Fatemi capire.

Ci sono cose che trascendono la capacità di comprensione delle umane genti.

La vicenda di Antonio Conte è una di queste. Riepilogo gli avvenimenti.

Conte è accusato da un ‘pentito’ di aver violato il codice sportivo. Il Procuratore Federale ritiene che sussistano gli elementi di tale violazione.

Conte, giusto o sbagliato che sia, opta per la richiesta di patteggiamento. Il Procuratore Federale ritiene equa una squalifica di tre mesi, più ammenda. La Disciplinare dice di no: è troppo poco per la gravità e il numero dei reati commessi.

Giusto: se sono così tanti e gravi, è troppo poco.

Il giudizio di primo grado lo  condanna, infatti, a 10 mesi di squalifica per due reati. E va bene.

Appello: no, il reato è solo uno, ma i dieci mesi restano.

Due domande:

– la prima: uno è uguale a due? Chi l’ha mai visto.

– la seconda: visto che il reato è unico e che i patteggiamenti prevedono un notevole sconto della pena, quei tre mesi iniziali non andavano bene?

Fatemi capire.

PS. Questo il precedente post sullo stesso argomento.

Aggiornamento del 23 agosto

E resto basito leggendo che Piero Sandulli, uno dei giudici,  dichiara: «A Conte è andata bene» Ma quando mai si è sentito un giudice commentare una propia sentenza?

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Calcio e contrassegnata con , , . Contrassegna il permalink.

Una risposta a Fatemi capire.

  1. icittadiniprimaditutto ha detto:

    Reblogged this on i cittadini prima di tutto.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...