L’invidia (e una buona cura)

Lo leggo dal “Buongiorno” di oggi:

Se a ciascun l’interno affanno
Si leggesse in fronte scritto
Quanti mai, che invidia fanno
Ci farebbero pietà! 

(Metastasio)

Non mi sembra una cattiva cura.

Questa voce è stata pubblicata in Aforismi, pillole di saggezza e detti popolari, Emozioni, pensieri, riflessioni e ricordi e contrassegnata con , . Contrassegna il permalink.

7 risposte a L’invidia (e una buona cura)

  1. musicaealtro ha detto:

    L’invidia?? bhe sì è un’ottima cura soprattutto per invogliare a dare il meglio di se no??

  2. quarchedundepegi ha detto:

    E bravo il Signor Metastasio!

  3. elisabetta ha detto:

    Bello questo pensiero di Metastasio, ed anche molto veritiero…

    A volte abbiamo l’impressione, quando le cose non ci vanno bene, di vedere negli altri più serenità e fortuna, senza riuscire a intravvedere invece anche negli altri quegli “affanni” (come dice bene il poeta) celati nel loro intimo.

    C’è anche un vecchio detto che dice “Se ognuno portasse in piazza i suoi problemi, quando vede quelli degli altri se ne ritornerebbe a casa ancora con i propri”

    Ma voglio anche dire che spesso si usa impropriamente la parola “invidia”….

    Invidiare non sempre è essere cattivi o malauguranti con chi si invidia: si può invidiare anche nel senso buono…e a volte anche commuovendoci ….
    Chi di noi non ha mai osservato una giovane coppia innamorata o un bambino felice e non ha provato insieme alla commozione un senso di “invidia”… invidia però dettata solo da una nostalgia di tempi per noi oramai passati, sentimenti oramai consumati e che non torneranno più… è un’invidia quindi legata a emozioni vissute e mai cattiva, è un’invidia nostalgica, dolce ed affettuosa.

    Per l’altra invidia (quella negativa) c’è un pensiero di François La Rochefoucauld che dice:
    “Ci si vanta spesso delle passioni, anche delle più criminose, ma l’invidia è una passione timida e vergognosa che non si osa mai confessare”

    eli

    • frz40 ha detto:

      Non so come chiamare quella che tu hai definito invidia buona, positiva, ma è un sentimento che più passano gli anni e più è ricorrente e rende dolci i ricordi.

      Ben venga. E’ ancora amore per la vita.

  4. vincenzo ha detto:

    Cara Elisabetta,
    in effetti quella che tu chiami “invidia positiva” e che appartiene ad una accezione del termine “invidia” che peraltro nel linguaggio comune in effetti è ricorrente, non credo sia una forma di invidia, che è sempre deprecabile, ma più propriamente di “nostalgia”….ahimè!
    Con simpatia
    Vincenzo

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...