La vera molla che determina le azioni dell’uomo.

 

Piramide di Maslow

Un amico, l’altro giorno, mi ha detto una frase che mi ha fatto molto riflettere.

Mario è oltre la settantina; prima di ritirarsi in pensione ha avuto una vita importante.  Quando ha lasciato il lavoro, lo ha fatto per godersi in pace il calore della moglie, della figlia e dei nipotini negli ultimi anni di vita.

Nel frattempo però la figlia ha dovuto trasferirsi all’estero, in un lontano paese asiatico, per seguire il marito chiamato laggiù a un importante incarico. Li può solo più abbracciare un paio di volte l’anno, nelle grandi festività. Dopo un paio d’anni anche la moglie gli è venuta  a mancare. Ora Mario è solo e il suo desiderio sarebbe di veder ritornare in Italia la figlia e i nipotini.

Gli ho chiesto se pensa a un rientro in tempi brevi.

«No – ha risposto – non lo credo. Mio genero ha solo cinquant’anni e a quell’età è difficile rinunciare a …………».

Provate a completare voi la frase. Che cosa avrà detto Mario?

– rinunciare agli alti guadagni?

– rinunciare alla carriera?

– rinunciare alla vita agiata che solo laggiù può permettersi?

– rinunciare a quel mare e a quei tramonti?

– rinunciare agli amici del luogo o alla bella vita sociale?

Niente di tutto questo. La frase è stata: «Mio genero ha solo cinquant’anni e a quell’età è difficile rinunciare al comando».

Già, proprio il comando. E credo che Mario abbia veramente ragione. Il comando è la principale manifestazione del potere. E la ricerca del potere è la molla che muove le decisioni dell’uomo. Sia nei piccoli che grandi situazioni sociali. Siano essi un piccolo gruppo di persone, sia uno stato o una nazione. 

Diceva Sant’Agostino che non vi è differenza tra il potere di un re – che governa su una nazione – e il potere di un capitano pirata che governa sul suo piccolo bastimento. Si tratta di una semplice differenza di grado.

Ed è alla sete di potere che l’uomo è disponibile a sacrificare ogni cosa. Affetti, moralità, ideologie.

Ne abbiamo dimostrazioni ogni giorno, anche, e soprattutto in campo politico.

Voler comandare, volere esercitare il proprio potere!

O sbaglio?

Questa voce è stata pubblicata in Emozioni, pensieri, riflessioni e ricordi e contrassegnata con , , , . Contrassegna il permalink.

3 risposte a La vera molla che determina le azioni dell’uomo.

  1. agersocialslow ha detto:

    Post di grande coerenza e significato. Stavo per dire potere non ne ho ma poi ho pensato al piccolo capitano e comunque il desiderio non manca. Ma sacrifichiamo dei profumi forse che non riusciamo più a sentire. Siamo tutti raffreddati….per certi versi etimologicamente, senza calore. Saluti.

  2. vincenzo ha detto:

    Scusa Frz,
    Se la persona in questione fosse un militare, e questo non è un dettaglio per una corretta valutazione di giudizio, quando si parla di “comando” ,in quell’ambiente che ho conosciuto da vicino, si sott’intende il periodo nel quale viene affidato appunto il “comando” ad un determinato “comandante” per dirigere un distaccamento, reparto o quant’altro.
    Dal numero dei “comandi” e dai livelli di responsabilità ricoperti dipende la carriera di un ufficiale.
    Rinuniare ad un “Comando” e chiedere, come nel caso, un rimpatrio, porterebbe molto probabilmente ad una mancata promozione, e in quell’ambiente con i pochissimi “comandi” oramai a disposizione, a causa della riduzione drastica degli effettivi, l’Esercito non offre certo altre opportunità.
    Pertanto il termine Comando non va inteso come “bisogno” umano ma è la terminologia corretta per indicare uno stadio della carriera di un militare.
    Se invece il soggetto in questione non fosse un militare in carriera il tuo commento sarebbe condivisibile.

    Vincenzo

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...