Un’anguilla sotterrata in un vaso, contro il malocchio.

La notizia:

Una sensitiva transessuale ha chiamato in tribunale, a Verona, un noto mago, Zeus,  accusandolo di truffa per non essere riuscito a riportale la persona amata. 

Tutti gli abracadabra, le diavolerie che  le aveva ordinato si erano rivelati inutili. Non è servito a nulla neppure che la sensitiva sotterrasse per tre settimane un’anguilla passata a miglior vita in un vaso nel quale era appena morta una pianta. 

La scorsa settimana il processo ha preso il via. Lei ha presentato una serie di documenti nei quali Zeus si sarebbe impegnato a far sì che la persona amata si pentisse di averla mollata e tornasse da lei. 

Il legale di questo ha controbattuto che la sua condizione di sensitiva non sarebbe stata truffata, in quanto, grazie alle sue capacità, avrebbe dovuto capirlo da sola che la persona che le aveva spezzato il cuore non sarebbe più tornata. 

Tra due settimane in tribunale per il secondo atto della contesa.

(Fonte: “Sensitiva fa causa al mago: «Non mi ha riportato l’amore»” di Alesandro Gonzato per Libero del 30 Ottobre 2011).

Fin qui la notizia. Ma voi pensate veramente che i due si facciano veramente causa per l’anguilla?  Io dico che cercano di sfruttare i nostri tribunali per farsi pubblicità. I pesci siamo noi. Stay tuned.

 

 

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in In Italia questo e altro e contrassegnata con . Contrassegna il permalink.

2 risposte a Un’anguilla sotterrata in un vaso, contro il malocchio.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...