Per sorridere anche un po’

E visto che le altre 23 mail, di cui al post precedente, non sono state di brutte notizie, continuiamo a cercar di star allegri con questa storiella, che mi ha mandato Luisa (grazie)

L’AVVOCATO RATTAZZI

Una sera la moglie minaccia il marito “Stasera mi porti fuori altrimenti me ne vado e ti lascio senza una lira!”

“Ma lo sai cara che se sto fuori fino a tardi è perché lavoro come un asino per essere degno di te..”

Discussione lunghissima, finché l’avvocato acconsente benché contrariato:sono ormai le 23.00.

Si vestono per benino, chiamano un taxi ed escono. A un certo punto la moglie vede l’insegna di un night club:

“Dai caro portami lì che non sono mai stata in un posto così….”

“Ma no cara, non è un posto per gente di classe come te… come noi….”

Sì dai, no dai, sì dai no dai… alla fine la vince la moglie.

All’entrata, il Portiere: “Ohhhh, il caro avvocato Rattazzi, benvenuto…”

“MA COME! Ti conoscono???? Sei già stato qui, bastardo!”

“Ma no amore, forse una volta… sai con quel cliente, Sanchez, l’industriale argentino…”

La moglie si calma leggermente ma ormai la serata è rovinata. Entrano e la guardarobiera fa:

“Buonaseeera avvocato, dia pure a me il bel cappottino..”

“E adesso, non mi dire che per una sola volta, anche la guardarobiera si ricorda di te!!”

“Ma no, è che Sanchez le aveva lasciato una mancia da paura e allora…lei si ricorda..”

Si accomodano a un tavolo sul fondo, e il cameriere: “Il solito per lei e la signora, avvocato?”

“ADESSO BASTA! TU QUI SEI DI CASA! BASTARDO!”

“Ma nooo cara, questo è Pino, ti ricordi? il cameriere del bar sotto il mio ufficio, adesso ha cambiato lavoro… e conosce i miei gusti.”

La moglie è sempre più nervosa, finché inizia lo spettacolo, esce sul palco una spogliarellista formosissima che inizia a togliersi i vestiti, restando a seno nudo.

A questo punto, riconosce Rattazzi in fondo alla sala e sbotta maliziosa:

“Di chi sono questi bei tettazzi?”

E il pubblico tutto in coro: “DELL’AVVOCATO RATTAZZI!”

Applauso generale, fischi e grida. La moglie ormai isterica, salta in piedi e corre fuori dalla sala, urlando insulti al marito:

“BASTARDO! CANE! TRADITORE! GIUDAAAA!”

Il marito la raggiunge e riesce in extremis a saltare dentro il taxi.

Intanto la moglie continua a insultare il marito, cercando di dargli dei pugni…

La scena prosegue, finché il tassista si gira e fa: “Di troie ne abbiamo imbarcate tante, caro avvocato, ma rompicoglioni come questa MAI!”

Questa voce è stata pubblicata in Sorridiamo anche un po' e contrassegnata con , . Contrassegna il permalink.

Una risposta a Per sorridere anche un po’

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...