Teneri….


Dall’arca di Noe’ scese per primo il maestoso elefante, per seconda la minuscola pulce. La pulce scivolò e si schiantò contro l’elefante. Lui s i lamentò: “Per la grazia di dio, non cominciamo a spingere !”. E la pulce rispose : “Mi scusi, non l’avevo vista”.


C’era una volta una tartaruga che voleva salire su un albero. Ogni volta che arrivava verso la punta del ramo, cadeva. Ma, imperterrita, ricominciava a salire. E a cadere, per ben cinque volte. A un certo punto, la femmina di una coppia di uccelli su un albero lì vicino bisbiglia al maschio: “Forse è meglio dirle che è stata adottata!”


Un enorme toro nero pascola tranquillo su un prato di montagna. A un certo punto nota uno strano movimento, in fondo al pascolo: un puntino bianco che si muove a balzelli verso di lui. Il toro, incuriosito, segue il puntino con lo sguardo, senza però riuscire a capire chi sia: sembra una palla di pelo bianco, che, saltellando, viene verso di lui.

Piano piano la palla bianca si avvicina; quando si trova a pochi passi, il toro si accorge che si tratta di un coniglietto bianco. L’animaletto si ferma di fronte al toro. “Ans, ans … caspita che corsa… ans … ehi, ciccione! Fatti da parte che ho fretta!”, grida il coniglietto. Il toro lo osserva ruminando, impassibile. “Ehi, idiota! Non mi hai sentito? Ti ho detto di lasciarmi passare, se non vuoi che ti prenda a calci!”. Il toro continua a ruminare, senza fare una piega. “Ma che hai, le orecchie piene di cerume? Se non ti sposti entro dieci secondi, giuro che ti rompo il muso, capito, ammasso di grasso? Allora… pronto? E unooo … dueeeee … treeee … quattrooo ….”. Emettendo uno sbuffo di noia, il toro si gira su se stesso, alza la coda, seppellisce il coniglietto sotto una montagna di escrementi e se ne va tranquillo. Passano i minuti, quando una zampetta emerge dalla cima, poi la seconda, infine spunta la testa del coniglietto, tutta imbrattata di cacca. L’animaletto si pulisce gli occhietti, si guarda intorno e, scorto il toro all’orizzonte, grida: “A-ha! Te la sei fatta sotto, eh!”


Un passerotto si lancia dal nido e, con i pochi rudimenti ricevuti dai genitori, comincia a esplorare il mondo. Incontra un cane e gli chiede: “Tu chi sei?” E il cane: “Sono il cane lupo!”. “Non può essere! Uno, o è cane o è lupo!” E il cane con tanta pazienza gli spiega: “Mia mamma era una lupa, mio papà un cane, hanno fatto sesso e sono nato io, il cane lupo!” Il passerotto si reca perplesso presso un ruscello per bere e qui vede un pesce: “E tu chi sei?” E il pesce: “Sono la trota salmonata!”. Non è possibile; uno, o è trota o è salmone!” E la trota: “Mia mamma era trota, papà salmone, hanno fatto sesso e sono nata io!.” L’uccellino perplesso si gira e vede un insetto: “E tu chi sei?” E l’insetto: “Sono la zanzara tigre …”. E il passerotto: “Ma va a quel paese!”


Un elefante che sta camminando nella foresta passa inavvertitamente sopra ad un formicaio, ed uccide migliaia di formiche. Le formiche per vendicarsi gli saltano tutte addosso. L’elefante sentendosi un brulichio addosso si scrolla e fa cadere tutte le formiche tranne una che gli rimane attaccata sul collo. Tutte le altre formiche vedendo l’intrepida formica sul collo, le urlano in coro: “Dài, strozzalo, strozzalo, strozzalo..”.

 


 

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Sorridiamo anche un po' e contrassegnata con . Contrassegna il permalink.

2 risposte a Teneri….

  1. eli ha detto:

    Carinissime…. alcune le conoscevo, ma il sorriso nel rileggerle si rinnova sempre volentieri…
    Grazie

    eli

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...