Il pubblico in TV nei dibattiti politici

Riporto queste parole di Sergio Romano scritte oggi nelle “Lettere al Corriere” a proposito del tema in oggetto.

“In un buon dibattito politico, invece, gli schizzi del pennino (quelli del pubblico che applaude) non dovrebbero esserci.

Dovrebbero esservi le tesi, le contestazioni, le contraddizioni, esposte con forza ma chiaramente e pacatamente di fronte a un arbitro invisibile, composto da milioni di persone chiamate a giudicare individualmente. Quando discutono in presenza di un pubblico visibile, invece, i partecipanti sono inevitabilmente indotti a comportarsi come nei comizi dove la battuta, l’insulto, la barzelletta, la provocazione conquistano gli applausi più di un argomento svolto razionalmente. Credo che questa politica-spettacolo, queste risse orchestrate da moderatori che sono spesso felici di attizzare il fuoco, siano una delle cause della
mediocrità e della volgarità del dibattito pubblico italiano.”

Condivido al 100%

Questa voce è stata pubblicata in Disinformazone e faziosità, il mondo della tv e dello spettacolo. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...