L’imprevisto è sempre in agguato.

Purtroppo siamo in balia dell’errore umano o di quello tecnologico o di chissà quali altre cause.

Dopo il Costa Concortdia è la volta dell’incidente ferroviario alla stazionbe di Bueno Aires, in Argentina: 49 morti (per ora) e oltre 600 feriti. Non si conoscono ancora le cause dell’incidente.

Eppure non c’era chi diceva che il treno è il mezzo più sicuro per viaggiare?

La verità è che l’imprevedibile é sempre in agguato e se c’è qualcuno che viaggiando, per diletto o per lavoro, non ha mai corso qualche grave pericolo, ce lo dica, per favore.

Questa voce è stata pubblicata in Fatti e notixie dall'estero e contrassegnata con , , , . Contrassegna il permalink.

6 risposte a L’imprevisto è sempre in agguato.

  1. icittadiniprimaditutto ha detto:

    Reblogged this on i cittadini prima di tutto.

  2. icittadiniprimaditutto ha detto:

    Reblogged this on i cittadini prima di tutto.

  3. elisabetta ha detto:

    2 Citazioni sull’imprevisto:

    Che un uomo, sia pure dotato della più gran fermezza ed energia, cada in deliquio ad un’improvvisa percossa della fortuna, non deve meravigliare. Si uccide un uomo con l’imprevisto come un bue con la mazza.
    Victor Hugo, L’uomo che ride, 1869

    C’è qualcosa di peggio dell’imprevisto… le certezze!
    Daniel Pennac, La prosivendola, 1989

    Ma a proposito dei casi citati, quelli sono imprevisti che nessuno vorrebbe si verificassero nel corso della propria vita.

    Io pure ho il brutto ricordo di un viaggio andato male…. pure in quella occasione c’era di mezzo un natante…. era il battello per la risalita sul Nilo da Luxor a Abu Simbel, si era trattato di un incendio, eravamo in navigazione di notte e abbiamo dovuto salvarci (perdento tutto ciò che avevamo) lasciando precipitosamente le cabine e scavalcando le paratie laterali per calarci dove alcuni abitanti di un villaggio da riva erano venuti in nostro aiuto… Il battelo è andato completamente bruciato e noi da riva (infreddoliti per i pochi panni che avevamo addosso e per la grande paura provata) l’abbiamo visto proseguire alla deriva come il falò di una festa di carnevale.
    E’ stata una esperienza indescrivibile e, sai una cosa? quel battello (tanto grande da contenere più di 50 cabine) si chiamava Condorde…. ironia della sorte!!! Non vorrei che fosse quel nome a portare sf….

    Ho descritto questa esperienza anche nel sito dei miei viaggi….

    eli

  4. rosanoci ha detto:

    L’imprevisto è SEMPRE in agguato ma l’uomo pensa di poterlo SEMPRE prevedere!!! E poi sbatte il musetto sui propri limiti…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...