Predicar bene e razzolar male

Se questa è vera ….  è l’Appunto di Filippo Facci su Libero di oggi:

“Può attendere”

“Nella vita di un commentatore ci sono dei momenti difficili, perché a certe notizie non sai che chiave dare. Seriosa-sociologica? Becera-spiritosa? Antipolitica? Boh. Comunque la notizia è la seguente”.

“C’è un paese, tra Basilicata e Puglia, che si chiama Palazzo San Gervasio e che in questo periodo si riempie di immigrati stagionali che raccolgono pomodori. Un classico. Un tizio di questo paese, in agosto, è stato derubato di una macchina agricola sicché ha cominciato a indagare sino a individuare il presunto autore del furto, un immigrato romeno. Però non l’ha denunciato: ha fatto da solo. Ha avvicinato l’immigrato, l’ha costretto a salire su un’auto e l’ha portato in un capannone isolato. Qui l’ha torturato: prima con una spranga di ferro, poi gli ha messo una catena attorno al collo e l’ha alzato con una carrucola quasi impiccandolo, facendogli solo sfiorare il terreno coi piedi. L’immigrato non ha confessato ed finito all’ospedale.”

“Epilogo: i carabinieri hanno beccato il torturatore e, ieri, l’hanno arrestato. E chi è? E’ un politico. Non basta: è un assessore. Non basta: è l’assessore all’immigrazione. Sì. Non basta: è di sinistra. Non basta: in quel paesino che per molti immigrati è un punto d’arrivo, un eden raggiunto dopo lunghi viaggi, il cognome dell’assessore all’immigrazione è Paradiso.”

Questa voce è stata pubblicata in In Italia questo e altro, Opinionisti, Problemi sociali e contrassegnata con , , . Contrassegna il permalink.

13 risposte a Predicar bene e razzolar male

  1. strangethelost ha detto:

    Appunto per questo lui si è creduto Dio!

  2. mizaar ha detto:

    al di là della provenienza politica e dell’incarico pubblico è stato il gesto di un animale. nient’altro!

  3. quarchedundepegi ha detto:

    Un bel politico che crede nelle istituzioni o un politico che utilizza le istituzioni?… o semplicemente un delinquente?

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...