Una domanda impertinente e un augurio.

 

A proposito di vita da blogger, non posso far a meno di rilevare che la maggior parte dei blogger non professionisti sono donne e che, di queste, la maggior parte è una prof, tendenzialmente in lettere.

A questo punto una domanda, che non posso far a meno di rivolgere in termini provocatori. Cos’è che le spinge una prof a tenere un blog? La scuola è così stressante che richiede un momento d’evasione? Qui finalmente posso parlare di quel che più mi pare? Qui finalmente qualcuno mi da retta? Adesso ve la faccio vedere chi sono io? Le cinquanta sfumature di Gigio che qui è quel c…ne di un preside? Un romanzo mai scritto? Insomma: un piccolo ma irrefrenabile complesso di superiorità? O, al contrario, la piccola rivincita su un latente complesso d’inferiorità?

Ditemelo.

Ma prima un sincero augurio: che il nuovo anno scolastico che sta per iniziare sia per ricco, per tutte voi, di tante grandi e piccole soddisfazioni.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Scuola, vita quotidina e contrassegnata con , . Contrassegna il permalink.

25 risposte a Una domanda impertinente e un augurio.

  1. icittadiniprimaditutto ha detto:

    Reblogged this on i cittadini prima di tutto.

  2. elinepal ha detto:

    Davvero le donne sono le blogger più accanite? E se avessimo più cose da dire?

  3. elinepal ha detto:

    P.S. non sono un’insegnante ma se le maestre del piccoletto avessero un blog mi iscriverei subito.

  4. frz40 ha detto:

    @ elinapal
    Sì, è probabile che abbiano più cose da dire. Ma perché le prof sì e le altre no^

  5. Monique ha detto:

    Ebbene sì, anche io sono una prof, ma… di matematica e scienze (e spero che prima o poi mi chiamino per chimica, mia grande passione!)
    Dunque, il blog è iniziato per un insieme di cose, prima fra tutte la passione per la scrittura e poi sai, Indro Montanelli diceva che bisogna scrivere solo di ciò che si conosce e ciò che conoscevo era appunto la scuola e così…e devo dire che, qualche volta, a proposito di scuola, il tutto è servito secondo la logica “meglio un blog oggi che un esaurimento domani”! 🙂

  6. Diemme ha detto:

    In che senso le prof sì e le altre no?

  7. Magari abbiamo la sindrome da “maestrina” anche se non siamo insegnanti 😀
    Non posso risponderti sul serio visto che non sono un’insegnante e che ho aperto un blog per socializzare i miei interessi quando sono diventata una casalinga a tempo pieno…

  8. marisamoles ha detto:

    IO ho come la vaga impressione che la domanda vera, quella che ti premeva fare più delle altre, ti è rimasta sulla punta della lingua e, magari pensando a me, te la sei morsicata, la lingua. Qual è la domanda? “Ma le prof hanno tanto tempo da perdere?”

    • frz40 ha detto:

      Come mi capisce bene Lei – dovrei risponderti !!! 🙂
      Ma se la leggi bene, la domanda è anche più cattivella di così e fa proprio riferimento a quello spiritello da maestrina che citava un’altra amica in un precedente commento.
      In ogni caso non avrei mai detto tempo da “perdere”, ma da “dedicare”.

      • marisamoles ha detto:

        Adesso non cercar di girare la frittata (lo sai fare anche al volo?!). 🙂
        Che poi “perdere” abbia molti sinonimi e uno di questi possa essere anche “dedicare” posso accettarlo. Ma qui sembra proprio, come si sul dire, una pezza …

        Comunque la risposta te l’ha data, inconsapevolmente, la tua amica elinepal che, nel post sul perché tenere un blog, scrive: “Per aprire uno spiraglio temporale nella routine”.

        Ciò vale per le prof come per le mamme e pure per i pensionati. 😆

      • frz40 ha detto:

        Ma in proporzione le mamme non sono molte, le prof sì.

      • Diemme ha detto:

        @Marisa_ anche per tutti gli altri.
        @Frz: non sono mica tanto d’accordo! C’è chi lamentava invece una proliferazione di mamme, e molte prof, Marisa compresa, sono anche mamme, che ne sai quale delle due anime le ha condotte ad aprire un blog? 😛

  9. marisamoles ha detto:

    @ frz

    Dipende dai blog che frequenti. Io vedo il web invaso da mamme e conosco solo poche prof (sul mio blogroll ce ne sono solo quattro se non sbaglio) più qualche uomo che insegna.
    Se tu conosci così tante prof, presentamele!

    @ Diemme

    Appunto.
    Per quanto riguarda me, ho spiegato molte volte il perché ho deciso di aprire un blog e da dove è nata l’esigenza di aprirne un altro. Nessuna mania di protagonismo, comunque. Per il primo è stata un’esigenza “didattica” che poi è diventata “altro”, per il secondo è stata pure un’esigenza didattica, visto che il primo era diventato “altro”. 🙂

  10. frz40 ha detto:

    Colpito e affondato, mi arrendo. Chi ha mai visto una blogger prof? 🙂

  11. marisamoles ha detto:

    @ frz

    Non vorrai essere uno dei tanti che, pur capace, non s’impegna?

    f.to la prof 😀

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...