[Libri] John Grisham: “Il ricatto”, “L’uomo della pioggia”, “Il rapporto Pelican”, “Il socio” e “I contendenti”.

Ho appena terminato di leggere “Il ricatto”, di John Grisham e devo dire che questo autore è veramente una garanzia. La narrativa è sempre piacevole, la trama è sempre accattivante e l’ambientazione dei suoi thriller, quella dei grandi studi legali americani e del funzionamento della giustizia in quel grande Paese, è sempre istruttiva e interessante.

Colgo l’occasione per parlarvi anche degli altri quattro libri dello stesso autore, letti in precedenza, tutti di mio personale gradimento alto o medio alto.

“ll ricatto (The Associate)” di John Grisham – 2009, Mondadori.

Kyle McAvoy è un giovane neo avvocato con brillanti prospettive di lavoro e molti sogni di gloria, che sembrano però infrangersi quando viene avvicinato da un’organizzazione senza scrupoli, in possesso di un video risalente agli anni del college, nel quale Kyle assiste passivamente allo stupro di una ragazza perpetrato da parte di due suoi amici, ritenendola consenziente.

L’organizzazione lo minaccia di rendere pubblico il video se lui rifiuterà di partecipare al loro progetto criminale che punta ad appropriarsi di documenti top secret relativi ai dati di un nuovo aereo militare, per il quale è in corso una vertenza legale tra due colossi industriali.

A Kyle, in preda a notevole smarrimento per le conseguenze che la diffusione del video potrebbe avere per sé ed i suoi compagni, viene richiesto di accettare l’offerta di lavoro ricevuta dal grande studio legale che tutela gli interessi di uno dei due colossi industriali in causa, onde avere accesso ai documenti segreti. Si piegherà Kyle al ricatto?

Anche se la struttura della vicenda e le motivazioni psicologiche dei personaggi non mi sembrano del tutto convincenti, il racconto è gradevole e coinvolgente. Mio gradimento ***/****

“L’uomo della pioggia (The rainmaker)” di John Grisham – 1996, Mondadori.

Negli ultimi mesi di law school, un giovane studente, Rudy Bailor, viene incaricato di fornire assistenza legale gratuita a un gruppo di anziani. E qui che incontra i suoi primi clienti e si imbatte, quasi per caso, in quello che sembra essere uno dei più clamorosi casi di frode assicurativa. Un caso che, se concluso vittoriosamente, farebbe la fortuna di qualsiasi studio legale, trasformando l’avvocato vincente in un ”uomo della pioggia”, una definizione che nel gergo degli studi legali indica chi genera i profitti più alti, portando i clienti più ricchi e le cause più remunerative. Senza un soldo, senza essere ancora abilitato alla professione, Rudy si trova così al centro di un implacabile scontro con uno dei più abili legali d’America e con gli interessi di una delle sue più potenti compagnie. (tratto da pausacafe.it http://www.pausacaffeblog.it/wp/2009/06/john-grisham-luomo-della-pioggia.html)

Cela farà Rudy a diventare “uomo della pioggia”?

E’un vero e proprio legal thriller, con tanto di processo e sentenza. coinvolgente e affascinante. Mio gradimento ****

“Il rapporto Pelican (The Pelican Brief) di John Grisham – 1993, Mondadori.

La notte del 1° ottobre Abe Rosemberg, prestigioso membro della Corte Suprema americana, viene assassinato. Due ore dopo Glenn Jensen, il più giovane tra i colleghi di Rosemberg, viene strangolato in un cinema a luci rosse, probabilmente dallo stesso assassino. Il paese è sotto shock, FBI e CIA brancolano nel buio. Chi poteva volere la morte dei due giudici? Darby Shaw è una brillante studentessa di legge ed è convinta di aver trovato la risposta. Le sue ricerche l’hanno portata a scoprire un’oscura macchinazione che coinvolge le massime autorità. Ma chiunque venga a conoscenza della sua tesi, contenuta nel “Rapporto Pelican”, è destinato a morire. Darby è costretta a fuggire per tutto il paese, alla ricerca di qualcuno che le creda e la possa aiutare. Fortunatamente incontra un uomo disposto a giocarsi la carriera e la vita per aiutarla.

L’intrigo politico che è  la base di questo thriller di solito non mi affascina ed anche questa volta è così. Il racconto è comunque gradevole. Mio gradimento ***

Il socio (The Firm) di John Grisham – 2011, Mondadori.

Ne avevo già parlato qui. Ve lo ripropongo.

Siamo a Memphis, una tipica città minore degli Stati Uniti. Mitchell McDeere si è appena laureato ad Harvard e decide di accettare l’offerta di lavoro di quello che sembra essere lo studio legale ideale: piccolo, tutti amici, alta retribuzione e rilevanti benefits. Si butta a capofitto nel nuovo lavoro, ma presto scopre che lo studio legale si occupa di traffici illeciti di denaro, nasconde molti segreti ed è governato da un’organizzazione criminale di alto livello della quale si occupa anche l’FBI. Sarà proprio l’FBI che lo obbligherà a collaborare, ma dimostrerà di non sapergli offrire sufficienti coperture e garanzie. Riuscirà Mitch a cavarsela da solo in un contesto in cui ogni suo passo e ogni sua mossa sono attentamente controllati?

E’ un classico thriller d’azione, con continui colpi di scena. Ne è stato tratto un film con Tom Cruise e Gene Hackman, regia di regia di Sydney Pollack, che però, mi dicono, ha un diverso finale. Mio gradimento ****

“I Contendenti (The Litigators)” di John Grisham – Mondadori, 2011.

Oscar Finley e Wally Figg sono due avvocati di Chicago soci da vent’anni in un piccolo studio legale sempre sull’orlo del fallimento. Litigiosi come una vecchia coppia, cercano di rimediare clienti come possono, perlopiù offrendo la loro consulenza “su misura” in divorzi lampo o alle vittime dei frequenti incidenti d’auto all’incrocio vicino al loro ufficio. I due tirano avanti più o meno dignitosamente nella speranza di fare prima o poi il colpo grosso e di imbattersi in una causa che li renda finalmente ricchi. Il tran tran viene bruscamente stravolto il giorno in cui da loro irrompe David Zinc, giovane e rampante avvocato che fino a poche ore prima lavorava in uno dei più rinomati studi legali della città. Ai tre si presenta l’opportunità della vita: un caso scottante che riguarda un’importante industria farmaceutica e che può farli diventare finalmente ricchi. A quanto pare fama e soldi sono dietro l’angolo, ma è tutto troppo bello per essere vero e, quasi senza rendersene conto, Oscar, Wally e David si troveranno alle prese con un processo che rischia di stritolarli, dove sono in gioco miliardi di dollari e in cui i più agguerriti avvocati dei migliori studi legali si sfidano in una guerra all’ultimo sangue. (tratto da Thriller Café : http://www.thrillercafe.it/i-contendenti-john-grisham/)

E’ un bel legal thriller con tanto di processo e sentenza, coinvolgente, originale, con un pizzico di umorismo. Mio gradimento ****

(Questa la pagina dei libri letti e questo il precedente post)

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Libri letti e contrassegnata con , , , , , , . Contrassegna il permalink.

5 risposte a [Libri] John Grisham: “Il ricatto”, “L’uomo della pioggia”, “Il rapporto Pelican”, “Il socio” e “I contendenti”.

  1. icittadiniprimaditutto ha detto:

    Reblogged this on i cittadini prima di tutto.

  2. Pingback: [Libri] “Il rifugio dei cuori solitari” di Lucy Dillon | Frz40's Blog

  3. Pingback: [Libri] “L’avvocato canaglia” di John Grisham – Mondadori 2015, 332p. | Frz40's Blog

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...