Però possiamo almeno tirare un sospiro di sollievo.

E’ finita, così almeno si spera.

Non avevamo nulla da guadagnarci, solo da cercar di non perderci troppo. Diciamocelo francamente: è una guerra alla quale abbiamo partecipato per forza, senza poterne fare a meno.

Agli “aspetti umanitari” non ho mai creduto e, ora, il futuro ”democratico del Paese è tutto da dimostrare.

Parteciperemo pure noi  alla gara internazionale per accaparrarci il petrolio libico e gli appalti per la ricostruzione, però con un pesante fardello: come ex interlocutori di quel Paese siamo appena tollerati al tavolo della spartizione.

La guerra ci è costata un  patrimonio senza tornaconto, però, almeno dei nostri non è morto nesuno.

Non possiamo dunque rallegraci, ma tirar un sospiro di sollievo, sì.

Questa voce è stata pubblicata in Libia e contrassegnata con , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...