Come prima, più di prima. Come sempre, insomma.

console-mafia-games-wallpapers-club-206330

E’ di Filippo Facci (link) questa riflessione:

“A beh, la società civile”

Quello che pochi hanno il coraggio di dire, oggi, è che la società civile stringi stringi ha preso il potere. Resiste qualche dinosauro (innegabilmente) e resistono i post-comunisti e i post democristiani: la disputa, per il resto, è tra le diverse società civili che sono approdate alla politica nei vent’anni che ci separano dal 1994, cioè dalla morte ufficiale della Prima Repubblica.

La mitica società civile è finalmente dappertutto, guardate i leader politici e le loro solide professioni originarie: il comico Grillo, l’imprenditore Berlusconi, l’accademico Monti, il dirigente Montezemolo, l’avvocato Maroni, i magistrati Di Pietro e De Magistris e Ingroia, il giornalista Giannino eccetera. Non ce n’è uno che non si dica «non professionista» della politica: a costo d’esser definito dilettante. E non ce n’è uno che non si definisca espressione della «società civile»: anche se di società civili ce ne sono tante, alte o basse, belle o brutte, linde o corrotte.

Le primarie dovrebbero rappresentare il festival della società civile, appunto: eppure Marco Travaglio, l’altro giorno, ha efficacemente dimostrato che molti vincitori (del Pd e al Sud, nel caso) sono espressioni di cricche e clientele e mafie che mettono in scena il lato oscuro della società civile medesima, spesso variegata e composita non meno della politica che dovrebbe rappresentarla. È questa, infatti, l’altra cosa che pochi hanno il coraggio di dire: che la società civile non solo ha preso il potere, ma può far schifo: esattamente come vent’anni fa.

Mi colpisce, anzi non fa che confermarmi quel che pensavo, la conclusione di Marco Travaglio sulle primarie: che che molti vincitori (del Pd e al Sud, nel caso) sono espressioni di cricche e clientele e mafie che mettono in scena il lato oscuro della società civile medesima, spesso variegata e composita non meno della politica che dovrebbe rappresentarla.

Ma come poteva essere diverso?

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Opinionisti, Politica e contrassegnata con , , , , , , . Contrassegna il permalink.

9 risposte a Come prima, più di prima. Come sempre, insomma.

  1. icittadiniprimaditutto ha detto:

    Reblogged this on Pier Carlo Lava.

  2. lella ha detto:

    dico mi piace perchè penso sia il ritratto della nostra società civile ora…ma è un ritratto oscuro, dal volto cinico e buio…
    Buona serata
    lella

  3. TANIETTA ha detto:

    IN TUTTO QUESTO C’ E SICURAMENTE UN FALLIMENTO DELLA SOCIETA’, PARLAVAMO APPUNTO DI QUESTI FATTI IN UNA RIFLESSIONE IN PARROCCHIA , CRISI , FINANZA LAVORO UOMINI POLITICI CORROTTI DI TUTTO QUELLO CHE SIAMO CIRCONDATI ECCTTT. …….. LA CONCLUSIONE DI DON MARCO E’ STATA MANCANZA DI CRISTO NEL MONDO , SENZA VALORI CRISTIANI NON SI VA DA NESSUNA PARTE , PERO’ HA AGGIUNTO ABBIAMO LA CERTEZZA DELLA BENEDIZIONE DI DIO, OGNI GIORNO CHE CI RIVOLGIAMO A LUI, ALLORA TUTTO QUELLO CHE SUCCEDE NON CI TOCCA LA GIOIA PIU’ GRANDE E’ SAPERE CHE GESU’ VIAGGIA CON ME NEL MONDO , E QUALSIASI COSA POSSO RIVOLGERMI AD UN AMICO FEDELE ,E MI ESURISCE SEMPRE . E SO CHE NON PUO’ TRADIRMI COME FANNO STI POLITICI QUANDO DO’ LA MIA FIDUCIA COL MIO VOTO, BUONA DOMENICA TANIETTA

    • frz40 ha detto:

      Sei sempre piena di speranza…. Ma quelli che si iscrivono per essere eletti partono già col pensiero di tradire la tua fiducia e farsi i propri interessi. Non puoi sperare che prevalgano i valori cristiani.

  4. Monique ha detto:

    Anche a me colpisce quanto scritto, come dici tu è una conferma di ciò che pensavo: niente di nuovo sotto il sole. Non solo non facciamo passi avanti, ma stiamo anche attenti a tornare “indietro tutta”! 😦

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...