[Libri] Giorgio Panariello, “Non ti lascerò mai solo”

“Non ti lascerò mai solo” di  Giorgio Panariello – 2008, Mondadori.

Se bastasse una bella canzone
a far piovere amore…, cantava Eros Ramzzotti,

Se bastasse una buona intenzione
per far battere il cuore…, potrei dire io di questo libro.

Così come, per rendere una storia interessante e, prima di tutto, credibile, non basta essere famosi, possedere due cani e inserire nel racconto quattro simpatiche battute in toscanaccio.

E in primo luogo credibile non è proprio la figura del protagonista, Francesco, scapolone d’oro quarantenne, figlio unico viziato, con una vita all’insegna della superficialità, che ci viene prima descritto come persona insofferente della presenza del cucciolone, Poldo, che la sua ragazza, Mia, gli ha portato in casa – insofferente fino al punto di cercar di abbandonarlo anche a costo di compromettere la sua storia d’amore – per poi ripresentarcelo ricreduto e amante della compagnia del suo cane, nel finale, quando il destino gli riserverà una brutta sorpresa.

Manca di pathos, di un qualcosa che ci faccia credere in questo cambiamento, e troppo debole è quanto ci dice l’autore «Francesco si trovò di colpo a non vergognarsi di fronte a nessuno di quello che condivideva con Poldo, quei sentimenti che forse aveva represso perché fin da piccolo gli avevano insegnato che fatte salve le apparenze il resto non contava, e che certi atteggiamenti liberatori non sarebbero stati eticamente corretti, e che non era abbastanza ciò che tuttavia era essenziale».

Peccato. Sarebbe stata una bella storia se Panariello fosse riuscito a raccontarla in modo più convincente. Ma gli va dato atto di averci provato, tanto più che i ricavi della vendita sono previsti a favore di associazioni che aiutano a combattere violenze ed ingiustizie contro gli animali.

Mi spiace, mio gradimento solo **

Ah, dimenticavo, bellissimo è il pensiero iniziale:
“Non dobbiamo guadagnarci la sua fiducia o la sua amicizia: è nato per essere nostro amico; quando i suoi occhi sono ancora chiusi, lui già crede in noi; prima ancora di nascere, ha già dato se stesso all’uomo”.
(da Il mio cane di MAURICE MAETERLINCK, Premio Nobel per la Letteratura 1911)

— … —
Memo: questa è la pagina dei libri letti e questo è il precedente post.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Libri letti e contrassegnata con , , . Contrassegna il permalink.

3 risposte a [Libri] Giorgio Panariello, “Non ti lascerò mai solo”

  1. icittadiniprimaditutto ha detto:

    Reblogged this on i cittadini prima di tutto.

  2. Pingback: [Libri] Tess Gerritsen “Il silenzio del ghiaccio” | Frz40's Blog

  3. Pingback: [Libri] Arthur Bloch, “La legge di Murphy” | Frz40's Blog

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...