[Libri] “Zia Antonia sapeva di menta” di Andrea Vitali – Garzanti (2011)

Zia-Antonia

Letto tutto d’un fiato in un solo pomeriggio. E’ “Zia Antonia sapeva di menta”, un breve (147 pagine) ma gustosissimo romanzo con spruzzate di giallo e di commedia degli equivoci, di Andrea Vitali, pubblicato da Garzanti qualche anno fa.

Siamo a Bellano, il piccolo comune sul lago di Como caro all’autore, negli anni ‘70

Lei è Zia Antonia, una vecchietta colpita da una forte artrosi che la costringe a letto, e lui è Ernesto, il premuroso nipote che  si è preso cura di lei, dapprima accogliendola nelle propria casa e poi andando a farle visita tutti i giorni nella casa di riposo nella quale, un po’ per pudore e un po’ per non essergli di troppo peso, ha voluto ritirarsi.

Ernesto ha un fratello, Antonio, che della zia non ha mai voluto saperne: gli interessano invece, e molto i soldi e le donne comei Augusta Peretti, una trentacinquenne ossigenata e vogliosa, figlia del salumiere.

Un giorno, nella camera di zia Antonia, Ernesto avverte un forte sapore di aglio che copre integralmente il piacevole e fresco aroma diffuso dalle mentine di cui zia Antonia si sazia ed è particolarmente golosa.

Suor Speranza, la superiora della Casa di Riposo lo rassicura: nel minestrone che ha distribuito ai pazienti l’aglio non l’ha fatto mettere di certo: «Aglio, cipolle, rape, ravanelli e porri sono verdure indigeste che non diamo mai agli ospiti della casa!»

Ma l’odore dell’aglio c’è, e c’è soprattutto un problema che assilla zia Antonia, rinchiusa in un ostinato mutismo e nel rifiuto di mangiare.

E’ questo lo spunto di un racconto che vede alternarsi sulla scena una serie di coloriti e azzeccati personaggi, tutti splendidamente caratterizzati: suor Aspasia, miope dalla nascita con una forte cataratta bilaterale, ma un udito finissimo, il dottor Fastelli, medico della casa di cura, il prevosto del paese, il dottor Sansicario, direttore della locale Banca del Credito Orobico e molti ancora.

Ne risulta un arguto e divertente ritratto ironico di certe umane bassezze, con un finale a sorpresa, piacevole anche se dovuto ad un espediente forse un po’ troppo semplicistico.

Ma se non cercate la luna in fondo al pozzo, è un libro che vi regalerà qualche ora di gradevole relax e vi permetterà magari d ironizzare su qualche personaggio del vostro mondo reale.

Mio gradimento ***/****.

-.-

Memo: nella categoria Libri :

– I miei precedenti post
– La tabella di riepilogo.
– Le mie cinque stelline

Questa voce è stata pubblicata in Libri letti e contrassegnata con , , . Contrassegna il permalink.

6 risposte a [Libri] “Zia Antonia sapeva di menta” di Andrea Vitali – Garzanti (2011)

  1. marisamoles ha detto:

    “è un libro che vi regalerà qualche ora di gradevole relax” … proprio ciò di cui ho bisogno in questo periodo. Lo metto in lista. Grazie!

    Buona giornata.

  2. Diemme ha detto:

    Dev’essere davvero carino!

  3. mariella1953 ha detto:

    ho letto qualcosa di Vitali e mi sono sempre divertita!poi l’ambientazione è un delle mie preferite!
    m ricorda tanto Piero Chiara .
    lo metto in lista senz’altro
    ciao e buona serata più autunnale che primaverile

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...