A proposito dello scaldar le teste calde

Manette e rivolta sociale.

Questo signore, ieri, a Roma, durante la manifestazione di protesta dei terremotati aquilani, non ha trovato di meglio che scimmiottare il celebre gesto delle manette di Mourinho.

Poi ha dichiarato: «Dobbiamo organizzare la resistenza perché la strada per la rivolta sociale è alle porte contro un governo sordo e cieco. Non c’è un settore della società che sia soddisfatto, tranne gli evasori e i malfattori».

Per quel gesto, per la verità solo ironico, a Mourinho furono comminate tre giornate di squalifica e una multa da 40.000 euro.

A questo signore?

Questa voce è stata pubblicata in Politica e contrassegnata con , , . Contrassegna il permalink.

9 risposte a A proposito dello scaldar le teste calde

  1. vincenzo ha detto:

    E perchè, dopo un gesto così provocatorio e irrispettoso del Potere, non dargli una bella “ripassata” con i manganelli?
    Anche l’olio di ricino non sarebbe da escludere!
    In un fulgido passato avrebbe imparato così a rispettare un governo illuminato!

    Vincenzo

    • frz40 ha detto:

      Ah, ah !!! 🙂

      Ma se a te sta bene così…………..

    • frz40 ha detto:

      Ieri, quando ho letto questo tuo commento, ho pensato “Ohhh, questa volta l’ho fatto davvero incazzare”. Mi son fatto una bella risata e ho chiosato con un semplice “Ma se a te sta bene così…………..”

      Sì, solo una solenne incazzatura può, infatti, spiegare l’interpretazione che hai voluto dare alla mia frase “A questo signore?”; interpretazione che pronunciata da chiunque altro mi avrebbe profondamente offeso.

      No Vincenzo. Nulla di “fascista” in quel “A questo signore?”. Perché aborro ogni forma di violenza, sia quella praticata dai burattini di piazza, sia, ed ancor più, quella istigata dai vari burattinai di turno. Nulla la giustifica. Di qualunque colore essa sia: nera, rossa, bianca, gialla o viola, che adesso va tanto di moda. E tu dovresti saperlo.

      Ma quel tuo commento mi fa riflettere. Se tu, che mi sei amico e che riconosco essere come persona normalmente equilibrata, arrivi, accecato dall’odio verso il Cavaliere, a far di questi pensieri e ritieni “normale” il comportamento di “quel signore”, mi chiedo dove possano arrivare certe teste calde.

      E te l’ho già detto, ma te lo ripeto, ti confesso che mi fa paura.

  2. marisamoles ha detto:

    @ frz

    Ieri mi sono astenuta dal commentare perché aspettavo che chiarissi con Vincenzo. Io avevo capito quello che volevi dire e credo anche il tuo amico. Chiaramente il suo intervento voleva essere provocatorio. Non so nulla del suo “odio” nei confronti del “cavaliere” ma mi sono stupita, ritenendolo una persona intelligente ed istruita, che potesse appoggiare il gesto e le parole, soprattutto quelle, del “signore” in questione. Per me, al di là di qualsiasi convinzione politica, Di Pietro è indifendibile. Non sa quello che fa né quello che dice. Offende gratuitamente e istiga alla violenza, lui sì che lo fa, quei poveretti che gli vanno dietro che sono più ignoranti di lui.

    M’interesso poco di politica, lo ammetto, ma voglio fare un esempio. Anche Casini sta all’opposizione ma lui sa comportarsi da vero signore e da persona saggia. Osservando e ascoltando lui e facendo un confronto con Di Pietro, non mi viene altro in mente che il vecchio detto “signori si nasce, non lo si diventa”.

    • frz40 ha detto:

      Quel signore è nato poliziotto. Alle manette e alla galera deve il suo successo.

      Poliziotti si nasce, e tali si rimane.

      Con tutto il rispetto per la categoria, quando fa il suo mestiere.

      • marisamoles ha detto:

        Non è nato poliziotto ma operaio. Poi ha studiato, è diventato commissario in Polizia vincendo un concorso, successivamente ha fatto carriera nella magistratura. Nessuno può negare che, giunto alla ribalta con “mani pulite”, abbia poi approfittato della notorietà per entrare in politica. Ho anche letto che politicamente nasce come uomo di destra: che gli è successo poi?
        In ogni caso, come ha detto Pasteur “non è la professione che onora l’uomo ma l’uomo che onora la professione”. Ma questo detto credo sia sconosciuto al “signore” in questione.

        Ora, come ho già detto, non voglio affrontare un discorso politico perché non ne ho le competenze, ma posso esprimere un parere in base a quello che vedo, leggo, sento: non mi pare che la sua “carriera” politica sia molto diversa da quella del cavaliere, nel senso che anche Di Pietro ha sfruttato la notorietà per assicurarsi un seguito. Credo che in quanto ad arroganza e beceraggine, difetti che Vincenzo attribuisce a Berlusconi, lui non sia da meno, anzi. Mi chiedo come abbia fatto tutto quello che ha fatto e non ho che una risposta: anche lui avrà sfruttato un po’ di conoscenze.

        In ultimo, l’opposizione deve fare il suo lavoro e in democrazia questo è un diritto sacrosanto. Ma l’invidia a volte spinge a comportarsi in modo non proprio esemplare. Se poi aggiungiamo che Di Pietro tanto signore non è, ecco le ragioni del “gesto” che anche a me, come a te frz, non pare proprio “non volgare”.

  3. vincenzo ha detto:

    Caro Frz,
    quello che tu chiami odio … odio non è. E’ disgusto per la sua beceraggine e arroganza.
    Quello che io non capisco, proprio specularmente a quello che tu chiami odio da parte mia è l’ incomprensibile incapacità di vedere queste cose da parte di persone che stimo e apprezzo!
    Non entro nei dettagli per non dare la stura ad una polemica che prevederei sterile e logorante.
    Ma, ti giuro, sono assolutamente sincero in quel che dico.

    Mi auguro di cuore che tu mi creda!

    In quanto alle frasi provocatorie … pensi che io ti immagini a manganellare o a somministrare olio di ricino? … Non scherziamo davvero! … neanche se lo vedessi! … penserei di essere impazzito!
    Ma. in una democrazia riconoscere ad un politico dell’opposizione di manifestare sia pur con un gesto molto esplicito ma non volgare, mi rassicura, non mi preoccupa.

    Vincenzo

    • frz40 ha detto:

      Caro Vincenzo. è propio quel considerare quel gesto ” molto esplicito ma non volgare, e rassicurante” che mi terrorizza.

      Non posso convincertene, ma mi terrorizza. Credilo.

  4. vincenzo ha detto:

    Da quel che percepisco ognuno ha paura …. sui due fronti!|

    Vincenzo

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...