[Libri] – Camilla Läckberg: “L’uccello del malaugurio”, “La principessa di ghiaccio”, “Il predicatore” e “Lo scalpellino”.

Camilla Läckberg è una scrittrice svedese che ha pubblicato, tra il 2002 e il 2012, otto romanzi in lingua originale; i primi quattro sono stati tradotti in italiano e sono stati pubblicati da Marsilio.
– Nel 2010 La principessa di ghiaccio,
– nel 2010 Il predicatore .
– nel 2011 Lo scalpellino
– ed ora, nel settembre 2012, fresco di stampa, L’uccello del malaugurio

Sono thrillers tradizionali di tipo poliziesco che hanno avuto un notevole successo internazionale e un elevato gradimento da parte mia. Tutti sono ambientati a Fjällbacka – una ridente località turistica estiva di circa 800 abitanti, situata nella Municipalità di Tanum, costa occidentale della Svezia, dove Camilla Läckberg è nata (1974) e cresciuta – e hanno gli stessi protagonisti. A loro la Läckberg dedica solitamente ampio spazio descrivendone gli aspetti psicologici e narrandone storie personali di vita comune che si inseriscono di volta in volta nella vicenda principale con un seguito, poi, nel libro successivo. Non è indispensabile, quindi, ma consigliabile una lettura per ordine cronologico delle pubblicazioni.

L’intreccio dei quattro romanzi è complesso ma sempre avvincente e credibile, con svolte sorprendenti che fanno tenere il fiato in sospeso sino alla fine. Mi soffermo  sull’ultimo uscito, limitando a brevi cenni la trama dei precedenti.

“L’uccello del malaugurio” di Camilla Läkberg – Marsilio, 2012.

Manca un mese al matrimonio di Erica Falck, scrittrice, e Patrik Hedstròm, polizia di Fjällbacka, quando una donna, apparentemente per un incidente al volante della sua vettura, in stato di forte ubriachezza, perde la vita. La dinamica è sospetta, e Patrick inizia ad indagare. E’ allora che arriva in paese una troupe televisiva per le riprese di un reality tv e una delle ragazze protagoniste viene ritrovata morta, nuda, in un cassonetto della spazzatura. I due delitti non sembrano collegati e la pressione mediatica sul secondo – nonostante il quale lo show televisivo non viene interrotto – sembra far mettere un po’ da parte il primo delitto. Le indagini però proseguono e risalgono ad altri misteriosi omicidi avvenuti in passato e rimasti irrisolti, portando alla scoperta di un comune fil rouge. Ma chi è, o sono, gli assassini. E qual è il movente?.

Il romanzo è ben congegnato e la narrazione ci regala una goccia di mistero ad ogni pagina. I personaggi sono vivi e ben caratterizzati, in particolare il Sindaco del paese, per il quale le riprese del reality non sono che un mezzo per promuove la propria immagine, i produttori del reality, avidi e senza scrupoli, per i quali il delitto è l’occasione per far crescere l’audience, i ragazzi del reality, arrivisti senz’arte né parte, Hanna, la nuova poliziotta di Fjällbacka, alle prese con il marito Lars, psicologo, e qualche problema di troppo.

Non mancano le gustose vicende di contorno: quella di Erica, alle prese con i preparativi per un matrimonio ai quali Patrick non riesce a dedicarsi, quella di Anna e Dan, rispettivamente sorella e caro amico di Erica, alla riscoperta della vita, e quella di Mellberg, il commissario di polizia capo di Patrick, alle prese con la cotta della terza età per un’affascinante Rose-Marie.

Da non perdere. Mio gradimento ****/*****

La principessa di ghiaccio di Camilla Läckberg– Marsilio, 2010

Erica Falck, scrittrice, è tornata nella casa dei genitori a Fjällbacka, incantevole località turistica sulla costa occidentale della Svezia.

Il suicidio di una sua amica d’infanzia, Alexandra, trovata morta, immersa nel ghiaccio nella vasca da bagno con i polsi tagliati, non la convince e inizia a indagare.

In coppia con Patrik Hedström, poliziotto e amico d’infanzia, che s’innamorerà perdutamente di lei, Erica scoprirà cosa si nasconde dietro la morte dell’amica, che credeva di conoscere bene, e porterà alla luce altri delitti e misteri di una comunità dove l’apparenza conta più di ogni cosa.

E’ il primo dei romanzi della Läckberg, quello che ha decretato il suo successo come scrittrice. Erica qui è la protagonista principale, Patrick lo sarà nei romanzi sucessivi.

Mio gradimento **** (e anche qualcosina di più)

Il Predicatore di Camilla Läckberg– Marsilio, 2010

È presto una mattina dell’estate del 2003 a Fjällbacka quando un ragazzino decide di uscire dalla sua abitazione per giocare e fingendosi cavaliere andare alla ricerca di draghi. Il suo gioco viene bruscamente interrotto dalla scoperta del cadavere nudo di una giovane donna. Le indagini della polizia porteranno subito a capire che si tratta di omicidio.

Il mistero si infittisce quando sotto il corpo del primo cadavere vengono rinvenuti i resti degli scheletri di altre due donne scomparse negli anni ’70.

La trama, ricca di sorprese, si articola tra passato e presente con il coinvolgimento nelle indagini della famiglia Hult, conosciuta da oltre vent’anni a causa di Ephraim, il predicatore, che si narri avesse particolari poteri di guarigione.

Patrik Hedström, che presto avrà un bambino da Erica Falck si ritrova a dover risolvere l’intricato caso nel più breve tempo possibile per evitare che la florida stagione turistica venga intaccata da questi tragici ritrovamenti.

(trama da: Wikipedia)

E’ il secondo romanzo della Läckberg. Mio gradimento ****

Nota: Per meglio districarsi tra i personaggi della famiglia Hult può essere utile lo schema che trovate a pag 2

Lo scalpellino di Camilla Läckberg– Marsilio, 2011

Al largo della località di Fjallbacka, un pescatore di nome Frans Bengtsson è intento a recuperare le sue nasse per le aragoste. Dopo aver tirato a bordo, della sua imbarcazione, diverse nasse e il loro costosissimo contenuto nell’ultima nassa ha un’amara sorpresa visto che recupera il corpo, senza vita, di una bambina. Avverte immediatamente la polizia e gli agenti Patrik Hedstrom e Martin Molin rispondono alla chiamata. Appena Patrik vede il corpicino della bambina ha un colpo al cuore, ha riconosciuto quel corpo, il suo nome è Sara, Sara Klinga.

Le indagini incominciano immediatamente e il commissario Mellberg incarica Patrik Hedstrom ed Ernst Lundgren delle relative indagini. Intanto il medico legale ha effettuato l’autopsia del corpo della piccola Sara e ha rinvenuto dell’acqua dolce e del sapone nei suoi polmoni. Questo significa che non è stato un incidente a causare la morte della piccola Sara ma che è stata uccisa in una vasca da bagno e poi gettata in mare. Nello stomaco di Sara viene rinvenuto anche della cenere e questo è davvero un mistero.

Patrik ed Ernst incominciano ad interrogare i genitori di Sara per sapere se conoscono chi potrebbe aver avuto dei rancori verso di loro. I genitori della piccola Sara non sanno cosa rispondere, non hanno proprio idea di chi potrebbe essere così vigliacco e cattivo per uccidere la loro figlia. La nonna di Sara ha una certezza, la colpa è sicuramente del loro vicino di casa Kaj Wiberg e per accentuare questa convinzione inventa, in un secondo momento, anche delle false accuse.
Il romanzo continua con le indagini della polizia su tutti i personaggi di questa storia. Un indiziato rivela che era con l’amante, si viene a sapere che un altro personaggio è coinvolto in un ben più grave reato e grazie ad un colpo di fortuna Patrik scopre anche un altro reato di omicidio.

(trama da: Wikipedia)

E’ il terzo romanzo della Läckberg. Mio gradimento ****

– – – . . .  – – – 

Buona lettura.

— … —

(Questa è la pagina i libri letti e questo è il precedente post.)

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Le 5 stelline, Libri letti e contrassegnata con , , , , , . Contrassegna il permalink.

24 risposte a [Libri] – Camilla Läckberg: “L’uccello del malaugurio”, “La principessa di ghiaccio”, “Il predicatore” e “Lo scalpellino”.

  1. icittadiniprimaditutto ha detto:

    Reblogged this on i cittadini prima di tutto.

  2. Elena ha detto:

    La principessa di ghiaccio è l’unico che ho letto e mi è piaciuto un sacco, pur non essendo propriamente il mio genere!

  3. elinepal ha detto:

    Ottimo consiglio per la mia prossima vacanza…. non so quando sarà, purtroppo!

  4. mizaar ha detto:

    proprio poco fa ho letto della sua partecipazione in italia ad un festival letterario a pordenone – valeva la pena andarci! 😀
    http://blog.marsilioeditori.it/tag/camilla-lackberg/
    leggerò anche quest’ultimo libro!

  5. mariella1953 ha detto:

    Ciao
    Ho preso l’ultimo l’altro giorno e non l’ho ancora iniziato ma spero sia bello come i precedenti che mi sono piaciuti tantissimo!

  6. Pingback: [Libri] “Mare al mattino”, di Margaret Mazzantini. | Frz40's Blog

  7. Celeste ha detto:

    ho letto i primi 3 volumi,mi sono piaciuti , di facile lettura, coinvolgenti, mi manca L’ucello del malagurio………….

  8. Pingback: [Libri] “La sirena” di Camilla Läckberg – Marsilio (2014) | Frz40's Blog

  9. Pingback: [Libri] “Il guardiano del faro” di Camilla Läckberg – Marsilio (Ottobre 2014) | Frz40's Blog

  10. Pingback: [Libri] “Il segreto degli angeli” di Camilla Läckberg – Marsilio (Maggio 2015)   | Frz40's Blog

  11. Pingback: [Libri] “Tempesta di neve e profumo di mandorle” di Camilla Läckberg – | Frz40's Blog

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...