A proposito di escort

Per iniziare la settimana con un sorriso eccovi i gustosi luoghi comuni del simpatico “Manuale si Conversazione” (Come fare bella figura in salotto senza necessariamente sapere quello che si dice), di Andrea Ballarini, per “Il Foglio

Il tema dellla dettimana: Escort & Gigolò

Sono un bel modo per chiamare in un modo nuovo delle cose antiche.

Se le chiami escort le puoi invitare in tivù, altrimenti no.

– Ma con tutti i sinonimi che c’erano, proprio come una brutta auto degli anni ’60-’90 dovevano chiamarle?

– Non sono ancora riusciti a riaprire le case chiuse perché non hanno trovato un bel nome di rappresentanza per chiamarle.

–Se ti beccano a trans è l’infamia, se ti beccano a escort, può essere lo splendore sociale.

– Al casino si portava il figlio un po’ impacciato al compimento della maggior età. A escort, invece, ciascun per sé.

– Essere favorevoli alle agenzie di escort perché contribuiscono a tenere pulite le strade.

– Essere contrari alle agenzie di escort perché ledono la dignità della donna.

Essere disposti a discutere la legittimità delle agenzie di escort, nel caso in cui paghino le tasse, rivela una visione laica di tipo mitteleuropeo.

– Prima ero un cornuto, ma da quando la mia fidanzata fa la ragazza immagine, sono diventato un manager del turismo. Le parole sono importanti.

– Una volta le professioniste del settore avevano una carriera prefissata per la terza età, ora le escort anziane credo che le rottamino.

Nessuno è figlio di una escort anche se lo è.

– Il mestiere della meretrice ha nobili ascendenze culturali: Filumena Marturano, Cabiria, Rocco e i suoi fratelli, Bella di giorno ecc. Il mestiere dell’escort non ha lo stesso charme.

– In Norvegia a 111 km a Est di Oslo c’è un paesino di nome Puttane. Elogiare l’Edipeo enciclopedico della Settimana Enigmistica.

– Fino a poco fa fare la escort era un mestiere avvolto nella massima discrezione, oggi richiede grandi capacità mediatiche; neanche i ciclisti hanno avuto un’evoluzione paragonabile.

– I gigolò sembrano sempre usciti dalle fotografie in vetrina dei saloni da parrucchieri: Richard Gere in American Gigolò ha creato delle aspettative destinate a essere inevitabilmente deluse.

Abitualmente le escort sono belle, i gigolò non necessariamente. Anche qui la parità sessuale è ancora di là da venire

L’articolo originale lo trovate qui, su Il Foglio.it

Questa voce è stata pubblicata in Sorridiamo anche un po' e contrassegnata con , , , . Contrassegna il permalink.

2 risposte a A proposito di escort

  1. marisamoles ha detto:

    Perché definisce la escort “una brutta auto degli anni ’60-’90 “? Noi ne abbiamo avute due, rigorosamente station-wagon (sai, con due figli!), ed erano bellissime. Per me è il nome dato alle p…… che rende l’immagine della vecchia auto meno bella. 🙂

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...