[Libri] “La settima onda”di Daniel Glattauer (inoltre: “La briscola in cinque” e “La carta più alta” di Marco Malvaldi)

Tre libri alla sbarra del mio personalissimo gradimento, che ben si prestano anche alla lettura sotto l’ombrellone.

La briscola in cinque (2007) e La carta più alta (2012) sono, in ordine di tempo, il primo e l’ultimo dei quatto gialli che compongono la serie BarLume  di Marco Malvaldi, Sellerio editore. Hanno come protagonisti Massimo, il barrista titolare del BarLume, acuto investigatore per caso e per diletto, quattro arguti pensionati, nonno Ampelio, Aldo, il Rimediotti e il Del Tacca, che, tra una briscola e l’altra, disquisiscono degli avvenimenti, l’avvenente banconista Tiziana dalle grandi puppe e l’ottuso commissario Fusco.

Il simpatico ricorso a colorite espressioni in vernacolo pisano, da parte dei quattro vecchietti, arricchisce e rende particolarmente spassoso lo sviluppo delle trame, che, di per sé, ricalcano il cliché di molti classici: un delitto, il commissario che segue una pista errata, l’investigatore, Massimo, che riesce  a scoprire il colpevole sulla base di piccoli indizi che nessuno aveva notato.

Belli, divertenti e ben congegnati. Qualche cenno sulle trame:

La briscola in cinque. Da un cassonetto dell’immondizia in un parcheggio periferico di Pineta, sulla costa toscana, sporge il cadavere di una ragazza giovanissima. L’omicidio ha l’ovvio aspetto di un brutto affare tra droga e sesso, anche a causa della licenziosa condotta che teneva la vittima, viziata figlia di buona famiglia. E i sospetti cadono su due amici della ragazzina e sul giro delle discoteche…. Mio gradimento ****

La carta più alta. Sempre a Pineta è in vendita Villa del Chiostro, una beauty farm che sta andando piuttosto bene, messa su vari anni prima da un personaggio losco, Riccardo Foresti. Aldo vorrebbe aprirvi un ristorante in comproprietà ma è reso dubbioso dalla cattiva reputazione del Foresti. I quattro vecchietti riescono a mettere le mani sui vari atti che hanno portato all’acquisto del fabbricato come nuda proprietà. Il venditore Ranieri Carratori, però, è morto in maniera improvvisa dopo un mese circa dalla stipula del contratto, apparentemente, per una malattia che non perdona; ma per i vecchietti è una coincidenza troppo grossa per essere solo un caso… Mio gradimento ***/****

PS. Gli altri due gialli della serie del BarLume sono: Il gioco delle tre carte (2008) e Il re dei giochi (2010).

La Settima Onda di Daniel Glattauer – Feltrinelli, 2010

Dopo “Le ho mai raccontato del vento del Nord”, mio gradimento (****/*****), non potevo perdermi  le nuove schermaglie amorose virtuali tra Emmi e Leo, che Daniel Glattauer ci propone con questo nuovo romanzo.

Leo pare aver chiuso con la corrispondenza email ed Emmi riceve solo questi laconici avvisi in risposta ai propri messaggi:

ATTENZIONE. L’INDIRIZZO E-MAIL È CAMBIATO. IL DESTINATARIO NON PUÒ PIÙ ACCEDERE ALLA CASELLA DI POSTA DI QUESTO INDIRIZZO. TUTTE LE E-MAIL IN ARRIVO SARANNO AUTOMATICAMENTE CANCELLATE. IL MANAGER DI SISTEMA RIMANE A DISPOSIZIONE PER OGNI ULTERIORE DOMANDA.

 Lei, però, non si dà per vinta (le donneeeee !!!) e invia ancora questa mail:

Oggetto: Solo tre domande

Signor Manager di Sistema, sarò sincera: la mia è un’emergenza. Ho bisogno dell’attuale indirizzo del signor “user” Leo Leike, ne ho bisogno davvero! Devo porgli URGENTEMENTE tre domande: 1) È ancora vivo? 2) Vive ancora a Boston? 3) Ha già una nuova relazione via e-mail? Qualora la 1) fosse affermativa, chiuderei un occhio per la 2). Ma escludo di potergli perdonare la 3). In questi sei mesi può aver fatto quindici nuovi tentativi con Marlene, può averle concesso di volare a Boston ogni giorno. Può aver festeggiato ogni notte al bancone di squallidi night rivestiti di moquette rossa di Boston ed essersi svegliato l’indomani tra i seni in cemento di una banale barbie bionda bostoniana, bella cortigiana da bar. Può essersi sposato tre volte e ogni volta aver messo al mondo tre gemelli triovulari. Una cosa però non gli è concessa: NON PUÒ ESSERSI INNAMORATO PER ISCRITTO DI NESSUN’ALTRA DONNA CHE NON HA ANCORA MAI INCONTRATO. Per favore, questo no! Deve restare un evento unico. Ho bisogno di questa certezza per superare abbastanza incolume le notti. Qui da noi soffia ostinato il vento del Nord.

Caro Manager di Sistema, riesco più o meno a immaginare che cosa mi risponderà. Ma voglio chiederglielo comunque: Superi se stesso e porti il messaggio a Leo Leike, con cui, sono sicura, è in stretto contatto. E aggiunga che può farsi tranquillamente vivo una volta. Lo faccia! Poi si sentirà meglio. Ecco, e adesso ripeta pure il suo sermone. Cordiali saluti, Emmi Rothner.

Leo cadrà in tentazione  e i due ci regaleranno un nuovo intrigante scambio di mail, che metterà a nudo i loro sentimenti e sconvolgerà la loro vita reale.

Come per “Le ho mai raccontato del vento del Nord”, il racconto è gradevolissimo e coinvolgente e non è possibile non immedesimarsi nella parte dei due. Emmi è una tentatrice deliziosa,  molto femminile con i suoi giochetti, le sue trappole amorose e la sua gelosia. Leo è più riflessivo e conservatore, ma è altrettanto divertente e tentatore.

Anche per “La settima onda”, dunque,  quattro stelle abbondanti del mio gradimento: ****/*****

—-
(Questo il mio precedente post e questa la pagina dei libri letti)

Questa voce è stata pubblicata in Le 5 stelline, Libri letti e contrassegnata con , , , , , . Contrassegna il permalink.

3 risposte a [Libri] “La settima onda”di Daniel Glattauer (inoltre: “La briscola in cinque” e “La carta più alta” di Marco Malvaldi)

  1. icittadiniprimaditutto ha detto:

    Reblogged this on i cittadini prima di tutto.

  2. Pingback: Libri: l’amore e i battiti del cuore | Frz40's Blog

  3. Pingback: [Libri] “Per sempre tuo” e “In città zero gradi” di Daniel Glattauer – Feltrinelli (2012) | Frz40's Blog

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...