[Libri] “La regola dell’equilibrio” di Gianrico Carofiglio – Einaudi (2014)

RdE

E’ appena uscito in libreria “La regola dell’equilibrio” di Gianrico Carofiglio è subito balzato in testa alle classifiche di vendita settimanali.

E’ il quinto episodio della serie Guido Guerrieri, iniziata nel 2002, che, peraltro non ho mai letto in passato.

Questo mi è piaciuto.

E’ sostanzialmente un legal thriller all’italiana, con una propria morale.

Siamo a Bari. All’avvocato Guido Guerrieri si presenta suo ex compagno di università, Pierluigi Larocca, sempre primo negli studi e nei concorsi ora giudice nel pieno di una folgorante carriera. Gli chiede di difenderlo dall’accusa di corruzione per la quale è indagato in seguito alle dichiarazioni di un pentito di mafia, che lo accusa di aver intascato dei quattrini per consentire una scarcerazione facile. Guerrieri accetta l’incarico, certo dell’innocenza dell’amico, e si avvale della collaborazione di un’investigatrice amica, Annapaola Viola, per raccogliere le prove per la difesa. Quando, però, un vecchio amico, il poliziotto Carmelo Tancredi, gli rivela alcuni imprevisti aspetti della vicenda, Guerrieri si trova di fronte ad un importante dilemma che tocca gli equilibri della sua etica professionale.

E’ un romanzo che ci porta nei meandri del nostro mondo giudiziario, con tutti i suoi vizi e le sue virtù; qui il tema centrale è di come si possano addomesticare certe sentenze facendo leva sulle umane debolezze che inducono a trovare sempre una giustificazione ai propri errori.

«Com’era quella frase dei Fratelli Karamazov? “Chi mente a sé stesso e presta ascolto alle proprie menzogne arriva al punto di non distinguere piú la verità, né in sé stesso, né intorno a sé”. La citava spesso mio nonno, e diceva che la regola dell’equilibrio morale consiste nell’opposto del comportamento descritto in questa frase. Consiste nel non mentire a noi stessi sul significato e sulle ragioni di quello che facciamo e di quello che non facciamo. Consiste nel non cercare giustificazioni, nel non manipolare il racconto che facciamo di noi a noi stessi e agli altri».

Sulla trama non aggiungo altro per non togliere il piacere della lettura. Posso però dire che, tra i personaggi, oltre alla figura di Guerrieri, avvocato ancora a misura d’uomo, con tutti i suoi dubbi e le sue debolezze; mi hanno colpito:

–        La figura di Annapaola, la giovane, bella e sexy investigatrice in giubbotto nero di pelle, casco nero, borsone nero a tracolla e moto color carbonio che non teme di usare mezzi spicci per raccogliere le informazioni che le servono. Mi ha ricordato la Lisbeth Salander della trilogia Millenium di Stieg Larson (Qui sul mio blog).

–         la trovata di Mr. Sacco, un punching ball appeso nel centro del salotto di casa: «Lui è il mio confidente, se non parlassi con lui di certi argomenti non saprei proprio con chi farlo. Qualcuno direbbe che si tratta di un oggetto transizionale, più o meno come gli orsacchiotti o la coperta di Linus.»

La lettura è particolarmente scorrevole e le 280 pagine filano via veloci.

Mio gradimento ****

Gianrico Carofiglio (Bari 1961) è un ex magistrato ed è l’autore del personaggio dell’avvocato Guerrieri, protagonista di “Testimone inconsapevole” (2002), “Ad occhi chiusi” (2003), “Ragionevoli dubbi” (2006) e “Le perfezioni provvisorie” (2010). È autore di altri numerosi altri romanzi, raccolte di racconti e saggi tradotti in moltissime lingue.

-.-

Memo: nella categoria Libri :

– I miei precedenti post
– La tabella di riepilogo.
– Le mie cinque stelline

Questa voce è stata pubblicata in Libri letti e contrassegnata con , , . Contrassegna il permalink.

5 risposte a [Libri] “La regola dell’equilibrio” di Gianrico Carofiglio – Einaudi (2014)

  1. mariella1953 ha detto:

    Ciao
    Devi leggere i primi quattro! Sono ancora più belli!

  2. Elena ha detto:

    Concordo con il tuo voto di gradimento, Sono quasi alla fine e mi è piaciuto molto! Buona domenica

  3. Pingback: [Libri] “Ad occhi chiusi” di Gianrico Carofiglio – Sellerio (2003). | Frz40's Blog

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...