“Siamo già a Natale” …

Natale !!! Poteva il simpatico “Manuale si Conversazione” ovvero “Come fare bella figura in salotto senza necessariamente sapere quello che si dice”, di Andrea Ballarini, per “Il Foglio”, farci mancare la solita raccolta di banalità e luoghi comuni? Certo che no. Eccoveli:

– Siamo già a Natale.

– Come passa il tempo: solo ieri era Pasqua.

– Prefigurarsi il delirio degli acquisti e la frenesia del traffico. Esprimere il desiderio di risvegliarsi il 7 gennaio.

– Senza neve non è Natale.

– Avere abolito i regali qualifica come persone di grande indipendenza di spirito, restie ai compromessi della società consumistica. Spiare con compiacimento gli sguardi d’invidia degli astanti.

– Il Natale quest’anno non l’ho sentito per niente. Ogni anno sentirlo meno del precedente.

– Le pubblicità dei panettoni e dei pandori sono le stesse anno dopo anno, così hanno finito per diventare loro la vera tradizione.

– Detestare tutti i bambini delle pubblicità natalizie senza eccezione.

– Sono spariti gli zampognari. Dolersene.

– Sono ricomparsi gli zampognari. Rallegrarsene.

– Ricordare che Babbo Natale è un’invenzione della Coca-Cola suggerisce una visione laica e disincantata della vita.

– Ma Babbo Natale e la Befana hanno una relazione clandestina? E se sì, perché non la ufficializzano invece di continuare ad andare per tetti?

– Sostenere l’inopportunità di rivelare troppo presto ai bambini che non è Babbo Natale a portare i regali, affinché non diventino stronzi materialisti prima dell’adolescenza.

– A Natale si dovrebbe essere tutti più buoni, per questo, di solito, si litiga con i familiari: le aspettative sono una iattura.

– Ogni anno ripromettersi di mangiare normalmente, quindi lasciarsi travolgere dal cenone di sei ore.

– Ogni anno c’è sempre un invitato al cenone che non avete la minima idea chi sia.

– Ci sono due grandi partiti: quelli che aprono i regali alla mezzanotte e non un attimo prima e quelli che non resistono e all’antivigilia scartano i pacchi. Poi c’è una minoranza perniciosa che non sa trattenersi e rivela quel che c’è nel pacco.

– Per via della crisi le luminarie natalizie cominciano ad assomigliare a decorazioni funebri. Lagnarsene scuotendo la testa e ricordare anni in cui l’intera città era illuminata a festa.

– Dopo i pranzi natalizi resta sempre un panettone appena cominciato che poi viene intinto nel tè per la settimana seguente. Dirlo in tono sognante come se si trattasse della madeleine proustiana.

– Più che altro è una festa per i bambini, perché se fosse per me…

– Riciclare i regali è legittimo, il difficile è sapersi fermare. Per esempio, il set da parmigiano con il tagliere rotondo diviso in sei settori con relativi coltellini è già oltre.

– L’albero di Natale è laico, il presepe è confessionale, inoltre fa subito Natale in casa Cupiello.

– Il Natale allora sì che era una festa vera/cominciavo ad aspettarlo quattro mesi prima/i regali mi duravano una settimana… (Francesco De Gregori)

Questo è il link.

 

Questa voce è stata pubblicata in Natale e altre ricorrenze, Sorridiamo anche un po' e contrassegnata con , . Contrassegna il permalink.

6 risposte a “Siamo già a Natale” …

  1. marisamoles ha detto:

    «Ci sono due grandi partiti: quelli che aprono i regali alla mezzanotte e non un attimo prima e quelli che non resistono e all’antivigilia scartano i pacchi. »

    Su questo sono sempre stata intransigente: i pacchi non si aprono prima di mezzanotte! Due anni fa mio figlio Massimo mi ha chiesto i soldi per prendersi una consolle per suonare, dicendomi: me la prendo da solo, tu non hai la minima idea di cosa sia. 😦
    A malincuore ho ceduto ma gli ho detto: però mi dai la confezione che ti faccio il pacco da mettere sotto l’albero. Sguardo di commiserazione. 😦 Mi ha dato la scatola vuota dicendo: se vuoi, incarta questa. L’ho fatto. 😕

  2. marisamoles ha detto:

    P.S. Complimenti per la foto! 😯

  3. elisabetta ha detto:

    🙂 ne hai dimenticata una:

    “Non ci sono più i Natali di una volta”…

    E chi più di me poteva ricordartela?…. E oramai diventata la battuta che mi distingue.

    Buon Natale a tutti (anche se con molto anticipo)…

    eli

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...