[Libri] “Il gioco di Ripper” di Isabel Allende – Feltrinelli (2013)

Amanda è una ragazzina di San Francisco, brillante e introversa, appassionata lettrice, dotata di un eccezionale talento per le indagini criminali, che si diletta a giocare a Ripper, un gioco online in cui bisogna risolvere casi misteriosi, ispirato alle vicende di Jack the Ripper, Jack lo Squartatore, che terrorizzò Londra a fine ‘800.

Partecipano con lei al gioco il nonno Blake e altri quattro ragazzini sparsi per il mondo, che comunicano via internet:

  • un ragazzo della Nuova Zelanda, paraplegico a causa di un incidente e condannato su una sedia a rotelle, ma con la mente libera di vagare in mondi fantastici e di vivere sia nel passato che nel futuro, che ha assunto il ruolo di Esmeralda, una gitana astuta e curiosa.
  • un adolescente del New Jersey, solitario e timido, che vive con la madre e che negli ultimi due anni era uscito dalla sua camera solo per andare in bagno, nel ruolo di sir Edmond Paddington, un colonnello inglese in pensione, machista e petulante, molto utile nel gioco in quanto esperto di armi e strategie militari.
  • una ragazza di Montreal di diciannove anni, la cui breve vita è trascorsa in varie cliniche a causa dei suoi disturbi dell’alimentazione, nel ruolo di Abatha, una sensitiva in grado di leggere il pensiero, far riaffiorare i ricordi e comunicare con i fantasmi.
  • Un orfano afroamericano di tredici anni, con un quoziente intellettuale 156, borsista presso un’accademia per ragazzi superdotati a Reno, che ha scelto di essere Sherlock Holmes, perché dedurre e trarre conclusioni non implica alcuno sforzo per lui.

Come maestra del gioco, Amanda pianifica ogni avventura in funzione delle abilità e dei limiti del personaggio che ogni giocatore si è creato come alter ego.

Questa volta lei resta affascinata da un caso reale, l’omicidio del guardiano di una scuola trovato morto e violentato in palestra. E’ il primo di una serie di omicidi sui quali i ragazzini scateneranno la loro fantasia e le loro capacità deduttive sino ad intuire che non si tratta di casi separati, come invece pensa la polizia, ma dell’opera di un sadico killer seriale.

Per Amanda la situazione diventerà drammatica quando sarà la mamma a sparire e i ragazzi scopriranno che mancano poche ore al suo assassinio.

Il thriller è molto fantasioso, improbabile, ma molto ben costruito ed avvincente.

Mio gradimento ****

Un ringraziamento a luna che mi ha incuriosito pubblicando la recensione del libro sul suo blog.

Memo:  i links di tutti i libri da me recentemente letti.
– I precedenti commenti
– La tabella di riepilogo.
– Le cinque stelline

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Libri letti e contrassegnata con , , . Contrassegna il permalink.

2 risposte a [Libri] “Il gioco di Ripper” di Isabel Allende – Feltrinelli (2013)

  1. Monique ha detto:

    Anche io sono stata incuriosita dalla recensione di Luna e prima o poi lo leggerò!
    Buona serata!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...