Sei stuzzichini per un sorriso

Un tale aveva una relazione con la sua segretaria.
Un giorno andò a casa sua e fecero l’amore tutto il pomeriggio
Stremato, cadde addormentato e non si risvegliò che alle 8 di sera.
Mentre si rivestiva in fretta e furia, disse all’amante di prendere le sue scarpe e portarle in giardino per sporcarle di fango ed erba.
Al ritorno a casa la moglie gli chiese: “Come mai così tardi? Dove sei stato”
“A far l’amore con la mia segretaria” Rispose.
E lei: “Sei il solito bastardo conta balle. Di nuovo al golf sei stato tutto il giorno!”

Una coppia di mezz’età aveva avuto due figlie femmine, ma aveva sempre desiderato anche un maschio.
E così, dai che ci dai, finalmente lei rimase incinta e dopo nove mesi diede alla luce il sospirato maschietto.
Tutto felice il papà entrò nella nursery per vedere il neonato. Ma che delusione. Era bruttissimo.
“Non posso credere di essere il papà di questo piccolo mostro, dope le due splendide bambine che abbiamo avuto. Non è, per caso, che mi hai combinato qualche scherzetto?” Disse alla moglie.
“No, questa volta, no”. Fu la gelida risposta.

L’Ufficiale crematore del paese stava per iniziare i suo lavoro, quel giorno, quando sollevò il lenzuolo che copriva Peppino Cuffàro. Non aveva mai visto nulla di simile, tanto Peppino era superdotato.
“Non posso permettere che si perda la memoria di un simile attributo – pensò – deve passare ai posteri” e detto fatto lo tagliò e lo mise nella sua borsa da lavoro.
Giunto a casa chiamò la moglie: “Ho una cosa straordinaria da mostrarti” – le disse, aprendo la borsa.
“Peppinielllo ! Venite, è morto Peppiniello!” lei esclamò gridando, affacciata alla finestra.

Gianni sentiva di essere ormai alla fine.
Sdraiato nel suo letto strinse la mano della moglie e le disse: “Voglio confessarti una cosa”
“Ma no, non importa, non pensarci, caro”
“Devo, devo farlo. Non posso morire senza dirti quanto ho mancato nei tuoi confronti”
“Dimmi, allora, se proprio ci tieni”
“Sì devo, voglio morire in pace. Mi son fatto le tue due sorelle, il tuo miglior amico e sua moglie, e pure tua madre. Perdonami”
“Sì, lo sapevo e ti perdono, ma adesso sta tranquillo, lascia che l’arsenico finisca di fare il suo lavoro!

Un tale entrò in un bar.
“Un caffè e una brioche per favore”
“Ecco a lei, sono dieci centesimi di euro”
“Così poco? – pensò – “Mi dia allora anche quel prosciutto e una bottiglia di whisky”
“Ecco signore, 20 centesimi.”
“Ma è lei il padrone, qui?”
“No è al piano di sopra con mia moglie”
“E che ci fa, di sopra, con sua moglie?”
“Quel che ci faccio io, qua di sotto, con i suoi affari.”

Lei era a letto, di notte, con l’amante, quando il marito rientrò improvvisamente, inatteso
In assenza di ogni possibile via di fuga, lo cosparse d’olio per il corpo, lo ricopri di borotalco e lo mise in piedi in un angolo.
“Cos’è quello?” Chiese il marito entrando nella camera.
“Una statua – rispose lei – l’ho vista dalla signora Rossi e ho pensato di prenderne una anch’io”
Senza aggiungere altro si coricarono, spensero la luce e cercarono di dormire.
Un paio d’ore dopo lui si alzò, andò in cucina e ritornò con una birra ed un panino. “Tieni – disse alla finta statua – sono stato due giorni da quella stronza della Rossi, nella stessa posizione, e nessuno si è preoccupato di darmi almeno un panino.”

Questa voce è stata pubblicata in Sorridiamo anche un po' e contrassegnata con . Contrassegna il permalink.

3 risposte a Sei stuzzichini per un sorriso

  1. elisabetta ha detto:

    Siiiiiiiiiiiiiiii , ci voleva un momento divertente oggi.. (giornata noiosa e lunga per me) e i tuoi 6 stuzzichini sono proprio stati per me 6 sorrisi….

    grazie
    eli

  2. paola ha detto:

    Sapessi raccontarle! Ma ho riso tanto!Grazie Frz Frz

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...