Il record mondiale dei pirla

Riporto di seguito, con qualche sottolineatura, un interessante articolo di Quotidianosanità.it

“Gioco d’azzardo. È boom tra gli italiani: nel 2012 affideranno alla sorte 130 mld”

Italiani sempre più poveri, ma sempre più posseduti dal demone del gioco. In periodo di crisi crollano i risparmi, calano le spese alimentari (secondo l’Istat nel 2010 il 65,35% delle famiglie ha comprato meno cibo e il 13,6% ha diminuito anche la qualità), ma cresce vertiginosamente quella per il gioco: dai 14,3 miliardi di euro del 2000, ai 24,8 del 2004, ai 47,5 del 2008, ai 79,9 miliardi del 2011. E per il 2012 si prevede che gli italiani si giocheranno una cifra parti a circa 130 miliardi.

Il fenomeno è stato analizzato nel corso del seminario rivolto alle polizie municipali “Per un gioco legale e responsabile: aspetti sociali e ruolo della polizia”, promosso dalla Sipl (Scuola interregionale di polizia locale), in collaborazione con Forum italiano per la sicurezza urbana e Avviso Pubblico (Enti locali e Regioni per la formazione civile e contro le mafie).

Secondo i dati del Rapporto Eurispes 2009, il gioco d’azzardo coinvolge in Italia fino al 70-80% della popolazione adulta (circa 30 milioni di persone). Il fenomeno è più diffuso tra gli uomini di età compresa tra i 20 e 60 anni.

Nel 2011 in Italia sono stati spesi in gioco d’azzardo quasi 80 miliardi di euro, e il primo trimestre del 2012 segnala un ulteriore aumento di spesa del 28,9% rispetto al primo trimestre 2011. Nel 2011 la somma maggiore è stata giocata negli apparecchi (slot machine e videlottery), che hanno raccolto il 56,3% del fatturato totale; seguono i gratta e vinci (12,7%), il lotto (8,5%), le scommesse sportive (4,9%), il superenalotto (3%), poi bingo e scommesse ippiche.

E per qualcuno, il gioco diventa dipendenza, vera e propria malattia. Secondo una ricerca epidemiologica del Cnr, il 2,2% della popolazione italiana è a rischio o già problematica per le proprie modalità di gioco d’azzardo. E si stima che nel giro di pochi anni questi dati saranno pressoché raddoppiati.Da sottolineare, infine, che rispetto ad altri Paesi l’Italia è molto arretrata sul riconoscimento della patologia della dipendenza da gioco, e ancora non garantisce il diritto di cura per i giocatori patologici.”

Che dire? Pare che L’Italia sia il primo paese al mondo per spesa pro capite nel gioco d’azzardo. Beh, ricordando che Cavour aveva definito il lotto come la tassa sui pirla, un primato, allora, ce l’abbiamo: il record mondiale dei pirla.

Questa voce è stata pubblicata in Lotto, Superenalotto, Win for life, Slot Machies e altri giochi iniqui e contrassegnata con , , , . Contrassegna il permalink.

2 risposte a Il record mondiale dei pirla

  1. marisamoles ha detto:

    Record a parte, c’è senz’altro gente che non vede altro mezzo per riscattarsi. Non tiene conto, però, dello spreco di denaro che nel frattempo fa, sempre pensando che, vincendo, poi si rifarà.
    Se nel 2011 sono stati spesi pro capite 1000 euro (in media, ovvio) e noi, in realtà mio marito, abbiamo speso al massimo 10 euro, immagina la montagna di soldi che qualcuno è disposto a buttare in questa tassa sui pirla! Quello che mi chiedo è cosa lo Stato faccia mai dei soldi che incassa, visto che le vincite sono una minimissima parte degli introiti. Ne verrà fuori una manovra economica, credo.

    • frz40 ha detto:

      E’ veramente impressionante la montagna di soldi che la gente butta al vento per un’illusione ed è, certamente, una bella entrata per lo Stato. Ma probabilmente lo è ancor di più per la malavita organizzata che ricicla denaro sporco o gestisce le scommesse illegali che sfuggono ad ogni statistica.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...