[Libri] “Io che amo solo te” di Luca Bianchini – Mondadori (2013)

io che amo solo te

Occupa da qualche settimana le zone alte delle classifiche di vendita questo “Io che amo solo te” di Luca Bianchini del quale riporto qui di seguito la presentazione:

Ninella ha cinquant’anni e un grande amore, don Mimì, con cui non si è potuta sposare. Ma il destino le fa un regalo inaspettato: sua figlia si fidanza proprio con il figlio dell’uomo che ha sempre sognato, e i due ragazzi decidono di convolare a nozze. Il matrimonio di Chiara e Damiano si trasforma così in un vero e proprio evento per Polignano a Mare, paese bianco e arroccato in uno degli angoli più magici della Puglia.
Gli occhi dei 287 invitati non saranno però puntati sugli sposi, ma sui loro genitori. Ninella è la sarta più bella del paese, e da quando è rimasta vedova sta sempre in casa a cucire, cucinare e guardare il mare. In realtà è un vulcano solo temporaneamente spento. Don Mimì, dietro i baffi e i silenzi, nasconde l’inquieto desiderio di riavere quella donna solo per sé. A sorvegliare la situazione c’è sua moglie, la futura suocera di Chiara, che a Polignano chiamano la “First Lady”. È lei a controllare e a gestire una festa di matrimonio preparata da mesi e che tutti vogliono indimenticabile: dal bouquet “semicascante” della sposa al gran buffet di antipasti, dall’assegnazione dei posti alle bomboniere – passando per l’Ave Maria –, nulla è lasciato al caso. Ma è un attimo e la situazione può precipitare nel caos, grazie a un susseguirsi di colpi di scena e a una serie di personaggi esilaranti: una diciassettenne che deve perdere cinque chili e la verginità; un testimone gay che si presenta con una finta fidanzata; una zia che da quando si è trasferita in Veneto dice “voi meridionali” e un truccatore che obbliga la sposa a non commuoversi per non rovinare il make-up.
Io che amo solo te è un romanzo sulle gioie segrete, sull’arte di attendere e sulle paure dell’ultimo minuto. Tra ironia e commozione, quello di Luca Bianchini è un avventuroso viaggio sull’amore, che arriva – o ritorna – quando meno te lo aspetti, ti rimette in gioco e ti porta dove decide lui. Come il maestrale, che accompagna i tre giorni di questa storia, sullo sfondo di una Puglia dove regnano ancora antichi valori e tanta bellezza.

Tutto vero, però questo è un libro nel quale mi aspettavo che l’Autore prendesse le distanze dalle sfarzose usanze – i matrimoni  realizzati all’insegna di un apparire tanto fatuo quanto pacchiano, in primis – del nostro meridione .

Del pari mi aspettavo che prendesse le distanze da tutti coloro che fanno di quel vuoto apparire la loro ragione di vita.

Ma non è così.

Al contrario, leggendo i ringraziamenti che lo stesso rivolge alle persone del luogo che gli hanno dato il coraggio di scrivere questo romanzo (discutendo di matrimoni ed invitandolo ad uno di essi) mi pare invece che Bianchini si sia lasciato a sua volta coinvolgere da quel mondo fatuo e abbia perso una grossa occasione.

Il libro, peraltro, è scritto bene, scorre in modo piacevole e le storie raccontate sono carine ancorché non stravolgenti.

Mio gradimento ***

Memo:
I links del mio blog per i libri letti:
– I precedenti commenti
– La tabella di riepilogo.
– Le cinque stelline

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Libri letti e contrassegnata con , . Contrassegna il permalink.

6 risposte a [Libri] “Io che amo solo te” di Luca Bianchini – Mondadori (2013)

  1. Diemme ha detto:

    Ieri mi è capitato di fare un regalo tra capo e collo, e mi sono recata in libreria: ah, che avrei dato in quel momento per ricordare tutte le blog-recensione, tue e di altri, che mi hanno fatto venire l’acquolina in bocca ma non hanno lasciato traccia nella mia mente in quanto a titolo e autore…

    Buona giornata, Frz!

  2. Elena ha detto:

    Ho preferito il primo libri di Bianchini e poi non mi è piaciuto in una recente intervista televisiva! Però la tua recensione è molto interessante!

  3. marisamoles ha detto:

    Ho visto il film e mi è piaciuto. Vorrei leggere anche il libro ma la mia lista è lunga e l’estate breve. Inoltre, ho già tre romanzi acquistati che attendono… tra cui “La vedova” che mi sono impegnata a leggere. 😉

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...