Da restar senza parole.


Eggià perché noi poveri mortali certe cose neppure le immaginiamo. Leggo da La Stampa.it che:

Domenico Zambetti, 60 anni, assessore alla Casa pdl della Regione Lombardia di Roberto Formigoni. È accusato di aver comprato un pacchetto di 4000 preferenze pagandolo 200 mila euro (circa 50 euro a voto) per la sua elezione (con 11.217 preferenze) a Consigliere Regionale nel 2010.

Quattrocento milioni delle vecchie lire solo per diventare Consigliere! E la prima considerazione che mi viene spontanea è: ma quanto contava che gli rendesse quell’elezione? E per gli altri voti quanto avrà pagato? Ma poi leggo ancora che  il procuratore aggiunto Ilda Boccassini precisa:

«Siamo in presenza di un rappresentante delle istituzioni che in piena consapevolezza si rivolge a dei mafiosi (e di primissimo piano, apicali nella ’ndrangheta) per tornaconto personale: forse una delle vicende dove per la prima volta si documenta in modo chiarissimo, l’esistenza di voti di scambio. Mettersi nelle mani di due boss, significa mettere la propria funzione a disposizione e non potersi più sottrarre pena minacce e intimidazioni, come ha documentato l’indagine; significa diventare proprietà di tutta l’organizzazione che poi si sentirà autorizzata, come è successo in questo caso, a chiedere favori di ogni tipo».

E leggo ancora che:

L’assessore Zambetti è l’ultimo di una lunga serie di esponenti politici arrestati o inquisiti negli ultimi due anni al Pirellone. Già responsabile dell’Ambiente e poi dell’Artigianato, Zambetti è il quinto assessore delle varie giunte di Formigoni a finire in carcere, dopo Guido Bombarda (Formazione professionale), Piergianni Prosperini (Turismo), Franco Nicoli Cristiani (Ambiente, Commercio) e Massimo Ponzoni (Protezione civile, Ambiente). E in questo momento è anche il tredicesimo consigliere regionale dell’attuale assemblea (su 80) a finire sotto inchiesta.

E rimango definitivamente senza parole, ma una volta di più capisco perché nessun politico è mai morto povero.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Fatti e notizie dall'Italia, In Italia questo e altro, Politica e contrassegnata con , , . Contrassegna il permalink.

15 risposte a Da restar senza parole.

  1. Elena ha detto:

    no comment ma tanta rabbia!

  2. icittadiniprimaditutto ha detto:

    Reblogged this on i cittadini prima di tutto.

  3. unmateamargo ha detto:

    Rabbia tanta anche io, parole? Non ce ne sono più, ormai le abbiamo consumate da tempo, si dovrebbe inventarne di nuove, ma (e scusa il pessimismo dovuto all’età) tanto non servirebbero,

  4. liù ha detto:

    La cosa non mi meraviglia affatto! Ho sentito dire che anche a Catania un famoso presidente di regione è stato eletto con questi metodi,e chissà quanti altri di cui non sappiamo niente!
    Ormai sono avvezza a tutte le più turpi notizie!

    • frz40 ha detto:

      Ci costringono proprio a far l’abitudine ad ogni nefandezza. E’ da decenni che si parla del voto di scsmbio e forse solo adesso si incomincia a far qualcosa.

      • liù ha detto:

        Scusa ma ti devo correggere!In Sicilia non è da decenni,è da SEMPRE che c’è il voto di scambio!

      • frz40 ha detto:

        E non solo lì.

      • frz40 ha detto:

        E c’è anche il rovescio della medaglia che fa pensare. Non sarà certo stato l’unico ‘scambio’ e se solo per questo ci son stati quattromila ‘picciotti’ affiliati pronti a dare il voto, che dimensioni ha questo fenomeno? E che organizzazione ci vuole dietro! Pensa solo a come comunicare a tutti per chi votare.
        Non ne usciremo mai da questa rogna.

  5. quarchedundepegi ha detto:

    Conosco un politico già sindaco di una città piuttosto importante che morirà povero.
    Sicuramente è una mosca bianchissima.

  6. mizaar ha detto:

    no, una parola c’è, ma non te la dico altrimenti ti chiudono il blog per oscenità! 🙂

  7. ovestghetto ha detto:

    ….quello che non capisco é: perché li ha pure pagati i voti? logica vorrebbe che almeno quelli siano offerti gratis, un piccolo investimento dopotutto a fronte di un guadagno ingente, visto che si parla di un assessorato con portafoglio….e scusatemi se sono cinica

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...