Sì, invece, a ROMA 2020.

Leggo questo comunicato dell’ADUC (Associazione per i Diritti degli Utenti e Consumatori) a firma di Primo Mastrantoni:

Olimpiadi a Roma nel 2020? No, grazie! E’ lo slogan che possiamo adottare per gli anti-olimpiadi a Roma nel 2020. Il passato dovrebbe dare qualche indicazione per il futuro: i Mondiali di Calcio del ’90 e i Mondiali di Nuoto del 2009. Vent’anni di disastri, di ritardi a non finire e di soldi pubblici, ovvero dei contribuenti, gettati dalla finestra. L’ultimo esempio? Il Polo Natatorio (citta’ dello Sport) che doveva inaugurare i Mondiali di Nuoto del 2009 e’, a tutt’oggi gennaio 2012, in costruzione: servono, infatti, altri 500 milioni; all’epoca, per sopperire alle carenze di piscine si ricorse ai Circoli sportivi per consentire le gare e le esercitazioni degli atleti. E’ finita che i Circoli ampliarono a proprie spese le piscine, con l’autorizzazione del Commissario straordinario i cui poteri, pero’, furono contestati dalla magistratura che sequestro’ gli impianti. Storia kafkiana. Si dice che le Olimpiadi del 2020 porteranno investimenti per 13 miliardi, gia’, intanto 4,6 saranno pubblici, cioe’ pagati da noi, il resto si vedra’. Urge un appello al presidente del Consiglio, Mario Monti: guardi al passato. Si convincera’ che non e’ proprio il caso di promuovere le Olimpiadi a Roma.

Dissento profondamente da questa impostazione del problema. Le Olimpiadi di Roma 2020 possono rappresentare un’occasione straordinaria per migliorare l’immagine dell’Italia e contribuire alla sua crescita. Perché non possiamo metterci nella zucca che saremmo anche capaci di dimostrare al mondo, e a noi stessi, che sappiamo anche far le cose per bene?

Questa voce è stata pubblicata in Economia, vita quotidina e contrassegnata con , . Contrassegna il permalink.

6 risposte a Sì, invece, a ROMA 2020.

  1. icittadiniprimaditutto ha detto:

    Reblogged this on i cittadini prima di tutto.

  2. quarchedundepegi ha detto:

    Ma tu dici giustissimo. Il problema fondamentale è che il cittadino, quello normale che fra l’altro paga le tasse, deve mettersi nella zucca che chi lo governa non ha, almeno per ora, nessuna voglia di dimostrare che potrebbe fare le cose per bene.
    Intanto, e l’ha detto anche la radio svizzera, dopo Bordighera, hanno sciolto il consiglio comunale di Ventimiglia.
    Se dovessero fare le olimpiadi a Roma chissà cosa dovrebbero trovarsi a sciogliere.
    Sarei felice se facessero le Olimpiadi a Roma!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...