730: le persone a carico

.

Questa è bellissima:

Da articolo su un giornale inglese.

Ecco un esempio di quanto sia importante compilare bene la dichiarazione dei redditi: Alla domanda: “Avete persone a Vostro carico?” un cittadino ha risposto:

a.. 2,1 milioni di immigrati illegali

b.. 4,4 milioni di disoccupati

c.. 90.000 criminali in 85 prigioni

d.. 650 cretini in Parlamento e.. più quelli della Comunità Europea.

Gli è stata restituita la dichiarazione dicendo che era inaccettabile.

Il cittadino ha chiesto: “Perchè, ho dimenticato qualcuno?”


La trovo fantastica. Ridiamoci su, ma da noi sarebbe diverso?

(un grazie a Sergio che me l’ha fatta avere)


Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Politica, Sorridiamo anche un po' e contrassegnata con , . Contrassegna il permalink.

10 risposte a 730: le persone a carico

  1. Monique ha detto:

    Geniale, vorrei stringergli la mano!!! 😉

  2. Diemme ha detto:

    L’avevo letta anch’io su fb, anche se mi pare che non venisse attribuita a un giornale inglese: d’altra parte, lasciamo stare le cirfre forse sparate a caso, non è forse il quadro dell’Italia? Geniale la risposta: “Ho forse dimenticato qualcuno?”.

    Credo che dovremmo fare tutti così, una specie di sciopero fiscale… Qualcuno ha commentato: “Ma non l’hanno capito questi che non ce la facciamo più?”.

    Certo che l’hanno capito, ma che vuoi che gliene freghi? Anzi, fanno come Hitler nei tristemente famosi “ultimi giorni”, quelli in cui, capito che oramai la guerra l’aveva persa, accelerò le operazioni di sterminio per uccidere il più persone possibile prima della fine. Questi hanno imparato a pappare più velocemente, hai visto mai che la pacchia finisca e che domani non potranno più farlo?

  3. eli ha detto:

    Mi viene in mente quell’altro aneddoto in cui un contribuente che si è sentito dire che le tasse si dovrebbero pagare con un sorriso, ha risposto “Io ci ho provato ma LORO hanno voluto i soldi”

    😉

    eli

  4. blogdibarbara ha detto:

    Sì, se la storiella fosse stata ambientata in Italia sarebbe diverso: i cretini in parlamento sono molti di più.
    (La gag del pagare con un sorriso l’ho sentita tra Sandra Milo e Gigliola Cinquetti una cinquantina d’anni fa: grandioso che sia ancora in circolazione!)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...