Una Pasqua di perdono


 La notizia, ripresa anche da tutti i tg di ieri:

Iran, perdonato sul patibolo dalla madre della sua vittima

“Urlava, Balal Abdullah, quando l’hanno trascinato nella piazza di Noshahr, nel nord dell’Iran. Lo hanno fatto salire su una sedia, bendato, e gli hanno messo il cappio al collo. Era condannato per aver ucciso un giovane a coltellate durante una rissa per strada: occhio per occhio. La madre della vittima, però, anziché spingere via la sedia per dargli la morte e ottenere «retribuzione » (qisas) come previsto dalla sharia, lo ha schiaffeggiato. «Così ti punisco per il male che mi hai fatto». E poi lo ha risparmiato. Ha raccontato che il figlio Abdollah le era apparso in sogno chiedendole di non vendicarsi”. (Il Corriere del 18 Aprile 2014)

L’articolo prosegue con questa frase: “Avrà forse contribuito la massiccia campagna mediatica che invitava i familiari al perdono …” il che mi fa pensare che, data l’origine, nasconda qualcosa di tarocco, ma in questa nostra Pasqua che invita al perdono, mi fa piacere pensare che sia tutta vera.

Auguri a tutti.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Natale e altre ricorrenze e contrassegnata con , . Contrassegna il permalink.

10 risposte a Una Pasqua di perdono

  1. quarchedundepegi ha detto:

    Ma sì… facciamo che sia tutto vero.
    Buona Pasqua.
    Quarc

  2. Diemme ha detto:

    E a me fa piacere pensare che anche certi popoli possano imparare a essere meno sanguinari (comunque io, intendiamoci, non l’avrei perdonato).

  3. unmateamargo ha detto:

    Piaccia o no a noi occidentali la legge coranica ha anche dei vantaggi che le nostre leggi non hanno (valga per tutti “il perdono” da parte dei parenti delle vittime, o delle vittime stesse se l’aggressione non è mortale), loro il perdono l’hanno mantunto, da noi che fine ha fatto?
    So che ciò che ho scritto potrebbe anche attirarmi eventuali strali, magari non da te, ma l’Islam non è solo terrorismo e malvagità e forse dovremmo studiarlo un po’ di più non foss’altro per sapere di che parlilemo.
    Già che ci sono ti auguro di cuore Buona Pasqua.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...