Una domanda: la faccia del porco è diversa da uno all’altro?

Dal “Cucù” di Marcello Veneziani sul Giornale (LINK), oggi leggo:

Escort e scandali spiegati a un tredicenne

Provate voi a spiegare la vicenda Ruby a un ragazzo sveglio di tredici anni. Ti chiede se la denuncia è partita da qualcuno che si sente danneggiato, la ragazza stessa, i suoi familiari, il fidanzato o altre vittime. E tu dici di no, non c’è nessuna denuncia, non c’è una vera parte lesa. Ti chiede poi se c’è stata violenza o danni alla ragazza, presa contro la sua volontà, istigata a prostituirsi, e tu dici di no, era già escort prima, e lui del resto la vede in tv giuliva, florida e arricchita. Ti chiede se è stata pagata con i soldi di noi contribuenti, e tu devi rispondere di no, lui è ricco di suo e fa regalie di tasca sua. Ti chiede allora se è stato beccato sul fatto, perché è brutto vedere un vecchio fare sesso con una ragazzina, e tu dici di no, nessuno li ha visti, negano ambedue, non ci sono prove.

Ti chiede se era minorenne o no, se lui sapeva o no che fosse minorenne, e poi quella storia della nipote di Mubarak, e tu dici che ci sono versioni opposte, ma certo è brutta quella telefonata in questura e così quella falsa parentela con Mubarak, quegli amici Mora&Fede e quel troiaio. E quando lui ti obietta che da sempre i potenti intervengono per i loro protetti, tu ammetti di sì ma aggiungi che però non chiamano direttamente loro, incaricano altri. Allora ti chiede se il bunga bunga è un rito osceno per circuire e poi abusare e tu spieghi che è una barzelletta vecchiotta raccontata da decenni e per voi era il ciupa ciupa. Lui incalza: ma questa vicenda ha danneggiato l’Italia nel mondo? E tu dici di si, è stato un danno all’immagine e alla credibilità dell’Italia e del suo governo.

Ma poi ti chiede se è stato lui a esibire al mondo questa brutta storiella privata; no, devi rispondere, l’ha resa pubblica chi ha intercettato, impegnando tanta gente e tanti soldi per spiarlo, e chi poi l’ha sputtanato ogni giorno sui giornali e in tv. E lui: ma si può bocciare un governo per la condotta in casa, mica a scuola; e buttarci, come dici tu, in una crisi al buio? E insiste:ma che c’entrano i giudici,il par lamento e i partiti, non è una faccenda per preti, famigliari e psicologi? E allora tu dici, però ora basta, vai a scuola…

Così l’articolo, che espone certamente una visione faziosa della vicenda. C’è, tuttavia, un tema di fondo sul quale vorrei soffermarmi.

Questa mattina, intorno alle 12, su Radiomontecarlo è andata in onda una piccola indagine rivolta agli ascoltatori con la domanda: ”E’ giusto che il Premier sia stato indagato e rinviato a processo per i due reati imputatigli: la prostituzione minorile e la concussione?”.

Mi soffermo su quello di prostituzione minorile; a mio parere il più facile da capire per tutti ed anche, credo, il più grave.

Le risposta dei favorevoli sono così raggruppabili. C’è chi ha detto: “Sì perché è un porco e non è degno di rappresentare gli italiani” e chi ha puntualizzato: “Sì, è giusto come per tutti i comuni cittadini, Premier o non Premier che sia”.

Diciamo subito che la prima delle due risposte può essere condivisa sotto il profilo etico o morale, ma non mi sembra un motivo giuridicamente valido per un’azione penale.

La seconda, indubbiamente lo è. E, se l’accusa sarà provata, sarà giusta una condanna.

Si dice, in proposito, che la magistratura deve intervenire quando c’è un fumus di reato tanto grave, anche se non c’è alcuna denuncia. Deve farlo nei confronti di chiunque, senza guardar in faccia nessuno. E che bene ha fatto a ricorrere alle intercettazioni delle comunicazioni telefoniche della bella Ruby.

Giusto.

Ma Ruby, la minorenne, faceva abitualmente uso del suo corpo, vero? Allora avrà avuto chissà quanti contatti telefonici con clienti vari.

Eppure nessun altro mi risulta indagato. Io lo trovo strano. O la faccia di qualcuno è più porca, ammesso che lo sia, di quelle di qualcun altro?

Questa voce è stata pubblicata in Politica e sesso, Toghe e giustizia di casa nostra e contrassegnata con , , , , . Contrassegna il permalink.

11 risposte a Una domanda: la faccia del porco è diversa da uno all’altro?

  1. elisabetta ha detto:

    Sulla tua ultima domanda, proporrei una indagine su tutta la “porcinaia” … e sappiamo a quale luogo alludo……
    Ma credo che non ne troveremo un altro tanto ingenuo da essersi fatto mettere nel sacco……

    eli

  2. Vincenzo ha detto:

    Scusa Frz,
    mi ero ripromesso di non intervenire su questo blog quando si fosse trattato di questioni politiche onde evitare polemiche dove ognuno alla fine rimane della propria idea e quindi sterili.
    Il lato più antipatico, come ti avevo scritto a suo tempo, risiede nel fatto che emotivamente il disaccordo può generare pensieri sia pur di breve durata non positivi verso l’amico …e da qui la mia decisione.
    Non entrerò anche questa volta nei dettagli di una polemica che voglio evitare.
    Ritengo però l’articolo di Veneziani, sotto il profilo morale, addirittura rivoltante.

    Vincenzo

    • frz40 ha detto:

      Non sei il solo. Io penso invece che ci siano cose condivisibili e altre no, se no non lo avrei riportato. Ma ognuno è libero di pensare a modo proprio, ci mancherebbe altro. Sappi comunque che ogni commento è sempre gradito.

  3. Drilly ha detto:

    Vorrei sapere da Vincenzo che cosa ha di rivoltante l’articolo di Veneziani. E’ rivoltante perche non corrisponde al suo pensiero? Sono molto più rivoltanti le azioni di certi politici che vengono accuratamente nascoste da certa stampa. Possibile che solo Berlusconi è un peccatore?

    • frz40 ha detto:

      Non so se ti risponderà o se preferirà evitare la polemica, ma se lo farà ti risponderà: tutto. Le posizioni pro o contro Berlusconi sono ormai viscerali e ognuno non accetta nemmeno più di ascoltare le ragione del’altro. Ed è un peccato.

  4. marisamoles ha detto:

    A me, onestamente, sembra ancor più rivoltante constatare che, mentre lui viene accusato di farsi le leggi ad personam, in Italia la Legge non sia assolutamente uguale per tutti.

  5. Lou ha detto:

    Io d’accordo con Vincenzo, lo trovo rivoltante.
    Ma perché bisogna dire che sono i soliti comunisti quelli che si sono stancati di un un leader che bazzica magnaccia, prostitute, minorenni, avvocati corruttori di giudici, faccendieri con fondi esteri e cambia le leggi ad uso personale? Non si tocca mai il fondo se sei il premier? Ora io non dico che si riesca ad essere un esempio di onestà e rettitudine tutta la vita… e nemmeno che gli altri non siano peccatori, ma porcamiseria, lui le ha proprio tutte, di meglio ci sarà pure.
    E comunque a quel bambino (una delle cose più rivoltanti é anche la storiella di dare risposte ad un bambino) io darei altre risposte, almeno cercherei di spiegargli che non sono tutti così.

    Lou

    • frz40 ha detto:

      Ma che bella litania: i soliti comunisti, magnaccia, prostitute, minorenni, avvocati corruttori, leggi ad personam, faccendieri. Tutto vero? Al rogo, allora.

      E faremo Santi la Boccassini, De Pasquale, e i PM fustigatori tutti, che con tanto impegno ci avranno finalmente libererati dalla peste e dal tiranno e ci lascieranno tra le braccia dei Sant’Oro e dei Rosi Vendola.

      Io, francamente, anche se non amo Berlusconi, e per molti aspetti non ne approvo né i comportamenti, né l’operato, la prenderei più bassa e gradirei che i colpevoli fossero ritenuti tali solo al termine di regolari processi, che le azioni dellla magistratura non riguardassero qualcuno sì e qualcuno no, a seconda del colore politico, che fossero rivolte prioritariamente ai reati che più infestano questo nostro Paese come, ad esempio, sicurezza, mafia, droga e sfrutamento della prostituzione, che la politica si occupasse di politica economica e sociale e non di guerra alle persone, che l’informazione riportasse completamente i fatti e lasciasse spazio a tutte le opinioni.

      E, infine, che odio e violenza fossero parole d’altri tempi.

    • frz40 ha detto:

      Dimenticavo: tirare in ballo un ragazzino immaginario l’ho trovato anch’io di pessimo gusto, così come, e ancor più, ho trovato di pessimo gusto, a suo tempo, quello reale, tredicenne, che era stato fatto salire, tra gli applausi di diecimila imbecilli, al convegno di Libertà e Giustizia, al Palasport di Milano (link)

      • Lou ha detto:

        Vero, anche allora il ragazzino era stato di pessimo gusto.
        Ok allora, speriamo in un regolare processo e in un regolare esito. Sull’odio e violenza mi trovi perfettamente d’accordo e anche sul fatto che la legge non sia uguale per tutti, ma al di là degli schieramenti politici i reati sono reati e in quanto a mafia, condizionamento delle opionioni e sfruttamento della prostituzione….. 😉

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...