Un’ Olimpiade tutta hot.

Beh, se pare che Federica si dia da fare, non si può dire che gli altri sian da meno.

Agli oltre 10 mila atleti dei Giochi – lo rivela il Daily Mirror – saranno consegnati  15 profilattica a testa,  per un totale di  150 mila pezzi.

Considerando che li riceveranno sia i maschietti che le femminucce, e che la loro permanenza a Londra non si protrarrà per tutti i 17 giorni delle gare, significa che ogni atleta ne userà almeno due al giorno. Non male come media.

Sarà’ il record dell’arrapamento, dunque: a Seul, nel 1988,  vennero forniti alle squadre solo 8.500 condom;  a Barcellona nel 1992 il numero sali’ a 50 mila;  nel 2000 a Sydney gli organizzatori furono costretti a ordinarne altri 20 mila, una volta esaurita la scorta iniziale di 70 mila profilattici: a Pechino, nel 2008, ne furono messi a disposizione  100 mila.

Un’ Olimpiade tutta hot, dunque, anche perché, per la prima volta,  i partner e le partner degli atleti saranno ammessi nel Villaggio Olimpico.

Beata gioventù! Tutta invidia, la mia.

(fonte: ANSA)

Questa voce è stata pubblicata in Altri Sport, Stuzzichini e curiosità e contrassegnata con . Contrassegna il permalink.

6 risposte a Un’ Olimpiade tutta hot.

  1. icittadiniprimaditutto ha detto:

    Reblogged this on i cittadini prima di tutto.

  2. quarchedundepegi ha detto:

    Belle e interessanti le notizie relative a “certe” competizioni!

  3. marisamoles ha detto:

    E te pareva che ti lasciassi sfuggire questa notizia! 😉

    Eppure qualche giorno fa ne ho letta un’altra che apparentemente è in totale contraddizione con questa.

    «Nel Villaggio olimpico tante coppie gay possono dormire insieme. Noi siamo discriminati perché eterosessuali». Pesante denuncia da parte del tiratore australiano Russell Mark, che è giunto oggi a Londra infuriato per la decisione del suo comitato olimpico, che ha imposto a lui e a sua moglie Lauryn, che fa parte anche lei della nazionale di tiro a segno, di dormire in stanze separate durante i Giochi.

    Secondo Russell Mark, che partecipa alla sua sesta Olimpiade, il comitato australiano li avrebbe puniti per il loro status di coppia sposata. «Siamo discriminati perché eterossessuali».
    […]
    Se il comitato olimpico australiano, come sembra, non cambierà idea, Russell Mark sarà costretto a prenotare un hotel se vorrà godersi la compagnia della bella moglie Lauryn …
    (LINK)

    Insomma, preservativi gratis ma hotel a pagamento per il povero Russel. 😦

  4. Pingback: Italians do it better, but…. | Frz40's Blog

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...