

    😦

    Lou

  4. Alex ha detto:

    Quel bambino è un grande stronzo come i suoi genitori!!!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...