Credevo d’aver visto un’altra partita.

 

Credevo d’essere il solo ad aver visto un’altra partita. Dopo Italia-Spagna 1-1 ho letto un coro di commenti entusiastici per la nostra prestazione. A me pareva, non che avessimo giocato proprio male, ma che avessimo avuto un gran culo a pareggiare la partita.

Leggo finalmente che anche qualcun altro la pensa come me ed è, pensate un po’, niente meno che Luciano Moggi che, su Libero oggi scrive:

“Ma esaltarsi per un pareggio è da perdenti”

C’era grande paura, il fatto che però da un lato non ce la siamo fatta sotto e dall’altro abbiamo creato anche problemi all’avversario, ora ci fa vedere le cose in direzione penso troppo benevola. Giusto applaudire l’Italia, ma con moderazione, evitando l’esultanza in eccesso. Non abbiamo battuto la Spagna, abbiamo solo pareggiato.

In altri tempi (2006) poteva equivalere ad una sconfitta, certamente il risultato sarebbe stato accolto male. Sembriamo ritornati alle elementari del calcio, è bastato vedere l’esultanza dello spogliatoio, pieno di persone che facevano i complimenti per il pareggio conquistato. Va detto in proposito che tutte queste persone non sarebbero sicuramente andate a trovare i giocatori in caso di sconfitta (sarebbe opportuno che non andassero neppure in caso di vittoria) anche perché al momento non abbiamo vinto proprio niente,basta una sconfitta con la Croazia per ritornare a casa. Siamo passati insomma da un estremo all’altro, dal pessimismo a una quasi idea di grandezza. Ci sembra troppo, ma non vogliamo sottrarre i sogni a nessuno.

Certo che no. E’ giusto sognare. E allora: forza azzurri fateci sognare. Magari dando un bomboletta d’ossigeno a Cassano dopo ogni giocata e un po’ di bromuro a Balotelli.

San Pirlo, insomma, aiutaci tu.

Questa voce è stata pubblicata in Calcio e contrassegnata con , . Contrassegna il permalink.

3 risposte a Credevo d’aver visto un’altra partita.

  1. icittadiniprimaditutto ha detto:

    Reblogged this on i cittadini prima di tutto.

  2. marisamoles ha detto:

    Mi rendo conto di arrivare tardi con questo commento, comunque tenevo a dirti che, pur non capendone molto di calcio, condivido la tua riflessione. 🙂

    Povero Pirlo, con quel cognome, chiamarlo santo, poi… 😉

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...