Cornuta, ma “France’s woman of the year 2011”

Sulla base di un sondaggio condotto dalla CSA per il Magazine Terrafemina, Anne Sinclair, moglie di Dominique Strauss-Kahn, è stata designata donna francese dell’anno, col 25 % delle preferenze.

Al secondo e terzo posto Christine Lagarde (24%) – ora al vertice del Fondo monetario internazionale – e Martine Aubry (23%), segretario del Partito socialista francese. Seguono Marine Le Pen (18%), Nolween Leroy (18%) e Carla Bruni (16%).

Sono state proprio le donne a decretare il successo della Sinclair assegnandole ben il 31 % delle preferenze; dai maschietti ha ottenuto solo il  19% e si sarebbe piazzata solo al  4/o posto.

La motivazione? Un omaggio al coraggio manifestato nel non abbandonare il marito alle prese con le vicende giudiziarie per l’ accusa di stupro di una cameriera del Sofitel a New York.

Insomma un bel premio al saper portare le corna per amore. Non è la prima e alle donne intenerisce il cuore. Ma è stato proprio solo per amore?

Questa voce è stata pubblicata in Fatti e notixie dall'estero e contrassegnata con , , , . Contrassegna il permalink.

9 risposte a Cornuta, ma “France’s woman of the year 2011”

  1. Parsifal ha detto:

    In verità ho sempre pensato che dei due è chi tradisce a doversi vergognare …non chi è tradito.
    Ben pochi o, forse, nessuno può vantarsi con sicurezza di non essere mai stato tradito.
    Morale: mai irridere un/una cornuto/a …. non si sa mai : -)

  2. icittadiniprimaditutto ha detto:

    Reblogged this on i cittadini prima di tutto.

  3. Tamerice ha detto:

    Concordo le perplessità di frz, mi sembra l’ennesima conferma al tradizionale ruolo di moglie che accetta le corna per il bene della facciata più che di altro. Non credo proprio l’abbia fatto per amore…

  4. quarchedundepegi ha detto:

    Comunque sia dicono che, molto frequentemente, ad essere “colpevole” è proprio chi porta le “corna”.
    Pensateci un po’ su.

  5. Parsifal ha detto:

    Caro frz,
    Io ho scritto il mio pensiero in argomento generico “infedeltà”.
    Nello specifico faccio notare sono proprio le donne che avrebbero attribuito meriti alla “tradita” fedele. E la società francese non sembra proprio essere rimasta ai tempi di Penelope, grande icona di donna custode del focolare.
    Probabilmente ne sanno più di noi nello specifico.
    Col divorzio ed il conseguente assegno di mantenumento per colpa conclamata del consorte non credo proprio che la signora Dominique Strauss-Kahn ne avrebbe sofferto sul piano economico.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...