Il merlo impertinente

La notizia:

Cento euro di multa e un mese di tempo per educare il suo merlo a ‘salutare’ con rispetto la vicina di casa.

Il tribunale degli animali, Aidaa, ha accolto le richieste di una ventenne ucraina che lavora come ragazza immagine in alcuni night club, sparsi per le province di Como, Lecco e in Valtellina.0

La giovane, che abita in una villetta a nord di Lecco, ha deciso di rivolgersi al tribunale, perchè esasperata dal saluto dell’uccello dei vicini. Un esemplare di merlo indiano adulto che, ogni qualvolta che lei entrava o usciva dalla sua abitazione, scandiva le parole: “Buongiorno tro…“.

Particolare fastidioso, nonchè imbarazzante, soprattutto perchè l’uccello ‘esternava’ anche quando la donna arrivava a casa in compagnia di amici o parenti.

Nei giorni scorsi, in via riservata (hanno chiesto il rispetto della privacy), le parti sono comparse davanti ad una sezione straordinaria del tribunale degli animali di Milano che, dopo aver sentito la signorina, il merlo e il proprietario dell’uccello, ha dato al padrone un mese di tempo per insegnargli a dire ‘Buongiorno signorina’. L’uccello ora si trova, quindi, oltralpe in un centro dove vengono rieducati anche i pappagalli e vi rimarrà circa tre settimane.

“A volte è proprio vero che ci capitano casi assurdi – ha commentato Lorenzo Croce presidente nazionale di Aidaa – quando sono stato informato di questa vicenda mi sono messo a ridere, ma poi, dopo aver parlato con la ragazza, mi sono reso conto del disagio che provava nell’essere definita in quel modo dal merlo: da qui la convocazione delle parti e la decisione di rieducare il merlo e le scuse del padrone che ha risarcito in maniera simbolica la ragazza con cento euro”.

La donna ha rinunciato a denunciare il proprietario del merlo per avergli insegnato ad insultarla. Mentre quest’ultimo si è giustificato dicendo che non lo aveva addestrato per insultare la ragazza (che abita da pochi mesi vicino a lui), ma per offendere la precedente inquilina della casa, una signora con la quale non andava d’accordo.

E’ troppo carina, non potevo perdermela! 🙂 🙂

Fonte: Agi da: Quotidiano Net

Questa voce è stata pubblicata in Fatti e notizie dall'Italia, Stuzzichini e curiosità e contrassegnata con , , , . Contrassegna il permalink.

11 risposte a Il merlo impertinente

  1. marisamoles ha detto:

    Be’, anche se il padrone avesse addestrato il merlo ad insultare la precedente inquilina e non la ballerina, il maleducato rimane lui, non il merlo. E sempre lui sarebbe da ri-educare!

    A proposito di merli indiani, ti racconto quello che mi è successo molti anni fa.
    Avevo i bambini piccoli e anche la casa più piccola di quella in cui vivo ora. Parlare al telefono in santa pace era praticamente impossibile. Stavo comunicando con un rappresentante di libri al quale avevo chiesto di spedirmi i testi scolastici in saggio, quando ad un certo punto mi chiede: “Ha un merlo indiano!?”. “No”, risposi, “due figli italiani!”. 😦

  2. lorettadalola ha detto:

    Povero merlo ha dovuto adattarsi ad imparare la lingua della stupidità umana alla quale non c’è limite!

  3. elisabetta ha detto:

    Ho anch’io un piccolo aneddoto da raccontare sul merlo indiano.

    Alcuni anni fa, mi raccontava una conoscente, era andata a casa di una signora che le avevano segnalato fosse una buona sarta e avesse prezzi modici.
    La conoscente voleva farsi confezionare alcuni capi e quando suonò alla porta di casa, sentì una voce che diceva “non c’è nessuno”, era strano, ma visto che tardavano ad andare ad aprire, stava già tornando sui suoi passi, quando si è sentita chiamare indietro: era la sarta che si scusava, il suo merlo indiano, aveva l’abitudine di pronunciare quella frase (non si sa come o dove l’avesse imparata) e non c’era verso di farlo tacere ogni volta che sentiva o vedeva qualcuno che suonava alla porta. Così la poveretta era sempre costretta ad aprire al più presto per non perdere le visite e le clienti.

    Spero si sia decisa a mettere un cartello:
    “il NON C’E’ NESSUNO lo dice un merlo, ma voi non credeteci”

    🙂 eli

  4. vincenzo ha detto:

    Bravo merlo!
    Hai ragione Marisa ma il merlo è effettivamente da ri-educare mentre il suo proprietario, ineducato, semplicemente … da educare.

    🙂 Vincenzo

  5. Quarchedundepegi ha detto:

    Quasi quasi mi compero un bel merlo indiano. Troppo simpatico!

  6. Quarchedundepegi ha detto:

    Trovo interessanti le parolacce!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...