[Libri] Di Nicolas Barreau “Una sera a Parigi” e “Con te fino alla fine del mondo”


.Se amate la Parigi bohemienne e le storie un po’ retro, non potete lasciarvi sfuggire questi due brevi romanzi d’amore.

Il primo, “Una sera a Parigi” , vede come protagonista, Alain Bonnard, proprietario e gestore di una piccola sala cinematografica dove ogni Mercoledì sera si proiettano, al secondo spettacolo, i più famosi film d’amore del passato. Sarà una misteriosa fanciulla dal cappotto rosso, seduta ogni volta alla stessa fila, al numero 17, che lo farà innamorare.

Il secondo, “Con te fino alla fine del mondo”, ha per protagonista Jean-Luc Champollion, affascinante proprietario di una galleria d’arte in rue de Seine. Gli farà perdere la testa una misteriosa “Principessa” che gli scrive una lettera che dice: “Mon cher Monsieur, vi starete chiedendo chi è che vi scrive. Non ve lo dirò. Non ancora. Rispondetemi, e provate a scoprirlo. Forse vi aspetta un’avventura che farà di voi l’uomo più felice di Parigi”

Entrambi sono molto gradevoli e ben scritti. Mio gradimento ***/****

L’autore, Nicolas Barreau è nato a Parigi nel 1980 da madre tedesca e padre francese,  Ha studiato Lingue e letterature romanze alla Sorbonne e ha lavorato in una piccola libreria sulla Rive Gauche prima di dedicarsi alla scrittura. Ha pubblicato anche un terzo romanzo, “Gli ingredienti segreti dell’amore”, che mi riprometto di leggere a breve.

Queste le presentazioni dell’editore:

Nicolas Barreau – “Una sera a Parigi” – Feltrinelli (2013, 251p.)

In una piccola strada di Parigi, percorrendo rue Bonaparte fino a scorgere la Senna e girando due volte l’angolo, si trova un luogo incantato: il Cinéma Paradis. È questo il regno di Alain Bonnard, l’appassionato e nostalgico proprietario del locale. Ed è qui che ogni mercoledì, al secondo spettacolo, va in scena “Les amours au Paradis”, una rassegna dei migliori film d’amore del passato. In quelle sere il Cinéma Paradis è avvolto da una magia particolare: regala sogni, come recita il poster appeso in biglietteria, sopra alla cassa antiquata. La piccola folla di habitué si abbandona volentieri sulle vecchie poltroncine di velluto per farsi rapire dal fascino del grande schermo. Ma da quando al secondo spettacolo partecipa anche una certa ragazza, è Alain a sognare più di tutti. Cappotto rosso, sorriso timido, siede sempre nella stessa fila, la numero diciassette. Poi, non appena in sala si riaccendono le luci, si allontana solitaria nella notte parigina. Chi è? E qual è la sua storia? Finalmente Alain trova il coraggio di invitarla a cena. È una serata perfetta e in più, poco dopo, accade un altro fatto eccezionale: un famoso regista americano annuncia di voler girare il suo prossimo film proprio dentro al Paradis, con protagonista la bellissima e inavvicinabile Solène Avril. Alain è fuori di sé dalla gioia. C’è solo una cosa che lo preoccupa: la misteriosa ragazza con il cappotto rosso sembra scomparsa dalla faccia della terra. Che sia solo una coincidenza?

Nicolas Barreau – “Con te fino alla fine del mondo” – Feltrinelli (2012, 185 p)

“Mon cher Monsieur, vi starete chiedendo chi è che vi scrive. Non ve lo dirò. Non ancora. Rispondetemi, e provate a scoprirlo. Forse vi aspetta un’avventura che farà di voi l’uomo più felice di Parigi. La Principessa” Così comincia la lettera che stravolgerà la vita di Jean-Luc Champollion, l’affascinante proprietario di una galleria di successo in rue de Seine. Molto sensibile al fascino delle donne, che lo ricambiano volentieri, Jean-Luc vive in uno dei quartieri più alla moda di Parigi, in perfetta armonia con il suo fedele dalmata Cézanne. Tutto procede al meglio, tra vernissage, allegri ritrovi con gli amici nei café di Saint-Germain-des-Prés e romantiche passeggiate au clair de lune lungo la Senna. Finché, una mattina, Jean-Luc scorge qualcosa nella posta: una busta azzurra, scritta a mano. È una lettera d’amore, o meglio, una delle più appassionate dichiarazioni d’amore che lui abbia mai ricevuto, ma non è firmata: la misteriosa autrice, nascosta dietro uno pseudonimo, lo sfida a smascherarla dandogli una serie di indizi. Per quanto perplesso, Jean-Luc sta al gioco. Ma l’impresa non sarà affatto semplice: chi sarà mai la deliziosa impertinente che sembra conoscere così bene le sue abitudini e si diverte a stuzzicarlo? Stregato dalle sue parole, Jean-Luc cercherà di dare un nome a quella donna così intrigante e sfuggente il cui volto gli è del tutto sconosciuto. O forse no?

.Memo:
I links dei libri letti sul mio blog per:
– I precedenti commenti
– La tabella di riepilogo.
– Le cinque stelline

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in 01. Libri, Libri letti e contrassegnata con , , , . Contrassegna il permalink.

5 risposte a [Libri] Di Nicolas Barreau “Una sera a Parigi” e “Con te fino alla fine del mondo”

  1. sergio ha detto:

    letto, bellissimo.
    scelta ottima

    peccato che la fanciulla – non è scritto nel romanzo ma l’ho letto su internet – gli abbia attaccato l’aids

  2. Monique ha detto:

    Sono già in lista, mi servono per rilassarmi e poi adoro Parigi!!

  3. Pingback: [Libri] “Gli ingredienti segreti dell’amore” di Nicolas Barreau – Feltrinelli (2013) | Frz40's Blog

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...