Quando si capisce che è venuto il momento…. e, forse, era meglio anche prima.

papa_07

Leggo su molti blog commenti di questo tipo: “Intendiamoci, questo Papa non mi ha mai entusiasmato, ma non doveva dimettersi. Il papato è un incarico a vita per sua natura irrinunciabile.”

Certo, quella di Benedetto XVI è stata una decisione che ha generato sorpresa e sconcerto, ma non concordo assolutamente con chi sostiene che lasciare sia stato un atto di viltà.

Al contrario: per reggere certe responsabilità bisogna averne la forza fisica e mentale. Quando uno si rende conte che questa forza gli è venuta a mancare, il passar la mano e farsi da parte è un atto d’umiltà.

Chi lo critica non si rende conto di una cosa: che la vita, ad una certa età e spesso a causa di certe malattie, si scende a scale e dopo certi gradini, meglio farei a dire ruzzoloni, le forze vengono a mancar di colpo e sempre più si riducono i momenti di piena lucidità nel corso della giornata.

E questo è totalmente incompatibile con le responsabilità di certi incarichi nei confronti coloro che si governano.

Restare al proprio posto “costi quel che costi” non ha alcun senso, quando chi paga sono gli altri.

Oltre a tutto, quel commento: “intendiamoci, questo Papa non mi ha mai entusiasmato” la dice lunga su questo papato e sulla crisi della fede nella nostra Chiesa. Papa Ratzinger era poco carismatico, molto intransigente e poco al passo con i nostri tempi. Forse avrebbe fatto bene a rinunciare anche prima.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Emozioni, pensieri, riflessioni e ricordi, Fatti e notizie dall'Italia e contrassegnata con , , . Contrassegna il permalink.

21 risposte a Quando si capisce che è venuto il momento…. e, forse, era meglio anche prima.

  1. TANIETTA ha detto:

    HAI RAGIONE FRA, QUANDO DICI CHE FORSE SAREBBE MEGLIO CHE SI FOSSE FATTO DA PARTE ANCHE PRIMA, NEL MIO CUORE CREDO CHE LUI ABBIA FATTO LA COSA GIUSTA PER LA SUA COSCIENZA DI FRONTE A DIO, CERTAMENTE TROPPI SCANDALI ALL’INTERNO DEL VATICANO TROPPO DOLORE PER LUI . …… TROPPO SOLO PER COMBATTERE AVEVA TUTTI CONTRO NON DIMENTICHIAMOCI!!!!!!!!!!!! SOPRATUTTO BERTONE E SATO IL SUO (NEMICO) N.1 E’ ARRIVATOIL MOMENTO DI FARE PULIZIA ANCHE NELLE CHIESE , SPERO CHE IL BUON DIO DALL’ALTO SOFFI COL SUO SANTO SPIRITO E RINNOVI ANCHE LE ISTITUZIONE ECLESIASTICHE , OLTRE QUELLE POLITICHE E PRESIDENZIALI UN BEL COLPO QUEST’ANNOOOOOOOOOOO , BUONA GIORNATA UN FORTE ABBRACCIO TANIETTA

  2. mariella1953 ha detto:

    Ciao
    Io penso che dietro a questa scelta ci siano ragioni legate alla crisi stessa della Chiesa,Chiesa intesa come apparato,gerarchia,potere economico…..
    Un recupero delle origini,un ritorno alla spiritualità ,al vivere la religione con l’esempio e per le strade e forse anche un rivedere alcune cose stabilite nel corso di concili risalenti al Medioevo
    Faccio un esempio,il celibato non è nato con la nascita della Chiesa ma diventato obbligo con il Concilio di Trento,molti pensano abbia portato più danni che benefici e sono d’accordo
    Forse non sapremo mai le vere ragioni ma io penso che siano dovute ad una sua crisi personale nel vedere quanto l'”apparato” con la fede c’entri ben poco….
    Buona giornata

    • frz40 ha detto:

      E’ possibile che le ragioni non siano una sola, ma proprio per questo, se non si sente in grado di affrontare i problemi, per stanchezza fisica e/o per altri motivi, è bene che abbia lasciato.

  3. melodiestonate ha detto:

    io sono contenta così.. avrebbe fatto bene a rinunciare anche prima…

  4. lella ha detto:

    E’ un gesto che lascia sconcerto ma è stato anche un gesto coerente, con se stesso e il suo essere cristiano.
    Forse nel Papa non riusciamo sempre a vedere un uomo…eppure lo è, ci vuole coraggio ad affrontare un incarico così e ce ne vuole altrettanto per lasciarlo.

    lella

  5. marisamoles ha detto:

    Anticipo qui quello che scriverò sul mio blog in risposta ai commenti dei lettori: non sono d’accordo, non considero un atto di coraggio questa decisione, neppure di viltà come Celestino V (secondo dante che, però, ce l’aveva a morte con Bonifacio VIII che non sarebbe stato eletto se lui non avesse abdicato) quanto piuttosto di opportunità personale. Il diritto canonico glielo consente? Certo, quindi ha fatto bene ad avvalersene. Ma l’avrebbe consentito anche a Giovanni Paolo II eppure … non dimenticherò mai la sua ultima Pasqua, quella fotografia che ha fatto il giro del mondo, quella in cui, assistendo alla tv alla via Crucis cui non aveva potuto presenziare, lo ritraeva in tutta la sua stanchezza, con il capo reclinato sulla spalla, mezzo assopito, l’immagine stessa della sofferenza. Anche Gesù ha sofferto in croce e, come ben dice l’ex segretario di Papa Wojtyla: “Dalla Croce di cristo non si scende”.

    Alla possibile obiezione: ma come può un Papa senza forze e senza l’opportuna lucidità mentale continuare la sua missione? rispondo: c’è sempre chi può agire in nome e per conto del Papa, una sorta di tutore, che sicuramente c’è stato ai tempi della malattia di Giovanni Paolo II. Quanto ai viaggi, l’apostolato si può fare benissimo anche standosene a Roma. Ogni volta che penso ai viaggi papali e allo sfarzo ostentato specialmente da questo Papa, mi viene una rabbia …

    • frz40 ha detto:

      Marisa, ascoltami: non abbiamo bisogno di martiri, ma di pastori. La foto di Giovanni Paolo II intenerisce i cuori, ma i problemi restano e non sono delegabili. La nostra Chiesa è già troppo in ritardo nell’affrontarli.

      • marisamoles ha detto:

        Ti ascolto, sì! Ma i problemi della Chiesa non sono risolvibili da gente che ha un’età media di 70 anni, con una mentalità retrograda. Un po’ come i nostri politici, insomma. 😦

        Scommettiamo che il prossimo Papa non avrà meno di 70 anni?
        Ci vorrebbe uno con la testa del Cardinale Carlo Maria Martini e non più di 55 anni.

      • frz40 ha detto:

        Sarebbe un buon segno di cambiamento.

  6. quarchedundepegi ha detto:

    Qualcuno ha parlato di notizia shock. Non ci trovo nulla di terribile in queste dimissioni (o abdicazione). Probabilmente si era rotto e… ha detto basta.
    Ciao

  7. Monique ha detto:

    Anche io non nutrivo simpatie per il suo pontificato, ma non ho giudizi ne di bene ne di male su queste dimissioni, ne prendo atto con la convinzione che la Storia ci sta chiamando e abbiamo la possibilità di cambiare le cose…
    In tutta sincerità fatico a credere che, nel caso specifico, dipendano unicamente dall’età che avanza, ma, in generale, sono d’accordo sul fatto che non si possano rivestire ruoli di alta responsabilità quando mancano le forze fisiche e mentali e in questo caso ritirarsi è intelligenza.

  8. Concordo in pieno con la tua tesi. Tutti vorremmmo una fine dignitosa della vita,anzi, io sono per una eutanasia programmata se le mie facoltá mentali e fisiche fossero di troppo disturbo al parentato. Questo Papa é sempre stato obsoleto,la Chiesa deve sapersi rinnovare e aprire al mondo.

  9. elisabetta ha detto:

    Devo ammettere che anch’io non nutrivo molta simpatia per questo Papa, ma questa sua decisione mi ha fatto pensare e in qualche modo ricredere.

    Il mio parere è che sia una decisione presa con coerenza, con umiltà, con tanta onestà di coscienza, e sicuramente anche con dolore.

    Non sapremo mai le vere motivazioni, ma non penso siano solo dovute a problemi fisici… c’è sotto ben altro e il Santo Pontefice, non avendo completa autonomia per agire, non se l’è più sentita di farsi complice di situazioni e scandali che si nascondono dietro quelle autorevoli mura Vaticane.

    eli

    • frz40 ha detto:

      Più passa il tempo e più sembrano emergonere ragioni diverse dal solo stato di salute. Comunque sia, lo ripeto, quando uno non se la sente più di gestire responsabilità e conflitti, è bene che lasci.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...