I fugassin di Loano

(clic sull’immagine per ingrandire)

E’ sempre simpatica la Sagra del Crostolo e dei Fugassin che l’associazione locale organizza ogni anno sul lungomare di Loano (SV).

Quest’anno è stata  la volta del ‘crostolo’, venerdì 15 luglio, e quella dei ‘fugassin’ , sabato 16, dalle 18 del pomeriggio, fino a tarda sera.

I crostoli sono una variante delle bugie, o chiacchiere, o frappe, note un po’ ovunque. Qui assumono un sapore particolare perché vengono servite calde, appena uscite da un padellone in acciaio, di due metri di diametro, che contiene oltre 150 litri di olio.

I fugassin, ai quali sono dedicate le foto,  sono focaccine salate, tipiche della provincia di Savona, che ogni cittadina adatta a modo suo. Quelle di Loano sono fatte friggendo la pasta del pane, con l’aggiunta di sale ed erbe aromatiche. Si accompagnano splendidamente con pancetta o prosciutto crudo. Anche i fugassin si mangiano caldi, appena usciti da quel bel pentolone.

E con un buon bicchiere di vino bianco…… wooww !

Questa voce è stata pubblicata in Racconti. poesie, tradizioni, favole e leggende e contrassegnata con , , , . Contrassegna il permalink.

4 risposte a I fugassin di Loano

  1. marisamoles ha detto:

    Le chiacchiere a luglio? Da noi si usano solo a Carnevale … anche se in realtà nei panifici iniziano a venderle già all’indomani dell’Epifania.

    I fugassin devono essere buoni anche se non proprio ipocalorici. Vabbè, semel in anno …

    Battute a parte, le tradizioni locali hanno sempre un certo fascino. Beato te che te la stai spassando … 🙂

    • frz40 ha detto:

      Anche a Torino sono tipiche del Carnevale e le chiamiamo bugie. Qui ne fanno una piccola sagra estiva credo soprattutto per motivi turistici.
      La ricetta è tipica, tramandata per tradizione, con qualche piccola differenza rispetto alle altre chiacchiere. La forma è una sola: sono più o meno quadrate con 4-5 cm. di lato, rigonfie al centro.

      I fugassin sono certamente ipocalorici. Qui sono solo salati e si accompagnano divinamente con pancetta o prosciutto crudo; in altre zone si possono trovare anche zuccherati.

      Oggi altre ghiottonerie, sempre sul lungomare: frittelle di mele, frittelle di baccalà e bruschetta. Sempre senza pensar troppo alla linea 🙂

      “Spassando” con questo pazzo mese di luglio è eccessivo, ma godendo di queste piccole gioie, è sicuro

  2. marisamoles ha detto:

    Be, ma appunto, visto che il tempo è pazzerello almeno ti godi queste delizie per il palato. 🙂 E non pensare alla linea … come me. Sono io che ho la fissazione e poi vivo male il mio rapporto con la bilancia.

    Buone le frittelle di mele. Anche quelle di baccalà non devono essere male … insomma, se fossi lì, alla fine credo che assaggerei un po’ di tutto. 😉

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...