Il rame di Roma Tiburtina

Ci sarebbe poco da ridere, ma è davvero divertente questo  pezzo di Maurizio Milani per Il Foglio del 27 Luglio:

“Le idee di Maurizio Milani per impedire ai ladri di ciulare il rame e bloccare i treni”

Alla stazione Tiburtina per ciulare 35 euro di rame hanno provocato un danno di 1.800 milioni di euro. Da oggi facciamo così. Davanti a tutti i luoghi dove c’è più di un kg di rame (grondaie dei cimiteri comprese) ci sarà esposto questo cartello: Gentile ladro, sappiamo che la vita è ingiusta, che un giovanotto di 18 anni che tira due calci al pallone guadagna 1.000 volte più di un deputato, che se sei qui di notte con un flessibile per ciulare il rame vuol dire che ti vanno male gli affari; capisco, sei divorziato, devi pagare gli alimenti a moglie e figli, la badante di tua nonna vuole essere retribuita come un’impiegata, nessuno ti fa credito.

Caro ladrone, ti do ragione su tutto, ma per favore non spaccare fuori tutta la centralina che hai davanti per ciulare 35 euro di rame. Vieni nel mio ufficio e te li do io. Chiaramente mi devi dimostrare che eri veramente deciso a spaccar tutto per 30 euro di rame, altrimenti tutti i barboni della città vengono qui e vogliono 35 euro. No, a tutti no! Tu che hai letto questo cartello vieni da me (assessore al Disagio, ma nemmeno tanto). Se sei recidivo, cioè se sei un razziatore di rame abituale, ti riconosco l’indennità di disoccupazione. Anzi, propongo una legge: maggiore è la quantità di rame che una persona ha razziato, maggiore è l’assegno. Ti verrà consegnato dalla provincia anche un diplomino con medaglia di rame (non vendere anche quella) con scritto: grazie per non aver fatto saltare i collegamenti ferroviari. Come per i pirati informatici non è escluso che un domani sia le Ferrovie che Trenitalia che altre grosse società ti assumano fisso per contrastare i ladri di rame. Questo più avanti, adesso c’è il blocco delle assunzioni.

Volevo chiederti, signor ladro di rame, tra voi siete in contatto o ognuno va a ciulare dove vuole? Anche perché potreste trovarvi la stessa notte nella stessa pala eolica per ciulare i 5 kg di rame che ci sono nel rotolone delle eliche. Cosa fate, dividete? Fate il conflitto a fuoco tra le bande? Un’altra domanda: recentemente sul fiume Po hanno ciulato il rame della motonave Calpurnia. Anche qui per 15 euro (il rame che c’era nello sterzo del timone) hanno fatto un danno di 15 milioni di euro. Sai chi è stato? Vorremmo premiarlo fisso. Tutti i giorni per un anno saremo disposti a dargli un cesto di prodotti tipici: salumi, formaggi, vino e legumi. Basta che non ci sbatta fuori uso la Calpurnia. A pensarci bene, signor malvivente del rame, perché non assaltare direttamente le miniere di rame? Ecco un elenco con tanto di produzione all’anno: miniera del Mato Grosso, 1.700 tonnellate; miniera del parco marino presso barriera corallina (già che ci siete ciulate anche il corallo).

Altri luoghi curiosi dove ciulare il rame: depositi di ditta che installa fibre ottiche; centro tricologico italiano (non c’entra, però il rame c’è dappertutto: gli spacchi il contatore dell’acqua e ti prendi 2 grammi di rame). La miniera più vicina a Milano è al parco Lambro, attualmente gestita dai Cugini di Campagna, che hanno una concessione fino al 2310 rilasciata dai Dik Dik e Ron (Lucio Dalla era contro). Mozione passata con l’astensione degli altri.

Via: – FOGLIO QUOTIDIANO

Questa voce è stata pubblicata in Fatti e notizie dall'Italia, vita quotidina e contrassegnata con , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...