I box dell’amore a pagamento

drive_thru_06

Sapete cosa sono quelli nella foto? Si trovano a Colonia, in Germania.

Sono box per auto. Sì ma un po’ speciali. Non sono per il parcheggio ma sono box del sesso, per sostarvi accompagnati da una prostituta.

“A questo punto? – direte voi – Siamo arrivati a questo punto?”.

Sì. E’ un modello che ha anche un nome: il cosiddetto «modello di Utrecht»: una serie di box destinati a far sparire, almeno dalla vista, le numerose prostitute che ad ogni ora del giorno e della notte offrono le loro prestazioni a cielo aperto.

Si tratta di box in legno o metallo all’interno dei quali i clienti possono accedere direttamente in auto, con la possibilità di avere a disposizione un posto discreto dove appartarsi. Un specie di drive-in, ma senza la proiezione dei films. Non molto diversi dai motels per gli amanti, insomma. E molto più economici.

La stessa idea è stata adottata in precedenza dall’Olanda e da molte città tedesche. Anche Zurigo ci si sta pensando: «La situazione è insostenibile – ha sottolineato il portavoce della polizia di Zurigo, Reto Casanova, – Non possiamo eliminare la prostituzione per cui dobbiamo imparare a tenerla sotto controllo».

In Germania si è provveduto a sistemare vicino ai box dei distributori automatici di preservativi e persino una caffetteria con snack-bar. Credo che facciano anche pagare un ticket per l’accesso. Un piccolo business, insomma.

Scandaloso? Squallido? Forse.

Ma molto meglio di quanto capita qui da noi. Leggete questa (e non è certo l’unico caso): “Treviso. Si apparta con una prostituta in camporella: presi a sprangate e rapinati”.

Ben gli sta?

Ma dai, donne, non dite così !!!!!

.

(Da: Il Corriere e Il Gazzettino)

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Fatti e notixie dall'estero, Problemi sociali e contrassegnata con , . Contrassegna il permalink.

13 risposte a I box dell’amore a pagamento

  1. marisamoles ha detto:

    Se quando hai scritto «Ben gli sta? Ma dai, donne, non dite così !!!!!» hai pensato a me, ti sbagli.
    Pur essendo contraria ad ogni forma di prostituzione, ritengo che quest’idea dei box non sia male. Non potendo abolire il fenomeno, sono d’accordo con le iniziative che ne favoriscono il controllo e la tutela.

    Il mio ragionamento è sempre quello: come per il fumo, è difficile smettere finché lo Stato venderà le sigarette, così sono dell’idea che la prostituzione non sarà mai debellata finché ci saranno uomini che vanno a pu***ne … in tutti i sensi.

    • frz40 ha detto:

      Non mi riferivo a te ma alle donne in generale e ad un’altra mia lettrice, in particolare, che, vedrai, non tarderà a farsi viva. 🙂

      • elisabetta ha detto:

        Se a quella tua lettrice ti riferisci a me…. Eccomi!!!
        Ma di questo argomento mi pare di averne già parlato e in tale occasione avevo riportato l’episodio visto in TV alla trasmissione “Forum” con Rita Dalla Chiesa, dove l’iniziativa di un proprietario di terreno che aveva cintato tale terreno e vi aveva creato un parcheggio a pagamento, proprio da utilizzare per coppie che vogliono appartarsi e nel contempo sentirsi più sicure e protette, aveva scatenato il disappunto di alcuni condomini vicini al “posteggio” che non gradivano tale promisquità, adducendo alla cattiva educazione che ne ricevevano i loro figli ….
        Se vai a riguardare tra i tuoi post passati, puoi ritrovare tale commento al quale mi pare nessuno dei tuoi lettori era d’accordo,
        mentre a me era sembrata una idea buona e intelligente e che, come vedi, qualcun altro (di altra nazione in questo caso), magari in forma diversificata, ha preso pure in altrettanta considerazione…..
        Non ricordo con quale titolo era il tuo post al quale ora mi riferisco, ma forse tu lo ricordi meglio di me….
        Se lo trovate, andatelo a rileggere.

        eli 🙂

      • frz40 ha detto:

        Nemmeno tu sei l'”indiziata”. 🙂

        Ricordo benissimo quel tuo commento; chi vuole lo può trovare qui.

  2. vincenzo ha detto:

    Buon giorno a tutti,
    Per andare al post, mi sembra una soluzione razionale di un problema che esiste in tutto il mondo civile e non vale solo per incontri con prostitute … ci siamo dimenticati di certa cronaca nera nei confronti di fidanzati aggrediti da delinquenti maniaci o anche “solo” borseggiatori?
    Non tutti possono permettersi hotel, motel, alberghetti a ore o quant’altro.
    I fenomeni, sia delle copiette, sia della prostituzione, esistono da sempre … non vedo pertanto come si possa non essere favorevoli ad una soluzione valida sia sotto il profilo della sicurezza, sia della pubblica morale.

    Vincenzo

  3. lorettadalola ha detto:

    Et voilà, eccomi quà! Vinco un premio? Mi aspettavi eh…sai quanto sono contraria a sporcare il concetto di amore con il vile denaro…il fantastico mondo dell’amore è tra le più importanti esperienze emotive della nostra vita, guardarsi, scambiarsi parole, fantasie, fremiti, annusarsi, toccarsi senza un’immediata finalità predatoria, spogliarsi coinvolgendo aree corporee favorisce la consapevolezza delle diverse sensazioni procurate dal corpo, nudo e vestito, dell’altro e accresce il benessere fisico e psicologico. Carezze , coccole e massaggi consentono di recuperare il piacere del contatto e di riscoprirsi, pelle contro pelle, con la libertà di concepire la sessualità anche senza penetrazione. Assaporare il corpo dell’altro, esprimendo la passione per consolidarla con l’intimità e con il piacere finale…
    Si può fare con una prostituta? Si può quantificare? Se rispondi affermativamente mi do alla strada subito, visto che ho fame d’amore!

    • frz40 ha detto:

      Eccola!

      Comunque, sì, meriti un premio per il tuo inno all’amore.

      Che il sesso senza amore esista e sia largamente praticato, però, non lo puoi disconoscere.

      Dice Francesco Alberoni in un suo articolo che ho citato in un mio precedente post: «Noi usiamo la stessa espressione, fare l’amore, per indicare due cose totalmente diverse. Hanno fatto meglio gli americani, nella loro pratica semplicità, a introdurre quella brutta espressione «fare sesso» che ha il vantaggio di dirci che il sesso si può fare come una qualsiasi cosa pratica: fare un bagno, fare colazione, fare la spesa.».

      Woody Allen fa dire ai due protagonisti di Manhattan:
      Mary: Il sesso senza amore è un’esperienza vuota!
      Isaac: Beh, ma tra le esperienze vuote è una delle migliori.

      Qualche altro granello di saggezza?
      C’è chi dice che «per ingannare l’attesa del grande amore è sempre meglio del giardinaggio» (anonimo.)
      C’è aggiunge che «La grande differenza fra il sesso a pagamento e il sesso gratuito è che di solito il sesso a pagamento costa molto meno». (Brendan Behan)
      E chi ammonisce che «Una delle controindicazioni del sesso è che può trasformarsi in amore». (anonimo)

      D’altra parte tu stessa hai pubblicato un post sul Kamasutra fin dai tempi degli egizi, e non mi verrai certo a dire che quelle illustrazioni nascevano tutte da rapporti d’amore.

      Se la cosa dunque esiste, il problema diventa se e come disciplinarla e mi pare che questi box dell’amore non siano proprio da censurare e buttar via.

      Nel proprio intimo, poi ognuno di noi è libero ci comportarsi come meglio crede.

      Continuando con le citazioni, però, potrei dire «chi si contenta, gode» oppure che va a finire che «chi troppo vuole nulla stringe».

      Attenta comunque ai grandi sogni. E’ di lì che nascono le più cocenti delusioni.

  4. lorettadalola ha detto:

    OOOHHH un pò colpita ma non affondata! Condivido e approvo il concetto che ognuno deve vivere le proprie emozioni o pulsioni come preferisce – io da brava combattente degli ideali dell’amore sessuale e non continuo sulla mia strada del: “meglio poco ma buonissimo!” …alla prossima, tanto ci sarà…un abbraccio
    P.s. per il premio passa quando vuoi! ih ih ih

    • marisamoles ha detto:

      Certo è, caro frz, che le “tue” donne più affezionate vogliono tutte occupare un posto speciale nei tuoi pensieri! 🙂
      D’altronde, tu hai scritto “Ma dai, donne, non dite così !!!!!” … hai usato il plurale, quindi ci stiamo tutte. 🙂 🙂 🙂

  5. paola ha detto:

    Cara Loretta, come Ti comprendo! Condivido il Tuo pensiero che Tu hai espresso con passione. Penso comunque che tutto il nostro bel pensare si riduca alla solita retorica trita e ritrita tra il pensiero dell’uomo e quello della donna. Due corpi diversi e due anime diverse. Laddove c’è la fusione di ambedue si sublima l’amore che ha bisogno di tutto quello che dici tu per infiammarsi. Per il sesso bastano due lire e una tettoia arruginita. Ancora la soluzione perfetta non è stata trovata. Del resto la civiltà evolve , se vogliamo , anche in peggio.Peccato ….Donne , calpestate, buttate, illuse, prese e poi abbandonate. Usate in quei canili in serie. Per essere una soluzione è una soluzione…. ma quanto è brutta ..!!!

    • frz40 ha detto:

      Cara Paola, dici bene ma voglio spezzare una lancia a favore dei maschietti: quanti sono quelli “calpestati, buttati, illusi, presi e poi abbandonati”. Usati forse non in quei canili in serie, ma comunque distrutti da una donna?

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...